lunedì 31 luglio 2017

  
Fabrizio Fastellini tecnico umbro di riferimento del nuovo progetto territoriale giovanile voluto dalla Federazione Italiana Rugby
 Sarà Fabrizio Fastellini il tecnico regionale umbro di riferimento del nuovo progetto territoriale, mirato alle categoria Under 16 ed Under 18, voluto dalla Federazione Italiana Rugby (FIR) che amplia i propri investimenti e la propria presenza tecnica all'interno delle società.
"Questo nuovo progetto - spiega Fastellini - ci permette di lavorare con i ragazzi durante il loro percorso di crescita. Fino a questa stagione appena conclusa seguivamo soprattutto gli under 14, mentre quelli dell'under 16 avevano i centri di formazione e quelli dell'under 18 le Accademie, con anche attività anche da esterni. Con questo nuovo progetto rialliniamo tutto il percorso formativo come struttura regionale, con attività di aree e con molti sostegni presso i club. Questo ci permette di lavorare insieme alle società, coinvolgendo un numero maggiore di giocatori per quanto riguarda la formazione e con i tecnici delle categorie. Abbiamo un filo diretto con il centro formazione permanente di Prato, a cui afferiamo come Umbria, dove c'è il tecnico responsabile, Paolo Grassi, con cui collaboreremo per le attività dei ragazzi d'interesse, che andranno a fare nelle Accademie. Questo ci porta ad avere una presenza abbastanza importante presso le società umbre sperando di dare un servizio importante legato alla formazione dei giocatori e dei tecnici. Quindi il circuito, che è formato dalle società, dal Comitato umbro e dal centro di formazione permanente, lavorerà costantemente".

Il riallineamento del progetto tecnico d'elite, con quattro centri di formazione permanente Under 18 ed un'Accademia nazionale Under19/20, ha permesso alla Federazione di sviluppare in parallelo un percorso tecnico specifico rivolto al movimento di base, sviluppato in sinergia con i Club ed in piena risposta alle loro esigenze. Sono state identificate quarantotto aree su tutto il territorio, all’interno delle quali la FIR – in sintonia con i propri organi periferici, i Comitati - opererà non solo attraverso i tecnici regionali ma anche tramite dei tecnici d'area per le categorie Under 16 e Under 18, rafforzando la veicolazione della proposta formativa federale all’interno delle singole Società da un lato e garantendo una ulteriore diminuzione del rischio di dispersione del talento dall'altro, il tutto contribuendo al tempo stesso ad innalzare le competenze tecniche generali dell’intero ecosistema rugbistico nazionale. L'attività tecnica prevista dal progetto territoriale si articolerà, dunque, su una serie di azioni finalizzate a supportare i tecnici dei Club, individuando i giocatori che possano partecipare ad attività integrative a quelle delle Società, organizzando allenamenti e competizioni tra le Aree, tra le rappresentative regionali, valutando atleti di potenziale interesse per il passaggio nel progetto Elite garantendo allineamento, interscambio e sinergia tra le due progettualità.
"E' fondamentale comprendere – ha spiegato Daniele Pacini, responsabile tecnico del rugby di base FIR – che il progetto Elite ed il progetto territoriale, seppure con la loro specificità, sono strettamente vincolati l'uno all’altro, ed entrambi si pongono come obiettivo comune lo sviluppo del livello qualitativo del rugby italiano giovanile. Rispetto al precedente sistema formativo, con la suddivisione del percorso tra elite e base avremo l’opportunità di lavorare maggiormente a fianco delle nostre Società, in uno scambio costante di competenze tra i nostri tecnici e quelli dei Club che non potrà che ripercuotersi positivamente sulla formazione dei giocatori".

"I tecnici regionali ed i tecnici di area lavoreranno a stretto contatto - ha aggiunto Pacini - con oltre sessanta tecnici FIR complessivamente coinvolti. E' un impegno sul territorio consistente, attraverso il quale contiamo di poter rendere ancor più saldo il legame tra la struttura formativa FIR, i Comitati e le nostre Società".
MATTIA TONELLI - CONSIGLIERE DELL'A.S.D. GOLFO DEI POETI RUGBY CLUB. RUOLO IN CAMPO: CENTRO.
Mattia, dopo una vita nel Judo, inizia a giocare a Rugby, a Spezia, nel 2011. Subito si mette in evidenza per le buoni doti atletiche e per una ottima attitudine al placcaggio, nonostante sia un assoluto principiante e la squadra disputi in quell'anno un campionato molto impegnativo. Viene poco a poco fuori anche una buona propensione al lato più tecnico del gioco, e coach Hereñú vede in lui un trequarti con ampi margini di miglioramento. Inizia quindi la sua "carriera" come centro, ruolo molto difficile per uno alle prime armi, che però riesce a ricoprire con elegante dignità. Ma è sotto la guida di Berthomier, che avviene la maturazione di Mattia a livello fisico, tecnico e tattico, tanto da disputare forse le sue migliori stagioni con il mister Francese, iniziando come ala prima e riguadagnandosi il suo posto nella linea dei centri poi. A onor di cronaca, dobbiamo anche annoverare qualche buffa comparsata da mediano di mischia, che però noi tutti vorremo dimenticare. 

