lunedì 31 ottobre 2016


DOMANDA: ma nella pasta e fagioli ci mettiamo anche un poco di cotica?
RISPOSTA: certamente, grazie!

Ad Alessandria, come un poco in tutte le Club House, non si scherza in quanto a terzi tempi, e spesso al termine di confronti di rugby si puo’ udire simili quesiti di stampo gastronomico! Domenica scorsa al campo “Ferrovieri” si sono sviluppati ben quattro appuntamenti rugbistici, tra Under 16, attività di propaganda, seniores di Serie B e seniores di Serie C2 ed al termine di questi era d’obbligo organizzare un terzo tempo ad evento. Tutto è filato liscio, tutti sono stati rifocillati, con la classica pasta asciutta, ma anche con invitanti dolcetti, questi soprattutto dedicati ai bambini del minirugby.

(In uno dei locali di Michele Caridi durante un terzo tempo)

Ad Alessandria al di la della vittoria o della sconfitta della propria squadra c’era aria di festa e al Bar/Ristorante DLF  di lavoro ne hanno avuto. E così tra una Moretti/Rossa e una pasta e fagioli si è chiusa una intensa giornata di rugby. A dire il vero, pero’, si è “tirato” anche un’altro terzo tempo in un locale di Michele Caridi, lui che con la squadra dei “GRIGI” ha giocato una vita per poi seguire la carriera arbitrale ha avuto buone iniziative nella ristorazione inaugurando in questi quattordi anni ben tre locali dedicati al gioco del rugby. Il piu’ datato, appunto è il Rugby Club Alessandria a Casalbagliano, da cinque anni invece è stato inaugurato il Rugby LA META a San Salvatore Monferrato, e da solo tre anni è nato TOUCH RUGBY in Alessandria in via Mario Maggioli, molto vicino al campo dei Ferrovieri.

(Ai terzi tempi si puo' incontrari amici di lunga data come l'alessandrino Daniele Zucconi e il torinese Mauro Monfrino)

 Che dire poi della Club House dei Barberans Vino & Rugby, anch’esso vicino al verde prato dedicato al rugby, ma soprattutto agli Old, ai giocatori alessandrini che continuano a frequentare i campi da gioco nei tornei riservati a loro? 
Il Monferrato con la squadra Cadetta, nel Campionato di C2, ha vinto per 24 a 7 contro il Novi Ligure.
Partita che serve ad addolcire la domenica di rugby alessandrina. Mai in discussione il risultato, contro avversari sulla carta inferiori ai monferrini.
Formazione: Spunton, Chiavetta, Cacciatore, Simonte, Zaio, Patrucco, Ricci, Pareti, Fossa, Palazzetti, Chiarlo, Piacentini, Baroni, Abluton, Martinetto. A disp. Cosenza, Furini, Minacapelli, Fiorentino, Tassagna, Taschina, Giangrande.

(Cadetti Monferrato vs Novi si è giocato sotto i riflettori)

U 18 Elite
Storico successo del Monferrato Rugby sul Viadana nella quarta del Campionato Elite Under 18.
Partono decisamente forte i monferrini che forti della consapevolezza di poter far male a chiunque acquisita domenica scorsa a Calvisano, recuperano la meta iniziale lombarda con Bastita e allungano con i calci di Myburgh. Primo tempo finisce 10 a 5. Nel secondo tempo ancora una meta e un calcio di  Myburgh portano il massimo vantaggio a meta del tempo nonostante tre calci piazzati non messi a segno. Reagisce forte il Viadana che non accetta di perdere e si porta sotto fino al 18 a 17. La mancata trasformazione del Viadana sancisce la vittoria finale del Monferrato. E che vittoria!!!!

