giovedì 30 novembre 2017



Ritorna a pieno ritmo l’attività dei blucelesti con l’Arca Gualerzi che riprende il campionato ospitando l’Arieti Rugby Rieti a Moletolo dopo un mese di sosta. Doppia trasferta a Livorno per l’Italgomma Amatori under 18 e la Vibu under 16 nei campionati elite di categoria. Ritorna a Moletolo la Stark under 14 che ospiterà Noceto e Colorno in un triangolare mentre il minirugby parteciperà ad un concentramento regionale a Noceto mentre le squadre femminili rimarranno a riposo.

(una immagine dal test disputato e vinto con il Civitavecchia)


Arca Gualerzi Amatori Serie B
Riprende dopo il consueto mese di sosta novembrino il campionato di serie B con l’Arca Gualerzi che ospita l’Arieti Rugby. Poche notizie dalla squadra laziale che quest’anno per la prima volta è stata spostata nel girone dell’Amatori dopo aver partecipato al girone meridionale. Le due squadre occupano entrambe la sesta posizione con 3 vittorie e 3 sconfitte e quindi alta sarà la posta in palio con la vincente che potrà continuare l’inseguimento alla zona play off. Prima del calcio d’inizio, fissato per domenica alla Cittadella del Rugby alle 14.30 agli ordini dell’arbitro signor Matteo Franco, sarà osservato un minuto di silenzio per il progetto “Zonta Says No” promosso da Zonta Italia per sensibilizzare contro la violenza sulle donne.

Italgomma Amatori under 18
Ritorna in campo dopo una settimana di sosta anche l’Italgomma under 18, impegnata nella difficile trasferta di Livorno contro la franchigia labronica Costa Toscana quarto in classifica a 5 lunghezze dai blucelesti. Calcio d’inizio alle 13.00

VIBU Amatori under 16
Trasferta toscana anche per la Vibu Amatori  che alle 11.30 affronterà il Rugby Livrono per la settima giornata del campionato elite under 16.00

STARK Amatori under 14
Dopo il buon 5° posto al Milan Challenge di domenica scorsa, i blucelesti targati Stark ritornano a Moletolo dove alle 10.00 di domenica parteciperanno ad un triangolare regionale contro Noceto e Colorno.

Minirugby

Nuovo impegno per il minirugby bluceleste di scena domenica mattina a Noceto dove parteciperà con una under6 e due squadre per le categorie under 8, 10 e 12 alla tappa regionale.


In Serie C2 è derby tra Trento e Lagaria
Domenica tornano i campionati della palla ovale, trasferta a Verona per l'Oltrefersina.
Il rugby riparte dal derby. Da quello che vede di nuovo opposti sul sintetico di via Fersina Trento e Ladroni a quasi due mesi di distanza dalla sfida d'andata dello scorso 8 ottobre. Allora a Livo si impose il Trento per 20-36 dopo aver controllato la gara per quasi un'ora e subendo lo scatto d'orgoglio dei neroverdi nell'ultimo quarto di partita. Da allora le le cose non sono molto cambiate con il Trento che ha mantenuto intatte le proprie ambizioni di promozione anche dopo le sconfitte di misura contro Rovigo e Altovicentino (arrivate tutte negli ultimi minuti), mentre la compagine noneso - roveretana prosegue nel suo processo di amalgama e crescita tra alti e bassi a livello di prestazioni ma ancora senza vittorie dopo sei turni. Il calcio d'inizio è per le 14.30 di domenica, un incontro da vincere per entrambe le squadre: per il Trento se vuole continuare a nutrire speranze di scavalcare l'Altovicentino e giocarsi il passaggio in Serie C1 la prossima primavera, per il Lagaria che proprio da un buon risultato contro i gialloblù potrebbe trovare la giusta convinzione nei propri mezzi per disputare un girone di ritorno di senso opposto rispetto all'andata. Sarà una partita tutta da seguire e giocata con intensità da parte di entrambi gli schieramenti, si spera nel segno della correttezza perché la tensione spesso gioca brutti scherzi. Nel resto del programma di giornata il Rovigo non dovrebbe sudare più di tanto per avere la meglio del Piazzola, qualche grattacapo in più potrebbe apportarlo lo Scaligera Valeggio all'Altovicentino.
Scendendo nel girone 4, l'Oltrefersina scende a Verona dove nell'anticipo della sesta giornata (inizio ore 11), farà visita al West Verona. Partita scritta almeno sulla carta: i veneti hanno perso tutte i match a loro disposizione sin qua e la velocità dei perginesi dovrebbe avere la meglio. Vincere domenica per l'Oltrefersina significherebbe in un colpo solo agganciare in terza posizione il Sudtirolo (fermo per il turno di riposo) e avvicinare una delle due capolista, Sile e Rosolina, che si incontreranno tra loro nella sfida che vale il primo posto.

Programma 7a giornata Girone 1 (domenica 3 dicembre, ore 14.30):

Trento – Lagaria
Scaligera – Altovicentino
Rovigo – Piazzola
Classifica: Rovigo 30, Altovicentino 24, Trento 18, Piazzola 11, Scaligera Valeggio * 7, Lagaria 2.
*4 punti di penalizzazione.
Programma 6a giornata Girone 4 (domenica 3 dicembre):
Vicenza – Montereale (ore 15.30)
West Verona – Oltrefersina (ore 11)
Sile - Rosolina (ore 14.30)
Riposa: Sudtirolo.