(nella foto di Paola Ruggieri, Mattia Tonelli con la divisa del R.C. Spezia affronta i Cadetti della Pro Recco)

Nella passata stagione Mattia segue la scia degli "esuli di Massa" e si cimenta per un anno nel Campionato Toscano di serie C2 tra le fila degli Apuani Massa Rugby. Ma per lui come gli altri, il cuore è rivolto al Golfo. A Spezia infatti il nostro buon vecchio Matti, sin dall'inizio, ha saputo inserirsi alla grande in una squadra e in un gruppo già consolidato negli anni, dimostrando impegno e passione, tanto da diventare poi, con il passare del tempo, uno dei pilastri di questo nostro nuovo movimento rugbistico. E da quest'anno lo farà non solo da giocatore, ma anche da Consigliere!
[Dopo tutte queste belle parole, la Direzione ci tiene altresì a precisare che, nonostante le immagini, il suddetto Consiglier Mattia Tonelli è molto più sveglio di quanto si possa pensare]

Un uomo che si è fatto da solo.











Con il sesto scudetto cucito sulla maglia i Campioni d’Italia del Patarò Rugby Calvisano hanno cominciato la preparazione per il Campionato Italiano Rugby d’Eccellenza 2017/18. Primo giorno con i test fisico-atletici e i primi confronti tra vecchi e nuovi. Le prime due settimane vedono in programma sedute di atletica e momenti di gioco collettivo in campo per testare gli innesti dei nuovi undici giocatori che si sono uniti alla rosa dei gialloneri.

Alla prima riunione il presidente del Rugby Calvisano Alessandro Vaccari ha augurato buon lavoro al riconfermato staff tecnico Massimo Brunello (head coach), Giuseppe Mor (allenatore Avanti), Cristiano Durante (preparatore atletico), e ha incitato i giocatori a provare a riconquistare grandi vittorie:
 “Sembra ieri che festeggiavamo, passano i giorni, le settimane, due mesi e siamo di nuovo qui a ritrovarci per ricominciare il lavoro, che l’anno scorso si è concluso nel modo migliore, e anche quest’anno vogliamo iniziarlo nel modo migliore, per poter provare di nuovo a maggio a trovarci nella condizione vissuta poco tempo fa, quando abbiamo vinto il sesto scudetto. Ogni anno è, o sembra,  più difficile; credo che la prossima sarà una stagione dura e complicata con obiettivi che sono anche le coppe oltre al Campionato. Crediamo di aver allestito un’ottima rosa, tanti giocatori importanti ci hanno lasciati, ma tanti ne sono arrivati che potrebbero diventare importanti, tra i quali ci sono tanti giovani ai quali ho semplicemente detto di giocarsi le loro opportunità, di essere quei giovani che l’anno scorso nella loro spregiudicatezza e gioventù ci hanno dato quel valore aggiunto che le altre squadre non hanno avuto.

 E’ una grande occasione per i più giovani e noi siamo qui per metterli nella condizione migliore affinché questa loro voglia di emergere vada a buon fine; di riflesso ho chiesto ai giocatori esperti di farli sentire parte di qualcosa di importante, come è la qualità che Rugby Calvisano ha sempre avuto:  far sentire tutti parte di un progetto, di attaccamento alla maglia, di un gruppo di amici, è il valore aggiunto che ci ha portato a certi risultati”.
Complimenti ai Campioni d'Italia di Beach Rugby 2017.
Crazy Crabs nel maschile e Sabbie Mobili nel femminile.
La Classifica completa del Master 2017:
TORNEO MASCHILE
1) Crazy Crabs
2) Belli Dentro
3) Padova Beach
4) Strani Tipi
5) Crazy Rats
6) Pirati di Nisida
7) Sabbie Mobili
8) Molesta XV
9) Forastici 
10) Salento Rugby
TORNEO FEMMINILE
1) Sabbie Mobili
2) Spavalde
3) Las Rumenas
4) Salento Rugby