Formazione:  Myburgh, Cherubin, Manga (Draghi), Ardissone, Brumana, Mazzolari, Luzi(Giarrizzo), Farinetti, Bellino, Comandini (Aloi), Carafa, Garbarino, Plado, Bastita Cucco), Raviola.
A disp. n.e. Pizzolato, Roci, Rabichi

Under 16 Elite
Nell’anticipo della terza giornata del campionato nazionale Elite Under 16, disputato al campo Lungo Tanaro di Asti, arriva la prima sconfitta contro i fortissimi milanesi dell’ASR Milano.
Punteggio finale di  16 a 22 (4 mete a 2 per gli ospiti).
 Splendida partita, giocata con grandissimo ritmo e grande intensità.
Nel primo tempo la squadra milanese fa pesare la maggiore qualità della manovra offensiva e la maggior efficacia delle linee di corsa dei propri tre quarti: mai un errore di handling, corse sempre con traiettorie dirette e molto efficaci; sostegni vicini e partecipazione di tutta la linea dei tre quarti alla manovra al largo.
I monferrini si oppongono con una buona linea difensiva ma sono costretti dopo le molte fasi di gioco a lasciare spazio al largo subendo la superiorità numerica.

Il Monferrato domina le fasi di mischia ordinata, al contrario, estremamente negativa è stata la prestazione in rimessa laterale con numerosissimi palloni regalati agli avversari. A favore del Monferrato la capacità di rimanere sempre in partita. Si va infatti al riposo sul punteggio di 17 a 10 per gli ospiti.
La ripresa è tutta di marca monferrina. I ragazzi di Gubinelli e Lovotrico,  spostano  il baricentro dell'azione nella metà campo avversaria: in diverse occasioni il Monferrato riesce a mettere alle corde la difesa milanese, senza raccogliere, purtroppo,  i punti che una maggior concretezza e precisione nella finalizzazione avrebbero fruttato.
Su un capovolgimento di fronte, in inferiorità numerica, i padroni di casa subiscono la quarta, dannata e  decisiva meta che porta la squadra ospite a 22 punti. A nulla serve la meritata metà nel finale di Cristian Boglianni  che addolcisce solamente il risultato finale: 16 a 22.
La gara è vinta con merito dalla squadra più esperta e qualitativamente migliore nella fase di finalizzazione; ai ragazzi monferrini resta la convinzione di aver lottato ad armi pari con quella che con ogni probabilità si rivelerà la squadra più forte del girone Nord Ovest.
Tabellino.  3 CP Pizzolato;  1 met Bognanni nel secondo tempo tr Pizzolato
Formazione: Shelqueti, Troisi, Esposito (Chinelli), Verdino, Boglianni, Volucello (Vescina), Chiesa, Valentini, Lovotrico, Marcandetti, Griffo (Balteanu), Dapavo, Pronzato, Valorzi.
Under 16 Territoriale
Sconfitta per inferiorità numerica. Contro l’Amatori Genova, la formazione Monferrina per vicissitudini di vario titolo schierava solo i quindici titolari. Con l’infortunio di un giocatore, all’arbitro non è restato che sospendere l’incontro, con la vittoria dell’Amatori Genova….e la conseguente penalizzazione in classifica per il Monferrato

                                                                                Little Easter

FORSE l’iniziale affermazione di Sondrio aveva un poco illuso il Monferrato, neopromosso in Serie B, che in seguito ha lasciato battuto il campo Lungotanaro di Asti, utilizzato in alternanza per le partite casalinghe con quello dei Ferrovieri di Alessandria. Poi c’è stata la sconfitta subita a Capoterra, ed infine l’importante affermazione ottenuta sul difficile campo del Rovato. E’ logico che un poco di delusione in seno al club diventa naturale, dopo aver lasciato i quattro punti ai torinesi, in svantaggio sino a sette minuti dal fischio finale.

(nella foto ROBERTO MANDELLI durante il test con i torinesi)