Classifica: Sile  e Rosolina 15, Sudtirolo* 14, Oltrefersina 7, Valchiampo 4, Montereale* 1, West Verona 0.
*una partita in più

Oltrefersina sconta 4 punti di penalizzazione, Montereale 8. (Paolo Trentini CR FIR TRENTINO)



Il Presidente Innocenti: “Nessuna esitazione, occorre lavorare da subito alla ricostruzione di un sistema pienamente condiviso”

In relazione a quanto stabilito dal Giudice Sportivo Territoriale con sentenza pubblicata in data odierna a chiusura dell’analisi dei gravi fatti intervenuti durante l’incontro del 19 novembre 2017 valido per il Campionato Under 16 tra le rappresentative delle società Petrarca Rugby Junior e Mogliano Rugby, il Comitato Regionale Veneto – sottolineando come trattandosi di una decisione dell’organo giudicante essa debba semplicemente essere accettata ed applicata – intende rimarcare come, a prescindere da qualunque valutazione di tipo interpretativo, episodi simili pongano in essere un grave pregiudizio all’integrità di tutto l’ambiente, colpito duramente in alcuni dei suoi imprescindibili valori fondanti.
Condiviso il tema con tutto il Consiglio, il presidente del CRV Marzio Innocenti ritiene opportuno ed urgente attivare un tavolo di confronto al fine di stabilire strategie e meccanismi attuativi per porre un freno quanto più immediato possibile a queste pericolose deviazioni, lavorando nel contempo a fianco dei club per ripristinare un comune terreno culturale sul quale non possa trovare possibilità alcuna un loro ripetersi.
Rispetto, lealtà, esempio, orgoglioso spirito di appartenenza, sono i mattoni sui quali il rugby ha costruito nel tempo le sue solide fondamenta grazie alla più assoluta condivisione di tutte le sue componenti, e nulla può e deve rimanere intentato nella strenua difesa di un patrimonio che è di natura etica molto prima che sportivo. 
“Tutti noi gente di rugby dobbiamo reagire nel modo più fermo a fenomeni di matrice violenta ed intollerante quali sempre più frequentemente capita di assistere in giro per i nostri campi da gioco, soprattutto a livello giovanile”, dichiara il presidente Innocenti. “Occorre che l’intero corpo della nostra comunità – le istituzioni, le società, i tecnici, i dirigenti, i giocatori, ma anche i tifosi ed i familiari al seguito degli atleti – recuperi un atteggiamento sano e consapevole dentro e fuori il contesto sportivo, sapendo di compartecipare ognuno per la sua parte ad un’immagine che è da sempre il vero valore aggiunto di questo sport duro ma profondamente nobile. Per parte nostra, come Comitato Veneto faremo quanto nelle nostre possibilità fin da subito per lavorare alla costruzione delle condizioni necessarie affinché ciò accada ricostruendo radici ben salde, ritenendo l’obiettivo non solo prioritario, ma inderogabilmente doveroso.


RUGBYTOTALE: Il G.S. ha decretato partita persa ad entrambe le Società 0/20 penalizzandole di 4 punti ciascuna e con una sanzione di Euro 1.000,00 ASSEGNATO AL Mogliano.

STREET FOOD,  INSTAMEET E MOVEMBER NEL MENU DI SABATO 2 DICEMBRE ALLO STADIO LANFRANCHI DI PARMA
Lo stadio Lanfranchi di Parma è pronto ad accogliere nuovamente il grande rugby internazionale sabato 2 Dicembre alle 14:15. In occasione del decimo turno del torneo celtico Guinness PRO14 i bianconeri ospiteranno il Connacht. Oltre al rugby giocato sono sempre tante le attività collaterali organizzate dalla società zebrata per valorizzare l’evento sportivo.
Dopo il successo di domenica scorsa, prosegue la gustosa partnership tra le Zebre e l’ Associazione Street Food Quality Parma che riunisce i più gustosi food trucks del territorio parmense. In occasione della sfida del 2 dicembre prossimo contro gli irlandesi, saranno presenti due diversi street food: Dal Parmigiano - Gourmet Street Food e L’Angolo di Pe.
Dal Parmigiano proporrà specialità della cucina parmigiana in versione street & smart: polpette parmigiane di lonza e parmigiano reggiano, focaccia con prosciutto crudo di Parma e panino con spalla cotta di San Secondo calda e salsa egisto o maionese; oltre alle immancabili patatine fritte.
Giuseppe -calabrese doc- preparerà invece specialità della cucina calabra che offrirà dal suo truck L’Angolo di Pe. Oltre alla patatine fritte, sono due i panini nel menu: il Deluxe (hamburger di fassona, insalata, pomodoro, formaggio cheddar e bacon grigliato) e uno speciale panino composto da tipici ingredienti calabri (hamburger di salsiccia, crema di pecorino, crema di funghi, pancetta grigliata e lattuga).
A raccontare tutta la giornata ci saranno i fotografi di Igers Parma, il profilo instagram ufficiale che racconta la vita della città di Parma attraverso gli scatti fotografici sul social network principe della fotografia. Lo staff di Igers Parma ha organizzato un instameet un po’ diverso dl solito allo Stadio Sergio Lanfranchi di Parma per assistere alla partita delle Zebre e catturare i momenti più emblematici di una partita: mischie, touche, mete, calci piazzati. Tutto questo ma non solo: anche il bellissimo clima di amicizia che si respira sulle tribune dove gli sportivi tifano sempre a favore della propria squadra e mai contro quella avversaria.
E dopo la partita? Giocatori, allenatori e tifosi di entrambe le squadre saranno tutti assieme nel “terzo tempo” della clubhouse della Cittadella Del Rugby in questa tradizione unica tra tutti gli sport di squadra.
Sarà un bel momento per scoprire o riscoprire il rugby e per cominciare a scambiarsi calorosi auguri natalizi, anche sui social grazie agli scatti di tutti gli iscritti che useranno il tag @IgersParma sui loro post Instagram. Per maggiori informazioni e registrazioni ufficiali è possibile visitare il sito https://instameetparma26.eventbrite.it 
Le Zebre Rugby potranno contare anche sul sostegno di tutti gli uomini che a Novembre si sono fatti immortalare sui social coi baffi a sostegno della campagna Movember promossa dal canale Youtube “The Rugby Channel” che trasmette tante gare e contenuti multimediali legati al mondo della palla ovale. Tutti i tifosi possono ancora partecipare andando sulla pagina facebook The Rugby Channel e donare il proprio contributo allo IOV – Istituto Oncologico Veneto.