Per ripartire di slancio per la prossima stagione un po’ di numeri di quella passata. 54 gli atleti in campo nelle 20 partite disputate. 5 i giocatori sempre presenti: Gianluca Mancini, Mirko Marzullo, Sergio Pidalà, Marcello Saccà e Eros Tornesi87 le mete segnate: 48 nella prima fase e 39 nella seconda. 56 le trasformazioni che valgono una percentuale del 64,36%. 12 i penaltie realizzati. Metamen e secondo realizzatore Andrea Irrera con 14 mete pari a 70 punti. Ottima anche le performance di Gianluca Mancini con 11mete e 55 punti e di Alessio Solano under 18 che in 8 partite realizza 52 punti . La CLC è risultata prima per punti segnati e seconda per punti subiti. Miglior realizzatore Victor Carrat Garciacon 86 punti. Disciplina: un target di miglioramento 14 cartellini gialli e rossi.


 Yoghi Sport e GLA Sport di Liborio Gioveni saranno partner della CLC Messina rugby nella prossima stagione agonistica. La società di Enna è concessionaria per la Sicilia del marchio di abbigliamento sportivo Macron sponsor degli Azzurri e della Scozia.






Nel corso di una serata all’Odeon Bistrò di Firenze, il presidente di Toscana Aeroporti I Medicei, Giacomo Lucibello ha annunciato l’ingresso di Organika Vodka di Renat Khuzin tra gli sponsor della società fiorentina.


Organika Vodka, giovane azienda russa che supporterà i gigliati come presenting sponsor, è già un brand di riferimento nel segmento ultra-premium ed è, nelle parole del suo fondatore Renat Khuzin, produttrice della miglior vodka nel mondo perché impiega il miglior alcool, la purissima acqua del lago Bajkal, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, ed una pianta endemica conosciuta dai locali come ”erba che allunga la vita”. A tutto ciò si affianca un design unico sviluppato da uno studio londinese ed una bottiglia placcata in puro argento impreziosita da incisioni che ne fanno un vero e proprio oggetto del desiderio.

(da sin. Renat Khuzin e Giacomo Lucibello)

«Quest’anno siamo intenzionati a conquistare il mercato europeo, ed in particolare quello italiano - ha dichiarato - Renat Khuzin - e siamo molto felici ed onorati di collaborare con una squadra che ha conquistato la lega top del rugby italiano. Insieme vinceremo!»

«Sono insieme felice ed onorato di questa nuova partnership con l’amico Renat, la prima volta di un brand russo nel rugby italiano. – ha aggiunto il presidente della Toscana Aeroporti I Medicei Giacomo Lucibello – Sono felice ed orgoglioso perché rappresentiamo delle eccellenze del nostro territorio: i vini migliori, una grande compagnia di aeroporti ed una famiglia di sponsor e partner che ci sostengono e sono delle realtà consolidate. E sono ancora più felice ed orgoglioso di affiancare a loro uno sponsor ed un’azienda che fa un prodotto eccellente».













domenica 30 luglio 2017










WILDCOM ITALIA E RUGBY MANTOVA, UNA NUOVA PARTNERSHIP PER LA

PROSSIMA STAGIONE

http://www.rugbymantova.it/images/spacer.gif
Il Rugby Mantova è lieto di annunciare l'inizio di una nuova collaborazione con Wildcom Italia che si occuperà di gestire tutta la comunicazione in entrata e in uscita dalla nostra società. Il frutto di questa partnership sarà la presenza di un ufficio stampa che con comunicati e contenuti settimanali terrà aggiornati continuamente i media locali e nazionali e tutti gli appassionati biancorossi sulle vicende della squadra del presidente Andrea Galdi.

In un'ottica di crescita continua sul territorio, con un settore giovanile in espansione (sia in termini di adesioni che di risultati sportivi) e un'organizzazione sempre più professionalizzata, la società ha ritenuto opportuno dare la giusta importanza alla comunicazione, sempre più fondamentale per trasmettere all'esterno i valori, l'impegno e la passione che tutti coloro che sono nella nostra società mettono ogni giorno per garantire la presenza del rugby a Mantova sin dal 1975. 
La scelta di un compito così delicato è ricaduta su Wildcom Italia, azienda giovane e dinamica specializzata in comunicazione per imprese e società sportive che ha maturato un'esperienza più che significativa negli uffici stampa di altre società mantovane e modenesi e che è stata, lo scorso 28 marzo, organizzatrice del primo Gala dello Sport Mantovano, a cui il Rugby Mantova ha preso orgogliosamente parte.