 Non è stato sufficiente il caloroso sostegno del numeroso pubblico presente sugli spalti per ottenere la prima vittoria in quel di Alessandria, e ROBERTO MANDELLI, ex nazionale Azzurro, analizza il test molto concretamente: “ Sicuramente il Torino ha dimostrato di possedere una buona mischia, ma anche una buona organizzazione generale, pero’ non mi sembra abbiano  avuto una netta supremazia; noi abbiamo risposto alle loro iniziative in modo efficace, touche sono state equilibrate, loro  sono stati bravi a gestire il pallone nello spazio, a creare fasi su fasi, e poi l’individualita del numero dieci ha fatto la differenza. Si è inventato un po’ una meta che ha portato il risultato a piu’ tre la sua squadra, e  non siamo piu’ stati in grado di recuperare il minimo svantaggio. Sul gioco al piede territoriale erano messi bene e così anche in mischia, ma noi per migliorare dovremo migilioare sui dettagli che a volte penalizzano pesantemente.”
Ad Alessandria si è visto molto gioco alla mano, con tanta insistenza da parte di tutte e due le formazione, quasi fosse stata una dimostrazione fine a se stessa!
(la bella, quanto illusoria, meta del vantaggio monferrino di Ameglio)

“ Noi del Monferrato – conclude MANDELLI attuiamo un gioco vario. Giochiamo  sul gioco stretto per stringere poi la difesa avversaria, lanciando i nostri cavalli veloci, infatti la meta che abbiamo realizzato ai torinesi è stata conseguente da una giocata alla mano arrivata da una fruttuosa penetrazione della mischia. Al di la del risultato noi continueremo con il nostro lavoro, del resto con il tempo potremo recupearre posizioni in classifica.”
(il sudafricano CHRIS DE MEYER coadiuva Mandelli nel Monferrato e tutto il settore giovanile, compreso le attività del minirugby dello Junior Asti)

Il Monferrato, nonostante la sconfitta casalinga, ha ottenuto un punto di bonus difensivo, che in ogni modo ha mosso la classifica. CHRIS DE MEYER, che coadiuva dalla panchina Mandelli, non ha di certo solo questo compito in seno alla Franchigia monferrina, e le formazioni del minirugby astigiano ormai garantiscono importanti risultati.
“ Bene, molto bene – ammette il coach sudafricano – ad Alessandria abbiamo potuto assistere ad un bell’incontro di rugby. Si è giocato molto alla mano, un bell’impatto per chi ha seguito il confronto, un test dal contenuto tecnico di un certo spessore,  considerando che le due squadre sono iscritte ad un campionato di Serie B. Lotta dura, comunque, ma divertente, con azioni vorticose e repentini spostamenti delle azioni da sinistra a destra e viceversa. Per avere queste risposte pero’ bisogna continuare a lavorare come stiamo facendo da circa sei anni ad Asti con le nostre selezioni giovanili. Si lavora con i bambini, che crescono costantemente di numero di anno in anno, e la collaborazione da parte di alcuni ragazzi della prima squadra è ottimale.

La classifica del Girone 1 della Serie B è ora la seguente: Biella punti 19, CUS Milano 17, CUS Torino e VII Torino 16, Amatori Alghero e Piacenza 15, Monferrato 11, Sondrio 10, CFFS Cogoleto&Pérovince dell’Ovest 7, Rovato 6, Amatori Capoterra (*) e Tutto Cialde Lecco (*) 4.

(*) = partite da recuperare.








23 a 16 sono sicuramente i numeri negativi per il VII TORINO RUGBY! Le uniche due sconfitte subite su cinque test giocati dai subalpini nel Campionato Nazionale di Serie B, infatti, si sono conclusi così, sia con il Lecco, alla prima giornata, che nel derby con il CUS Torino. Al di la della cabala, pero’, il team gialloblù ha sottomesso nell’ordine il CUS Milano (33/11), il CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest  (28/24) e domenica scorsa ad Alessandria il Monferrato (13/10), portandosi al terzo posto in classifica appaiato al CUS Torino, ed a solo tre punti dalla capolista Biella. Intanto ad Alessandria il VII Torino ha messo in chiaro le sue intenzioni, e il coach sudafricano ANDRE BESTER, a noi presentato dall’amico MARIO RE, è certamente lieto del risultato ottenuto:
(nella foto il sudafricano di Bloemfontein ANDRE BESTER, ex trainer del CUS Torino ora a Settimo Torinese)