I prezzi dei biglietti per assistere a Zebre Rugby Club vs Connacht allo Stadio Lanfranchi di Parma, sabato 2 Dicembre 2017:
€ 10 Tribuna Ovest
€ 5 Tribuna Est e Curve, Over 65 e donne
€ 2 Under 18
€ 0 Under 6
Come acquistare i tagliandi per le gare dello Zebre Rugby Club:
• Sito internet biglietteria Ciaotickets nella pagina: www.ciaotickets.com/organizzatore/zebre-rugby   
• Rivendite autorizzate Ciaotickets consultabili su: www.ciaotickets.com/punti-vendita
• Allo Stadio “Lanfranchi” il 2 Dicembre a partire dalle ore 12.45



I punti di pre-vendita abilitati Ciaotickets a Parma e provincia sono:

Bar Tabaccheria Lottici
Piazza Ghiaia, 33/D - 43121 Parma (PR) Tel. +39 0521 235692

Tabaccheria Al Campus
Via Bruno Schreiber, 15/H - 43124 Parma (PR) Tel. +39 0521 708011

Tabaccheria Mille Idee
Via Giuseppe Garibaldi, 69 - 43017 San Secondo Parmense (PR) Tel. +39 0521 874071

Tabaccheria Palestrina
Via Camillo Benso Conte di Cavour, 25 - 43036 Fidenza (PR) Tel. +39 0524 520207

Serendipità Game People
Via S. Martino, 12 - 43029 Traversetolo (PR) Tel. +39 0521 844148

MATCH POINT

Battere l’Amatori Catania 1963 per conquistare il lasciapassare per la fase Play Off promozione: questo l’obiettivo di domenica per il Ragusa.

Archiviata la sconfitta di due domeniche fa al Malvagno di Palermo, in casa Ragusa ci si è subito concentrati sull’incontro di domenica prossima che, in caso di vittoria, potrebbe dare alla squadra iblea il lasciapassare per la fase Play Off per la promozione in serie B.
«Quella sconfitta, per com’è arrivata, mi ha fatto arrabbiare», ci ha detto il coach ragusano, German Greco, «anche se uscire battuti dal campo del Palermo era una possibilità che avevamo contemplato. La rabbia è però durata l’arco di poche ore, poi abbiamo iniziato a pensare alla partita successiva».
Nella quale, completiamo noi il pensiero del condottiero ibleo, affronteranno l’Amatori Catania 1963, squadra già battuta al “Paolone” alla prima di andata.

L’Amatori Catania 1963. Ce ne parla il vicepresidente del Ragusa Rugby, Ciccio Schininà, e grande conoscitore del rugby siciliano. «Tradizionalmente i XV del professore Trovato squadre tignose che combattono fino all’ottantesimo e che hanno nella cavalleria leggera il loro punto di forza. Sarà una partita difficile, perché l’avversario, nonostante lo si sia già battuto nel girone di andata, è di quelli che vendono sempre cara la pelle. A maggior ragione domenica, sapendo che, in caso di vittoria, avrebbero spalancate le porte dei play off».
La sosta del campionato ha permesso a Greco di recuperare gli acciaccati e di concentrarsi su quegli aspetti che hanno in parte determinato la sconfitta con il Palermo. «Abbiamo lavorato soprattutto sulle fasi di conquista e sulla difesa, cercando di limare quei difetti che ci portavamo dietro da inizio campionato. Sono soddisfatto del lavoro svolto, adesso aspettiamo le 14:30 di domenica per provare a raccogliere i frutti del sudore versato in allenamento».