Non ci resta che augurare ai nostri tifosi una buona estate e invitarli a fare attenzione ai nostri canali (sito e social network) per rimanere aggiornati sulle ultime vicende del Rugby Mantova!



Alla loro quarta finale consecutiva i CrazyCrabs BeachRugby sono Campioni d'Italia di Beach Rugby dopo aver battuto i Belli Dentro, squadra rivelazione del torneo, per 2-1 in una tiratissima finale!

 Complimenti ai Campioni!





(I Crazy Crabs di Frascati nuovi Campioni d'Italia di Beach Rugby)




















sabato 29 luglio 2017







Firenze – Come preannunciate in conferenza stampa di presentazione della rosa sono stati tutti confermati gli appuntamenti di altissimo livello previsti nella fase precampionato della prossima stagione in Eccellenza.

Ufficializzate avversarie, sedi e date degli incontri:
– Fiamme Oro Rugby, sabato 12 agosto ore 19.00, Ruffino Stadium Mario Lodigiani
– Viadana Rugby, sabato 26 agosto ore 17.00, Ruffino Stadium Mario Lodigiani
– Petrarca Padova, sabato 2 settembre ore 17.00, Ruffino Stadium Mario Lodigiani 

– 11° Trofeo “Adriano Pedrini” insieme a Rovigo Delta, Petrarca Padova, Viadana Rugby, Rugby Reggio e Valsugana Rugby (Serie A), sabato 9 settembre 2017 ore 17.00, Stadio di Via Martiri di Villamarzana a Badia Polesine

(I Medicei in allenamento - foto di Alessio Boschi)














Nella tarda mattinata di oggi è arrivato a Piacenza il mediano di apertura francese Mathieu Guillomot. Il giovane transalpino, appena giunto dalla Francia, ha preso confidenza con il Club  del SITAV LYONS PIACENZA di  cui si prepara a vestire la maglia numero 10, per guidarlo verso la risalita in Eccellenza. Ad accompagnarlo nel tour della sede bianconera c’erano il direttore sportivo Claudio Deltrovi e l’allenatore della prima squadra Paolo Orlandi. Dopo le foto di rito, Mathieu ha rilasciato una breve intervista prima di andare a pranzo.
Come è nata la decisione di provare una stagione all’estero?
È una cosa che volevo fare da tempo: mi dicevo che un giorno mi sarebbe piaciuto andare all’estero. Ho avuto questa opportunità e quindi ho deciso di provare un’esperienza nuova e di partire.

Tu conosci il campionato italiano? Che idea hai del campionato italiano e della serie A?
Non conosco il campionato italiano. In Francia seguiamo di più il Pro 12 con il Benetton Treviso e le Zebre. Non ho sentito parlare tanto del campionato e quindi non posso avere un’opinione: penso che lo scoprirò da solo.

Quali sono i tuoi obiettivi?
Vorrei integrarmi rapidamente nella squadra e collaborare per far risalire il Club in Eccellenza.

La tua prima impressione arrivando qui?

Sono molto contento! Il tempo – aggiunge sorridendo – è più bello che a Parigi. Ho trovato il Club molto accogliente e penso che mi troverò bene. 

Non si ferma la campagna acquisti bianconera e la Sitav Rugby Lyons annuncia l’arrivo a Piacenza del trequarti, classe 1997, Niccolò Mori. Figlio di genitori italiani trasferitisi a Ginevra, Mori è cresciuto rugbisticamente in Francia, e a 16 anni è entrato nell’Accademia di Milano. Due stagioni fa è approdato all’Accademia Nazionale Ivan Francescato con cui ha disputato gli ultimi due campionati di serie A. Ha vestito la maglia di tutte le nazionali e ha partecipato all’ultima Worldwide Cup Emergenti in Romania. Dotato di un fisico imponente e di un’ottima tecnica individuale è un giocatore che può ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato e si presenta come una pedina importante nella rosa dei bianconeri.
Il direttore sportivo Claudio Deltrovi parla del nuovo arrivo: «Avevo notato Niccolò andando a vedere Simone Cornelli, suo compagno di squadra, durante lo scorso campionato. Si tratta di un ragazzo motivato, che ama il rugby e con ben chiaro il suo futuro. Con doti fisiche, capacità tecnica e intelligenza non potrà che essere un uomo fondamentale a disposizione di Orlandi.»