“Sapevo che era difficile fare risultato qui con il Monferrato – ammette il trainer di Bloemfontein -  ero al corrente  che avevano giocato bene  con avversari quotati come il Piacenza e andando a vincere addirittura a Rovato. E’ una forte squadra questo Monferrato, hanno anche uomini di esperienza, noi avevamo in campo una formazione piuttosto giovane con addirittura due piloni tra i diciotto e i diciannove anni di età. Determinanti per noi sono stati gli ultimi venti minuti di gioco, quando abbiamo dimostrato di essere preparati atleticamente a giocare a buon livello per ottanta minuti.  Bravo il nostro mediano di apertura, ma da elogiare anche il trequarticentro De Razza, in grande giornata. Il nostro principale problema è la pazienza – prosegue BESTER -  si in quanto i giovani hanno poca pazienza ed a volte si commettono errori solo per troppa precipitazione. E’ stata una bella partita indubbiamente, tutte e due le formazioni hanno dato il massimo, e noi non lo nascondiamo dopo aver sfiorato la promozione in Serie A passando ai play off, dobbiamo ritentare il colpo anche se quest’anno, considerando le forze in campo dell’intero campionato, sarà piu’ difficile raggiungere questo obiettivo.” 
(la giovane e potente prima linea del VII Torino in grande forma ad Alessandria)

E’ una bella sfida per il VII Torino guidato da un allenatore che ha le idee chiare ed esperienza, come del resto la classe dirigenziale dei gialloblù, cominciando dal Presidente Nicola Augello, e ad Alessandria a seguire le “evoluzioni” della squadra non potevano mancare Maurizio Ferlin, vicepresidente del club, suo figlio Giovanni Ferlin, D.S. del VII, e con esperienze da giocatore nel CUS Genova, come Mauro Monfrino, presente anch’esso al Ferrovieri. E TURI LO GRECO, Team Manager della squadra torinese riserva buone parole per gli avversari che senza dubbio hanno messo in mostra grande carattere e volontà.
“ Quando è iniziata la partita – dice LO GRECO – e avevo notato la rabbia agonistica che esprimeva in campo il Monferrato ho avuto paura. Perchè i nostri ragazzi in quel momento quella rabbia non l’avevano proprio, ma in ogni modo pensavo che se riuscivamo a contenere tutta questa carica agonistica (sino alla mezzora a condurre nel punteggio era proprio il Torino ndr) la partita la potevamo anche portare a casa. “
(Nella foto Salvo Lo Greco, Team Manager del VII Torino)

E’ stato confronto equilibrato nei punti d’incontro, nelle touche, ma nei raggruppamenti i torinesi hanno spesso messo in difficoltà i monferrini!
“Ero convinto che chi avrebbe avuto piu’ voglia di vincere avrebbe portato a casa la vittoria – prosegue LO GRECO – poi la nostra difesa soprattutto nel secondo tempo è stata eccellente, ed infine l’invenzione di Small nell’azione della meta finale, ha chiuso a sorpresa le velleità degli avversari.  Certo che da come si erano messe le cose ero convinto che solo da una vera invenzione del nostro Tim si poteva concretizzare la differenza finale, e così è stato.”
(l'irlandese Tim Small, decisivo con le sue decisioni  di gioco vincenti)


VII Torino prima di allora ha preso parte ai Campionati Nazionali come Rugby Torino, Ginnastica Torino, Bacigalupo Rugby Torino, Ambrosetti Rugby Torino, Rugby Torino ’87, Going Rugby Torino ed infine, e dal 2000 ad oggi con VII Torino. Duecento tesserati per otto squadre complessive per un bacino di utenza di grande interesse.










ALESSANDRIA Campo Ferrovieri
MONFERRATO RUGBY   10
VII TORINO RUGBY         13
Marc.p/t: 29’ cp Small, 35’ mt Ameglio tr Zucconi; S/t: 3’ cp Zucconi, 5’ cp Small, 33’ mt e tr Small.
MONFERRATO: Tescaro, Mokom, Domenighini, En Naour, Giorgis (47’ Camelliti), Zucconi, Caramella (39’ Perissinotto), Mandelli, Sciacca (52’ Cotaj), Ameglio, Demeco, Enea Shpella (65’ Canta), Piciaccia (52’ Chibsa), Cullhaj, Caponiti. All. Roberto Mandelli/Chris De Meyer.
VII TORINO: Lancione, Marchi, De Razza, Martinucci, Civita, Small, Murgia, Pellegrini, Ducatto, Nepote, Lukic (28’ Marchisio), S. Lo Greco, Angotti (28’ Wachsmann), Montaldo, Del Grosso. All. Andrè
Cart.gialli: 35’ Civita, 42’ Cullhaj, 72’ Canta e Del Grosso.
Arbitro: Vedovelli (SONDRIO), GDL Barrafranca e Seita.