Fischio d’inizio, quindi, domenica alle ore 14:30, nella speranza che ad arbitrare sia chiamato un fischietto di livello: la posta in palio è molto alta, sarebbe un peccato se una delle due squadra dovesse essere penalizzata da una direzione non all’altezza. (Meno Occhipinti)
TRE SETTIMANE di sosta sono proprio tante, ma in questo lungo periodo di pausa gli atleti del CUS Genova hanno portato avanti i consueti allenamenti, recuperando anche qualche giocatore infortunato. Dopodomani, domenica 3 dicembre, allo Stadio Carlini arriva il team dell’Accademia Ivan Francescato, temibile avversario che nel test dell’andata giocato a Calvisano comunque fu sconfitto dagli universitari genovesi. STEFANO BERTIROTTI, Responsabile della Sezione Rugby del CUS Genova è convinto nei mezzi del proprio club e attende con impazienza il confronto:

(Stefano Bertirotti, principale dirigente del CUS Genova Rugby)

 “ Si questa partita dovrà dimostrare se siamo in grado di effettuare quel salto di qualità tanto atteso, in quanto loro si saranno preparati ed allenati al massimo durante queste tre settimane di pausa. Bisogna tenere presente che questo gruppo di ragazzi vive in comunità, si allenano insieme, giocano insieme, studiano insieme, insomma stanno crescendo tanto durante questo periodo. Non avranno tanta esperienza essendo tutti giovani, ma è ormai risaputo che piu’ passa il tempo, piu’ giocano nel campionato e maggiormente la squadra si arricchisce in qualòità, e stesso lavoro lo dobbiamo intraprendere anche noi.”
CUS Genova contro Accademia federale  di Serie A Girone 1 sarà un test da seguire con un certo interesse  in quanto entrambe i team praticano un rugby giocato molto sulla linea dei trequarti, puntando sulla velocità di azione!
“ Sono convinto che sarà una partita molto interessante, spettacolare e intensa, da seguire con attenzione – conferma BERTIROTTI - forse addirittura piu’ di quella che si giocherà la domenica successiva sempre al Carlini con la capolista ed imbattuta formazione emiliana dei Lyons.

(Fergus Taylor con John Mills e l'head coach Tosh Askew per un CUS Made in England)

 Se la squadra di Piacenza, infatti,  la domenica 10 dicembre arriverà a Genova già con il pass per la fase promozione in tasca probabilmente potrebbe anche utilizzare giocatori di riserva, ovviamente pèer non rischiare atleti di primo piano indispensabili per le fasi decisive del torneo nazionale.”
Il CUS Genova a quattro giornate dalla fine della fase di qualificazione, alla  caccia almeno del terzo posto in classifica, preceduto solo dai Lyons, pedinato dal duo settimese e appunto dagli accademici, ma a ben nove punti sotto, ha l’occasione buona per scavare un solco profondo e forse definito che gli permetterebbe di raggiungere quella fase promozione che non ha mai raggiunto! CUS/Accademia ha il sapore di rivincita per entrambe i club che si confronteranno domenica pomeriggio al Carlini (ore 14,30 arbitro Antonino Nobile di Frosinone). Sapore di rivincita per l’Accademia in quanto nel test dell’andata, a Calvisano, i cussini genovesi vinsero 21/34 giocando un incontro di pregio, ma rivincita anche per gli stessi genovesi che nello scorso campionato 2016/2017 sullo stesso terreno sintetico di San Martino subirono una sonora sconfitta (8/45) subendo sette mete e segnandone solo una con Perini.

(Il pubblico del Carlini si aspetta una grande partita dai propri beniamini)

“ Questo confronto ha acquistato un’importanza dal punto di vista della qualità – dice STEFANO BERTIROTTI – lo stanno dimostrando di crescere, noi abbiamo dimostrato di essere bene strutturati. La nostra squadra ritengo sia pronta per la seconda parte di questo campionato, non acquisteremo altri atleti, e con l’Accademia dovremo avere la formazione al completo. Unici problemi fisici li abbiamo con John Mills e Baldelli reduci da qualche colpo subito in allenamento:”  Difficile se non impossibile avere notizie dall’Accademia, in quanto non emettono nessun comunicato ufficiale, mentre per il CUS Genova possiamo azzardare una “teorica” formazione, e se sbagliassimo qualche “pedina” sono sicuro che sia Bertirotti che Tosh Askew ci perdonerebbero: Borzone, Salerno, Sandri, Ricca, Migliorini (Minoletti), Zini, Garaventa, F. Imperiale, Bertirotti, Pendola, (Di Vietro),  P. Imperiale, Taylor, Barry Fassouma, Perini, Cattaneo (Ghiglione).
SERIE A GIRONE 1  (II GGT. RITORNO): CUS Genova – Accademia Ivan Francescato, TK Group Torino – Tossini Recco, SITAV Lyons Piacenza – ITINERA CUS Torino. CLASSIFICA: Lyons Piacenza punti 30, CUS Genova 22, Accademia e TK Group Torino 13, Recco 9, CUS Torino 6.