Niccolò Davide Mori, nato a Milano il 02/02/1997, altezza: 186 cm; peso: 91 kg (Utility Back)
CHIUSA LA STAGIONE IN CAMPANIA CON L'ASSEMBLEA ORDINARIA REGIONALE
Senatore: "Promozione, reclutamento e scuole il nostro futuro"

Napoli – Nel tardo pomeriggio di ieri venerdì 28 luglio si è conclusa l’Assemblea Generale Ordinaria Regionale del Comitato Campano della Federazione Italiana Rugby che ha sancito il passaggio formale dall’appena conclusa stagione agonistica 2016-2017 alla nuova annata sportiva 2017-2018.
Come di consueto il Presidente Fabrizio Senatore ha illustrato alle Società presenti la Relazione Tecnico Morale Finanziaria, approvata con un solo voto contrario dall’Assemblea. Numerosi i punti enfatizzati nell’intervento del massimo dirigente regionale, su tutti il reclutamento, le scuole, il minirugby e l’attività agonistica dei club della regione.
“L’attività del Comitato è stata sostanzialmente in linea con quanto già avvenuto nella scorsa stagione, anche se si è dovuta constatare una flessione dei tesserati generali ed un lieve decremento dei nuovi tesserati rispetto ai record conseguiti nella scorsa stagione” – dichiara Senatore – “Cali rilevanti si sono registrati nel minirugby e nell’under 18, mentre l’under 14 ha visto un incremento delle società partecipanti all’attività. Ciò sta a significare che è stato fatto dalle società un buon lavoro di fidelizzazione nel passaggio dalla 12 alla 14, il che fa ben sperare per il prosieguo dell’attività giovanile nel prossimo anno”.
Un quadro complessivo che premia il lavoro di aggregazione e sviluppo effettuato dai Club campani, ma che di rimando evidenzia carenze nel reclutamento: “Questi numeri indicano che bisogna lavorare meglio sulla promozione, migliorando gli interventi all’interno delle scuole e proponendo a bambini e famiglie un’offerta di qualità che possa competere con la concorrenza di altre discipline” – conclude Senatore – “In quest’ottica il Comitato realizzerà strategie di sostegno con tecnici dedicati per aumentare le occasioni di confronto tra le società ed attuare un fruttuoso reclutamento partendo dai bambini, per invertire subito la tendenza”.
Molto seguito dai presenti anche l’intervento del Tecnico Regionale Crescenzo Vigliotti, che ha sottolineato la mole di lavoro effettuata durante l’anno: “Il sostegno alle Società è stato realizzato dall’intero staff del Comitato con oltre 110 Interventi tecnici ed organizzativi, mirando principalmente al miglioramento delle capacità tecnico-fisico-tattiche ed alla capacità di comprensione del gioco degli atleti. Non sono mancate le criticità, che verranno affrontate principalmente perfezionando la formazione dei tecnici per il reclutamento attraverso i corsi ESR, amplificando la programmazione di Rugby per Tutti, e supportando i club nell’attuazione di progetti di reclutamento utilizzando anche le formule del touch e del tag rugby per approcciare i neofiti”.
La dirigenza regionale si è congratulata con le Società del settore femminile, che hanno dato vita negli anni ad un movimento attualmente in piena salute ed in costante crescita; così come il Presidente ha voluto sottolineare l’ottima stagione in Serie A della USR Benevento, in serie B del Rugby Napoli Afragola che ha sfiorato una storica promozione, ed ha menzionato il club dei Due Principati complimentandosi per il passaggio alla Serie C girone 1.

(Foto ricordo per Gennaro Lipardi, autore del nuovo logo del CR Campano)

Sono state inoltre illustrate ai Presidenti le nuove strategie in ambito comunicazione che verranno attuate già dal prossimo settembre con la ripresa definitiva delle attività. Condivisa con l’Assemblea una novità assoluta su questo fronte: la programmazione di un evento congiunto tra tutti i Club che si terrà sull’intero territorio regionale prima dell’inizio dei campionati.

In chiusura è stato premiato il vincitore del bando di concorso per la realizzazione del nuovo logo del Comitato, Gennaro Lipardi, che ha ritirato la targa premio personalizzata. Il nuovo logo del Comitato Regionale Campano FIR sarà effettivo a partire dal prossimo 1 agosto.
















La  XXIII edizione  del  “Salento Beach Rugby Cup”  si terrà presso il Lido Onda Marina di  Torre San Giovanni . La ...