Prima di tutto ha vinto il pubblico, il pubblico del “Ferrovieri”, terreno rugbistico ormai storico che ha potuto accogliere sugli spalti un numero di spettatori da serie superiore. certo non da serie B. Ed anche le formazioni scese in campo hanno dimostrato, almeno in parte, di meritare una certa attenzione. Al termine di una vera e propria “battaglia” a tutto campo (comunque sostanzialmente battaglia leale) ha prevalso il Settimo Torinese che per scelta adotta ufficialmente il VII romano. Tre confronti al campo di Alessandria, quasi una “storia infinita” la domenica mandrognina, con una sola affermazione su tre confronti per i locali, grazie alla prova della seconda squadra guidata tecnicamente dal beneventano Alessandro Corrado, ex Acqui Rugby, e Diego Baldovino, ex Lions Tortona. Ma andiamo per ordine. Archiviato il test Under 16 del mattino, conclusosi per inferiorità numerica dei monferrini, sono scese in campo le squadre iscritte alla Serie B, un torneo sempre piu’ equilibrato, come fa intuire il risultato finale. I primi venti minuti sono tutti di marca monferrina che grazie ad una carica agonistica inusuale costringono i gialloblù a subire le loro iniziative, peraltro infruttuose.
(Elton Cullhaj tra i piu' intrepidi del Monferrato)

 Con il trascorrrere del tempo, pero’, il VII Torino esce in avanscoperta con iniziative piu’ penetranti e costringono a qualche fallo il Monferrato il quale prima viene graziato (23’) da un penalty dall’apertura Tim Small, e questo sarà l’unico errore dell’irlandese di Ballymena,   poi subisce (29’) una punizione e per i torinesi è il provvisorio vantaggio. Gli ultimi cinque minuti del primo tempo sono da far tremare i polsi, con un Monferrato letteralmente all’arrembaggio con Roberto Mandelli in prima fila a suonare la carica e da buon ball carrier per i torinesi difendere la loro area diventa molto difficile. Con l’espulsione temporanea dell’ala Civita i padroni di casa schiacciano sull’acceleratore e dopo una splendida azione corale con i trequarti s’invola in meta il terzalinea Ameglio, completa dalla piazzola Jacopo Zucconi. Il secondo tempo mette subito in mostra i due rispettivi calciatori, e prima Zucconi poi Small vanno a segno su piazzato. 

(il talloneur torinese Montaldo in avanzamento, controllato da Caponiti)

Dieci a tre e il derby piemontese continua ad appassionare il numeroso pubblico presente allo spalto Carlo Alberto; Mandelli cerca di sfondare la ferrea linea difensiva torinese, ma intanto è proprio la squadra subalpina a prendere le migliori iniziative, anche se a sprazzi. Tra i monferrini s’infortuna ad un braccio Enea Shpella, intanto si segnalano per spirito di sacrificio il tallonatore Elton Cullhaj, il pilone Beppe Caponiti, ma i torinesi prendono sempre piu’ possesso del campo, la loro mischia “macina” a piu’ non posso e costringe spesso i monferrini a “girate” non del tutto occasionali.

(il bresciano ed ex Azzurro Roberto Mandelli vince una touche e rilancia l'azione)


 Gli scontri si fanno sempre piu’ intensi, l’arbitro valtellinese Vedovelli tiene in pugno la partita e assegna due espulsione temporanee e, proprio poco dopo il VII Torino fionda in meta con una azione da manuale dei trequarti, ispirati manco a dirlo dal solito Tim Small, Man of The Match! I commenti in altri susseguenti articoli.

domenica 30 ottobre 2016


       
 Comunicato stampa      

Risultati squadre siciliane
              

Si inoltrano i risultati delle squadre siciliane.