(Una immagine dal derby di Recco dove il CUS pareggio' il confronto)

A seguire:
(III GG. RITORNO – 10.12.2017): CUS Genova – Lyons, CUS Torino – TK Group, Accademia – Recco.
(IV GG. RITORNO – 12.12.2017): TK Group – CUS Genova, Recco – CUS Torino, Accademia – Lyons.

(V GG. RITORNO – 14.01.2018): CUS Genova – Recco, CUS Torino – Accademia, Lyons TK Group.



Le prime due partite casalinghe, in agenda ad ottobre con Massa e Lunigiana, sono state vinte dalla Fulgida Etruschi Livorno per forfait: le due squadre avversarie, alle prese con problemi di organico non hanno presentato quindici giocatori a referto. Ora – finalmente – la squadra verde-amaranto labronica può esordire (giocando...) sul campo amico. Questa domenica (in posticipo alle 15,30: in precedenza alle 13,30 si disputerà il confronto valido per il campionato elite under 18 tra Granducato Livorno e Romagna), i ragazzi di Daniele Conflitto ospiteranno il Golfo dei Poeti. Il match, valido per la prima giornata del girone di ritorno della C2 toscana, raggruppamento della costa, si preannuncia tutt'altro che facile per la Fulgida. 

(In azione Borella nel test del girone di andata giocato a La Spezia al campo Denis Pieroni)

La formazione spezzina (unica realtà non toscana inserita nella C2... toscana) occupa la seconda piazza, con un ruolino di 4 vittorie ed 1 sconfitta. I livornesi sono solo quarti (2 successi e 3 sconfitte) e solo con una (difficile) combinazione di risultati positivi potrebbero tornare in corsa ed ottenere il biglietto di sola andata per la poule promozione. La situazione nella parte alta della graduatoria al giro di boa del raggruppamento della costa: Lucca 24 p.; Golfo dei Poeti 19; Rufus San Vincenzo* 12: Fulgida Etruschi Livorno 10. *Rufus sconta 4 punti di penalizzazione. Al termine della prima fase, le prime due entreranno nella poule promozione, mentre la terza e la quarta daranno vita alla poule silver (staccate e condannate alla poule plate le ultime due, Massa e Lunigiana). Per tenere viva la fiammella della speranza, servirà ai verde-amaranto il successo condito dal bonus e servirà ribaltare il passivo dell'andata (i liguri, nel turno d'apertura si sono imposti 29-20). Sarebbe prezioso anche l'apporto del pubblico (l'ingresso sugli spalti del 'Tamberi' è peraltro gratuito).

(In azione di attacco Brozzi e Capobianchi)

 La Fulgida, nell'ultimo mese (durante il quale il campionato ha osservato un lungo riposo, in omaggio ai tre test-match autunnali dell'Italia) ha faticato ad allenarsi a ranghi completi. Contro il Golfo dei Poeti – squadra solida e valida, tra le migliori in circolazione nella categoria – mancherà il lungodegente Gracci. Da valutare le condizioni di Brilli, Ruffino e Federico Bonuccelli. L'incontro sarà preceduto da un minuto di silenzio in memoria di Renzo Berti, il prezioso segretario della società verde-amaranto scomparso in settimana, ad appena 67 anni. (Fabio Giorgi)
Inauguriamo oggi un nuovo spazio dedicato ai club abruzzesi. Una serie di approfondimenti e interviste dedicate, volta per volta, alle realtà regionali di tutte le categorie e i territori. Ad aprire con la prima "Parola ai club" è l'Amatori Rugby Teramo. Buona lettura!

Lo scorso anno ha festeggiato 40 anni di attività, ma non li dimostra. E' l'Amatori Rugby Teramo, società fondata nel 1976 e rappresentata da 
due caproni nel logo. La compagine che rappresenta uno dei quattro capoluoghi di provincia in Abruzzo.

