giovedì 19 luglio 2018




   Ancora una grande giornata per il Rugby casalese, domenica 14 luglio ad Alpignano, nel triangolare di Rugby  a sette,  "Una meta per la solidarietà", tra "Le Tre Rose", i "diavoli rossi di Varese" ed il "Valledora" -storica formazione piemontese, che ora sta creando una squadra multietnica-.

(le Tre Rose di Casale Monferrato con a destra Paolo Fornetti, tra gli organizzatori del torneo)


   Grande giornata, in quanto il progetto di "inclusione sociale" attraverso lo sport del Rugby, nato a Casale Monferrato da una intuizione del presidente, Paolo Pensa,  si sta divulgando sempre più. Erano presenti alla manifestazione, gli assessori regionali, Ferraris (Sport) e Cerutti (pari opportunità), nonchè  la consigliera, sempre della Regione Piemonte, Conticelli.
   Il Piemonte, con la squadra di Rugby "La Drola" del Carcere "Le Vallette" di Torino e quella multietnica "Le Tre Rose" di Casale -ambedue partecipanti al campionato federale di serie "C", è stato l'apripista in Italia in queste forme di sport al sociale.
  La giornata, organizzata dall'Associazione culturale "Acuarinto" di Alpignano,  in collaborazione con l’A.P.“Valledora” presiedua da Migliorini Leonardo, e vissuta al parco Bellagarda,  ha visto come "organizzatore sul campo", Paolo Fornetti , già "designatore degli arbitri regionale", gran mattatore della giornata, dagli inviti, l'accoglienza, l'arbitraggio del Torneo, alla premiazione, presenti il sindaco ed assessore allo sport.
  Per curiosità, terzi i "diavoli Rossi di Varese, secondi il "Valledora" e primi i monferrini de "Le Tre Rose" -coatch, Raffele Contemi-. Quarta vittoria consecutiva per la formazione casalese. La versa sorpresa è stata proprio la squadra ospitante, il Valledora, la più giovane in termini di formazione dei suoi giocatori, quindi ad essa la vittoria morale!

















Nessun commento:

Posta un commento

SUPERCHALLENGE U14: CHE SPETTACOLO A NAPOLI Per la prima volta nella sua storia il  Superchallenge U14  ha fatto tappa al Sud e, p...