Campionato nazionale Serie B – Girone 4
Quinta giornata andata – 30/10/2016

Avezzano Rugby – Amatori Messina Nissa 35 – 00
Amatori Catania – Arvalia Villa Pamphili 31 – 25

Prossimo turno – 06/11/2016

Amatori Messina Nissa – Amatori Catania

Campionato nazionale Under 18 élite
Quarta giornata andata – 30/10/2016

Arvalia Villa Pamphili – CUS Catania 20 – 10
CLC Messina – Roma Legio Invicta 24 – 13

Prossimo turno – 06/11/2016

CLC Messina – Arvalia Villa Pamphili
CUS Catania – Avezzano Rugby

Campionato nazionale Under 16 élite
Terza giornata andata – 30/10/2016

CUS Catania – Partenope Rugby 00 – 53

Prossimo turno – 13/11/2016

Rugby Napoli Afragola – CUS Catania

Coppa Italia Donne – Girone Sicilia
Prossimo turno - 20/11/2016: Stadio Sperone - Messina / Campo Pregadio – Enna

Campionato regionale Serie C – girone 1
Quarta giornata andata – 30/10/2016

CUS Catania – Aquile del Tirreno 70 – 24
Padua Ragusa – Syrako Rugby 31 – 23
Palermo Rugby – CLC Messina 03 – 38

CLASSIFICA ALLA QUARTA GIORNATA DI ANDATA

CUS Catania 18
Padua Ragusa 13
CLC Messina 12
Syrako Rugby 08
Palermo Rugby 06
Aquile del Tirreno 01

Prossimo turno – 06/11/2016

Aquile del Tirreno – Padua Ragusa
CUS Catania – Palermo Rugby
Syrako Rugby – CLC Messina

Campionato regionale Serie C – girone 2
Quarta giornata andata – 30/10/2016

Fiamma Cibali CT – Clan Ibleo 19 – 07
Briganti Librino CT – CLC Messina 31 – 00
Aquile Enna – Misterbianco Rugby 24 – 07

CLASSIFICA ALLA QUARTA GIORNATA DI ANDATA

Fiamma Cibali CT 19
Aquile Enna 14
Clan Ibleo 11
Briganti Librino CT 10
CLC Messina 01
Misterbianco Rugby 00

Misterbianco Rugby 4 punti di penalizzazione

Prossimo turno – 06/11/2016

Aquile Enna – Briganti Librino CT
CLC Messina – Fiamma Cibali CT
Misterbianco Rugby – Clan Ibleo

Campionato regionale Under 18
Terza giornata andata – 30/10/2016

Padua Ragusa – Amatori Catania 104 – 00
Audax Ragusa – Palermo Rugby 37 – 05
Aquile del Tirreno – Fiamma Cibali CT 08 – 14
Triskele Sicilia – CAS Reggio Calabria 15 – 10

Ha riposato: Briganti Librino CT

CLASSIFICA ALLA TERZA GIORNATA DI ANDATA

Padua Ragusa 15
Fiamma Cibali CT 13
Aquile del Tirreno 11
Audax Ragusa 09
Triskele Sicilia 09
CAS Reggio Calabria 02
Amatori Catania 00
Palermo Rugby 00
Briganti Librino CT -04

Briganti Librino CT 4 punti di penalizzazione

Prossimo turno – 06/11/2016

Amatori Catania – Audax Ragusa
Aquile del Tirreno – Padua Ragusa
Triskele Sicilia – Palermo Rugby
Briganti Librino CT – CAS Reggio Calabria

Riposa: Fiamma Cibali CT

Campionato regionale Under 16
Terza giornata andata – 30/10/2016

Audax Ragusa – Palermo Rugby 76 – 00
Amatori Messina - Briganti Librino CT 05 – 42
Aquile del Tirreno - Fiamma Cibali CT 00 – 72
Nissa Rugby – CLC Messina 12 – 36

Ha riposato: Triskele Sicilia

CLASSIFICA ALLA TERZA GIORNATA DI ANDATA

Fiamma Cibali CT 15
Audax Ragusa 15
Briganti Librino CT 10
CLC Messina 10
Aquile del Tirreno 05
Amatori Messina 04
Triskele Sicilia 01
Palermo Rugby 00
Nissa Rugby 00

Prossimo turno – 20/11/2016

Triskele Sicilia – Palermo Rugby
CLC Messina - Audax Ragusa
Fiamma Cibali CT - Briganti Librino CT
Amatori Messina – Nissa Rugby

Riposa: Aquile del Tirreno



Salvo errori di digitazione e successiva omologazione.