Il rugby a Teramo è la storia di tanti uomini e donne che da anni si impegnano ogni giorno per lo sport in città. Il consiglio direttivo, presieduto dal presidente Giuseppe Di Nicola, è formato da sette consiglieri, come sette sono gli allenatori che si occupano dei settori giovanili – dalla under 6 alla under 18 – e delle due seniores, maschile e femminile. E poi c'è un preparatore che segue le attività delle squadre, e gli stessi giocatori seniores accompagnano nella crescita i più piccoli, come spesso accade nelle piccole grandi realtà rugbistiche in provincia.
L'Amatori gioca al comunale di Teramo, un impianto centrale per la posizione che occupa in città. Per anni è esistita solo la squadra seniores, dal 2000 è iniziata l'attività giovanile U16 e U18, mentre quattro anni più tardi è iniziata l'avventura del minirugby. E' qui che, tra gli altri, muove i primi palloni Marco Riccioni, pilone classe 1997, capitano della nazionale under 20, quest'anno in forza al Benetton (Pro14) e considerato oggi tra i maggiori talenti italiani.
"Marco è il nostro esempio di riferimento per i nostri ragazzi – racconta il presidente Di Nicola – è ancora molto legato al Teramo e non perde occasione di darci una mano nelle nostre iniziative fuori dal campo. Non è il solo cresciuto qui: quest'anno, per esempio, anche i fratelli Angelozzi sono arrivati in Serie A a L'Aquila Rugby Club, dopo le esperienze con Paganica e Avezzano".
La seniores maschile milita nel campionato regionale di Serie C, che incrocia realtà abruzzesi e marchigiane, e che rappresenta uno strumento importante di veicolazione del rugby alla base: "Per noi questo campionato è importante, perché permette di giocare a realtà come la nostra, e anno dopo anno ci consente di fare sempre meglio, per cercare di salire di livello", afferma il presidente biancorosso.
Ma a Teramo, e non solo, lo sport svolge una grande funzione di aggregazione sociale, insegnando il rispetto per le persone e le regole. Nella città abruzzese è importante anche perché il territorio da mesi sta attraversando una delle fasi più problematiche della sua storia recente: le scosse di terremoto tra l'estate e l'autunno dello scorso anno, e soprattutto quelle nel gennaio scorso, hanno reso inagibili tante abitazioni e fortemente provato la popolazione.
"Durante le settimane nelle quali si verificavano le scosse siamo andati avanti con gli allenamenti, soprattutto quelli dei piccoli – confida Di Nicola – perché è importante in quei momenti rafforzare lo spirito dell'aggregazione e dell'amicizia. Anche se non nascondo che le preoccupazioni erano tante".
In una domenica di ottobre, nel 2016, una forte scossa si sentì in città proprio nel giorno di un raggruppamento. Inizialmente il club decise di annullare l'evento, ma poi d'accordo con i genitori e con il Pescara Rugby si decise di trasformare il raggruppamento in una giornata di rugby e divertimento, per scacciare via le paure e i pensieri.
Una realtà sportiva importante quella dell'Amatori per l'intero comprensorio, ma anche per le collaborazioni con altre compagini abruzzesi: "Già dalla scorsa stagione collaboriamo con il Pescara, e ci stiamo compenetrando con la franchigia Adriatica per i settori U16 e U18, oltre che con i rispettivi tecnici".

"In aiuto arrivano anche i tecnici del Progetto di Sviluppo Federale, che fungono anche come stimolo per la crescita. Dobbiamo e vogliamo crescere: la nostra priorità è arrivare ad avere un impianto di proprietà che ci permetta di progredire come numero di praticanti. E il Comitato regionale – conclude Di Nicola – potrebbe essere di aiuto e supporto anche nell'abbattere le barriere burocratiche che incontriamo quando ci rapportiamo con le istituzioni"  (CR FIR ABRUZZO)
Domenica al Fontanassa il Rugby Savona affronta, ore 14.30, il CUS Pavia per il secondo turno del girone di ritorno C 1, partita di cartello con il secondo in classifica.

Dopo i recuperi e le soste per la Nazionale, il Rugby Savona torna a giocare con tutte le compagini,
portando in campo un centinaio di atleti dalla C1 al minirugby.

Il Cus Pavia è una squadra ben organizzata che si basa veramente sul grande bacino di studenti ruotanti attorno alle facoltà pavesi. Di conseguenza ha una rosa molto ampia che nel giro delle prime partite riesce a qualificare, mandando poi in campo formazioni valide ed affiatate. Nell’incontro di andata si impose per 22 a 16, segnando una meta a dieci minuti dalla fine e concludendo l’incontro sotto assedio, rintuzzando gli attacchi savonesi fino al fischio finale.
Si tratta di un avversario preparato, con tre-quarti assai veloci e penetranti e mischia leggera ma ben organizzata: non va sottovalutato ma è alla portata dei biancorossi.

Il Rugby Savona da parte sua ha metabolizzato la sconfitta nel recupero con l’Amatori Genova, ha capito quali siano stati i punti negativi e ha canalizzando le proprie energie in allenamento per superare le criticità. La mischia adesso è più consolidata, non dispone ancora di tutti i titolari ma il lavoro svolto ha alzato il livello medio degli avanti, permettendo loro di avere posizione ed automatismi affidabili. Nei tre-quarti tanto lavoro sul riposizionamento, ora rapido ed intercambiabile come deve essere a questo livello. Nell’insieme dovrebbe essere tornata la compattezza vista ad inizio campionato.

Il pronostico è aperto a tutti i risultati anche se giocando in casa con una squadra veramente a portata di mano ci si aspetta una grande prova da parte del Savona.

SERIE C1 POULE 2 (II GIORNATA/RITORNO) Ore 14,30
Union Riviera Rugby – Rugby San Mauro
Amatori Genova – CFFS Cogoleto

Classifica: Amatori Ge 30, Cus Pavia 24, Rugby Savona 16, Rugby San Mauro 12, Union Riviera IM 10, CFFS Cogoleto 0


UNDER 18

Domenica a S. Olcese alle 12,30 si terrà l’incontro fra Amatori Genova e Savona, ultima partita della prima fase.
La squadra cadetta biancorossa termina la prima parte della stagione, e lo vuole fare mantenendo il vertice e mantenendo il tracciato di vittorie piene con bonus offensivo.
Il compito in terra genovese non è particolarmente proibitivo e l’intensità vista negli allenamenti depone a favore. L’unico problema in vista è la panchina corta, per malanni di stagione.

UNDER 16

Partita casalinga per l’Under 16 che alle ore 11.00, affronta il ReccoSpezia, per la prima giornata di ritorno della prima fase, un impegno importante nei confronti della seconda in classifica.  Come più volte si è detto, quest’anno la squadra deve lavorare per costruire e la risposta si vede in campo con continui miglioramenti.

Under 14

Apre il fine settimana l’incontro di sabato fra il Savona e il Recco alle ore 15,30 al Fontanassa. La squadra biancorossa è in continuo miglioramento e ci si aspetta un bell’incontro, anche se influenze varie hanno accorciato la rosa disponibile.

Minirugby


Sabato Torneo Regionale Under 10 ad S. Olcese, presenti squadre da tutta la Liguria. Per i colori biancorossi una bella realtà e continueranno a ben figurare come hanno fatto finora in tutti i raggruppamenti precedenti.




BRAVI TUTTI, AVANTI COSÌ!



UNDER 14/1 - Florentia/1 vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Firenze, Campo Sportivo Marco Polo - sabato 25 novembre 2017 ore 16.00
Una bella prestazione quella che si è svolta in campo al Florentia Rugby sabato 25 novembre da parte dell'Under 14 Girone 1 di Toscana Aeroporti Firenze Rugby 1931.
A parte la prima azione che ha visto i nostri ragazzi partire in sordina, la partita si è poi svolta a ritmi veloci e sostenuti per l'intera durata, senza alcun calo di tensione.
I ragazzi hanno tenuto tutti un grande impegno, tutti hanno mostrato di "avere" testa, tutti hanno lavorato senza mai lasciarsi intimorire dagli avversari del Florentia.
Saldezza di nervi, visione del gioco e una positiva aggressività della squadra hanno pertanto premiato Angelo De Marco per il suo ritorno tra i ragazzi e portato alla vittoria la squadra con un punteggio di 49-7.
Mete di Formigli, Vannoni, Pallotti e Chiostrini.
Testo di Simona Chiostrini 

UNDER 14/2 - Bellaria Pontedera vs TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Pontedera, Polisportiva Bellaria - sabato 25 novembre 2017 ore 16.00

Si gioca il recupero della seconda giornata di campionato Under 14 Girone 2: Bellaria Pontedera VS Firenze Rugby 1931_2.
L’inizio della competizione è previsto per le 16:00 di un sabato novembrino che promette pioggia, è la giornata contro la violenza sulle donne e la società di casa la celebra con una simpatica iniziativa ad inizio partita: facendo volare tre palloncini rossi.
Partono subito in attacco i 13 di casa pressando e giocando nei 22 fiorentini che subiscono la spinta degli avanti pontederesi ben messi fisicamente; la difesa del Firenze riesce a reggere la bordata iniziale, si organizza, tenendoli sulla linea di meta;  quando ormai sembra fatta gli assalitori verde blu vengono respinti indietro, ma il gioco rimane nei 22 biancorosso fino a che, al 9° del 1°tempo Beccastrini, rientrato da un lungo stop,  approfitta di un errore su un passaggio avversario e con una bella corsa solitaria va a schiacciare in mezzo ai pali dando la possibilità a Metti di trasformare facilmente: 0-7.
Si riparte da centrocampo, la partita è ancora lunga e sicuramente per niente semplice, la compagine casalinga riparte a testa bassa facendo leva sugli elementi più potenti e pesanti; arginate comunque le incursioni nemiche, il Firenze si trova sempre più arretrato fino al 16° del 1°tempo quando il Bellaria riesce a schiacciare l’ovale partendo da una percussione dai 5 mt, meta trasformata, si torna in parità 7-7.
I fiorentini battono la ripresa della partita, sono tranquilli, forse un po’ troppo, mancano di concentrazione concedendo all’avversario mischie dettate da errori banali, regalando così spazio e possesso palla agli avversari. Soltanto alla fine del 1° tempo esattamente al 25° vediamo una bella apertura nello spazio verso i trequarti che riescono a far arrivare la palla all’ala Ricciardi che vola in meta appoggiando la palla centrale così permettendo la trasformazione di Metti. 7-14.
Il secondo tempo vede l’ingresso in campo dei ragazzi che erano partiti dalla panchina, il Bellaria tenta la rimonta, ma complice la stanchezza e l’ottima difesa dei gigliati, i verdi azzurri vengono fermati, il match si combatte soprattutto tra le prime linee, entrambe fanno un gioco chiuso perdendo così in qualità e spettacolarità, una delle poche aperture nello spazio viene sfruttata da Bartoloni che con una finta spiazza l’avversario per poi passare l’ovale a Sbolci che in piena corsa riesce a schiacciare la palla in posizione favorevole per la trasformazione di Ricci 7-21.
Siamo al 21° del secondo tempo, il cronometro inesorabile avanza verso la fine, si giocano gli ultimi 4 minuti con la stessa intensità, ma al fischio finale il risultato non cambia e l’alabim risuona anche a Pontedera.
Risultato finale 7-21.