(da Roman Henry Clarke add/com CR FIR Sicilia)
RISULTATI DI DOMENICA 30 OTTOBRE
Napoli - Concluso il weekend rugbistico campano. Sulle quindici gare complessive disputate quest'oggi, dieci sono stati i successi registrati da parte delle compagini che hanno giocato tra le mura amiche, a fronte di soli cinque exploit esterni.

In Serie C1 successi per la capolista Arechi, per i Dragoni Sanniti e per il Clan di Santa Maria Capua Vetere.

Nel torneo di Serie C2 vincono sfruttando il fattore campo il IV Circolo Benevento, i Due Principati e la Sarnese. Successi esterni per Spartacus Social Club e Acli Campobasso.

In Under 18 ampia vittoria per il IV Circolo Benevento. Vincono anche  Clan S. Maria Capua Vetere ed Amatori Torre del Greco.

Nel campionato Under 16 vittorie per: IV Circolo Benevento, Clan S. Maria Capua Vetere, Dragoni Sanniti e Normanni.

ARBITRO
DRAGONI SANNITI
RENDE
27 - 19 (3-3)
CASCIELLO
ARECHI
AFRAGOLA SCAMPIA
49 - 0 (9-0)
MENNELLA
AMATORI TORRE DEL GRECO
CLAN S.MARIA CAPUA VETERE
0 - 41 (0-7)
DE MARTINO


SERIE C 2 - Girone Campania

IV CIRCOLO BENEVENTO
NATO LIONS RUGBY CLUB ASD
39 - 6 (7-0)
RUSSO
DUE PRINCIPATI
PARTENOPE
41 - 0 (7-0)
CALABRITTO
SARNESE
VESUVIO
13 - 10 (1-1)
PARACUOLLO
WOLWES
SPARTACUS SOCIAL CLUB
5 - 50 (1-8)
PINESSO
NAPOLI AFRAGOLA
ACLI CAMPOBASSO
8 - 13 (1-2)
SARRACINO


UNDER 18 

IV CIRCOLO BENEVENTO
HAMMERS CAMPOBASSO
87 - 5 (13-1)
PANARIELLO
CLAN S.MARIA CAPUA VETERE
NAPOLI AFRAGOLA n. 2
53 - 7 (9-1)
D'ORSI
PARTENOPE
STREGHE BENEVENTO
sosp.
FIORETTI
AMATORI TORRE DEL GRECO
NORMANNI
34 - 10 (6-1)
COVELLI


UNDER 16

IV CIRCOLO BENEVENTO
HAMMERS CAMPOBASSO
41 - 5 (7-1)
AQUINO
CLAN S.MARIA CAPUA VETERE
NAPOLI AFRAGOLA n. 2
32 - 25 (6 - 4)
COMMONE
VESUVIO
DRAGONI SANNITI
14 - 46 (2-8)
PEPE
AMATORI TORRE DEL GRECO
NORMANNI
5 - 15 (1-3)
BOFFULA


Gare non organizzate dalla C.O.G. del C.R. Campano che si disputano in Regione

SERIE B - GIRONE 4 POULE 2

PARTENOPE
PAGANICA
16 - 17 (2-2)
BOFFULA–FIORETTI
UNDER 18 ELITE

NAPOLI AFRAGOLA
AVEZZANO
45 - 0
AMBROSIO
UNDER 16 ELITE

U.S. BENEVENTO
NAPOLI AFRAGOLA
29 - 17
LOMBARDI

La  XXIII edizione  del  “Salento Beach Rugby Cup”  si terrà presso il Lido Onda Marina di  Torre San Giovanni . La ...