Testo e Foto di Alessandro Metti





UNDER 12 - Raggruppamento Florentia Rugby - TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Firenze, Campo Marco Polo - domenica 26 novembre 2017
Oggi l'Under 12 del Firenze Rugby 1931, agli ordini dei suoi allenatori Taiuti e Magini, è stata ospite insieme al Rugby Lucca, del Florentia rugby per un concentramento a 5 squadre.
Tutte le compagini hanno provato a scaldare la mattinata giocando senza risparmiarsi agonisticamente nonostante il clima non fosse dei più favorevoli, infatti la pioggia, il vento e il freddo hanno condizionato a tratti la mattinata. Comunque, tutti i ragazzi in campo hanno dato il massimo regalandoci momenti di bel gioco, scontri e fair play su ogni campo. A sottolineare lo spirito con cui si è svolta la manifestazione l'ultima partita è stata giocata formando due squadre composte da atleti misti del Firenze Rugby 1931 e del Florentia Rugby. Dopo l'ottimo terzo tempo offerto dal Florentia i ragazzi si sono salutati augurandosi di trovarsi presto per altre giornate all'insegna dello sport e dell'amicizia.

Testo di Paolo Sampoli - Foto di Bess Melendez




UNDER 10 - Raggruppamento Amatori R. Cecina - TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Cecina, Campo Aldo Castellani - domenica 26 novembre ore 10.30
Lasciandosi alle spalle un cielo plumbeo in stile Blade Runner, la carovana biancorossa si presenta al Campo Castellani di Cecina in una giornata di timido sole e aria pungente per il penultimo concentramento dell’anno solare 2017 dell’under 10 organizzato dagli Amatori Cecina. Ad attenderli sul campo di gioco, oltre alla squadra organizzatrice, ci sono il Rosignano, i Rooster Galluzzo e il Rugby Lucca.
Pronti via e la prima partita finisce con una vittoria netta del Firenze sul rugby Lucca, ma non convince il troppo individualismo messo in campo. Con pazienza la brava educatrice Emma Hill chiarisce ai ragazzi che dobbiamo ritrovare il gioco di gruppo di cui siamo capaci e le sue parole hanno decisamente effetto: i giocatori si mostrano più attenti nello schieramento, più presenti nel sostegno ai compagni che portano palla, stringono di più le maglie quando c’è da difendere. Ne scaturiscono così altre tre belle partite, ben giocate che al di là del positivo risultato finale, rendono ancor più divertente e piacevole lo spettacolo offerto dai nostri giovani rugbysti.
Doccia calda, un bel terzo e lo spirito goliardico e di combriccola dello staff locale chiudono un altro bel capitolo della piccola storia di questa under 10 che continua far progressi.

Testo e Foto di  Maurizio Amadori





UNDER 8 - Raggruppamento TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Firenze, Ruffino stadium Mario Lodigiani - sabato 25 novembre ore 15.00

È un sabato pomeriggio che promette pioggia quello che incornicia il primo raggruppamento fra le mura domestiche dei piccoli biancorossi, ma se il Ruffino Stadium Mario Lodigiani chiama, l’Under 8 risponde a gran voce: con oltre 20 bambini presenti, il Firenze Rugby 1931 schiera ben tre squadre a fronteggiare i coetanei di Gispi Prato, Scandicci, Puma Bisenzio e Pistoia.
Sotto lo sguardo attento degli educatori Martina Meoli, Leonardo Boscherini e Daniel Lo Valvo, le partite si susseguono serrate e con avversari di livello.
L’emozione è palpabile, giocare in casa sotto gli occhi di amici e parenti accorsi a fare il tifo è sicuramente uno stimolo in più, ma anche in questa occasione i biancorossi non si fanno trovare impreparati, sfoderano carattere e grinta, dimostrando ancora una volta che questa Under 8 c’è eccome!
E se i bambini hanno formato una squadra unita, basata sull’amicizia e sul rispetto, non possiamo non fare un applauso a tutti i genitori che si sono impegnati indistintamente per far sì che questo primo raggruppamento in casa funzionasse alla perfezione, trasformandosi in una festa, un’occasione per conoscersi meglio e condividere qualcosa che va oltre lo sport.
Siamo sulla strada giusta, andiamo avanti così!

Testo di Gaia Farulli - Foto di Tommaso Martinoli




UNDER 6 - Raggruppamento TOSCANA AEROPORTI FIRENZE RUGBY 1931
Firenze, Ruffino stadium Mario Lodigiani - sabato 25 novembre ore 15.00 
Sabato sono tornati in campo i piccoli dell’under 6, nonostante qualche assenza dovuta a virus, che iniziano purtroppo ad  arrivare….
La squadra determinata e concentrata è scesa in campo per affrontare al meglio il suo terzo concentramento!!!
I piccoli rugbisti,  con l’immancabile voglia di stare insieme divertendosi, hanno giocato le loro quattro partite con il Livorno, Livorno_2, Puma e Puma_2.
I nostri  atleti in campo sono stati agguerriti: scambi, placcaggi, mete.
Giulio fino alla fine li ha incitati, spronati, guidati; ovviamente non è mancato il tifo a bordo campo!
I nostri nani stanno crescendo partita dopo partita e non solo come giocatori!!!
Come sempre…. BRAVI TUTTI!!!

Testo di Valentina Orlandi  

SUPERCHALLENGE U14: CHE SPETTACOLO A NAPOLI Per la prima volta nella sua storia il  Superchallenge U14  ha fatto tappa al Sud e, p...