mercoledì 31 agosto 2016











Continua la preparazione pre-campionato per L'Aquila Rugby Club, che sul campo di Piazza D'Armi si allena quotidianamente in vista dell'avvio di stagione.
Nel mese di settembre ci saranno anche alcune amichevoli, organizzate per testare le condizioni fisiche del gruppo e valutare gli schemi di gioco. Il 9 settembre, in occasione della 24esima edizione di “9 serate del rugby”, L'Aquila scenderà in campo in terra veneta, per un triangolare con Casale (Serie A) e Mirano (Serie B). Due giorni dopo, l'11 settembre, i neroverdi sfideranno in amichevole il Tarvisium, una delle compagini più accreditate della Serie A. Il 17 settembre, infine, ci sarà il VI Memorial “Lorenzo Sebastiani”, in memoria del giovane pilone neroverde scomparso la notte del terremoto, nel 2009. Un appuntamento che sta acquistando, nell'arco degli anni, sempre più importanza nel panorama rugbystico.



Per quanto riguarda la situazione dell'infermeria, rimangono fermi ai box Alberto Grassi e Andrea Ciofani, in convalescenza. Fermi per qualche giorno anche Mattia Vaschi, per una tendinite, Francesco Rossi, a causa di una lombalgia e Gianmarco Cialente, infortunatosi alla caviglia durante gli allenamenti. E' tornato invece ad allenarsi il tallonatore Nicola Rettagliata.







Eccoci qui! L'altro ieri giovedi 29 agosto, abbiamo presentato il club e suoi progetti ad un bel gruppo di genitori interessati alla nostra proposta sportivo/educativa. Abbiamo innanzitutto presentato lo staff dei dirigenti e dei tecnici: Mauro Mezzaroma (presidente ed allenatore di primo livello), Luca Lattanzi (vice-presidente e direttore tecnico), Giuliana Tortolo (segretaria), Stefano Maran (allenatore di primo livello), Luca Zorzenon (animatore regionale), Claudio Mariuzza (animatore regionale). 


Per quanto riguarda la proposta sportivo/educativa del minirugby, questa verterà sul coinvolgere i bambini e le bambine sul piano del divertimento, del gioco non solo in senso tecnico, permettendo loro di esprimere la propria istintività e vitalità, tenendo sempre ben presente la loro età, senza eccessivi condizionamenti, per poi gradualmente farli arrivare ad acquisire conoscenza e consapevolezza di quelli che sono i principi fondamentali del rugby che, applicati poi in campo, darà loro la possibilità di giocare in maniera divertente ed efficace. Allo stesso tempo, si farà sempre tanta attenzione alla parte psico-motoria che, nella sua evoluzione, diventa cura delle abilità individuali (corsa, passaggio, uscita dal frontale, placcaggio ecc ecc).

Per quanto riguarda il rugby femminile juniores, l'obiettivo è quello di creare da subito una U16 femminile che partecipi al Campionato Interregionale Veneto di categoria, puntando poi alla qualificazione alle finali nazionali. In questo caso si può parlare di attività agonistica vera e propria, anche se la parte formativa rimane sempre prioritaria. Ogni volta che sarà possibile si attingerà a tutte le risorse che si avranno a disposizione: dall'invito di tecnici esterni per allenare skills individuali o determinate fasi di gioco alla partecipazione agli allenamenti di rappresentativa regionale, dalla partecipazione a tornei di livello nazionale ad eventuali trasferte all'estero. Il gruppo di U14 femminile che si andrà a creare, si allenerà con quello delle U16, condividendo gran parte del piano formativo anche se, ovviamente, la parte agonistica sarà tenuta sotto traccia.
Il club, che nasce dichiaratamente per fare sviluppo e promozione del rugby di base, farà parecchia attività nelle scuole e si attrezzerà per promuoversi sul territorio utilizzando tutti i canali di comunicazione possibili.
Molto presto verrà data comunicazione della data d'inizio delle attività, la prima delle quali a partire sarà quella femminile.


da PierGiorgioGrizzo Del.RugbyFIR Friuli V.G..


Fonte: Unione Rugby Sambenedettese
"A cena con gli Ortolani"
Serata organizzata dall'Unione Rugby SBT per fare amicizia con coloro che si prendono cura degli orti confinanti con il campo "Nelson Mandela".





Un incontro inizialmente goliardico per trascorrere una serata spensierata assaporando i frutti della terra, dal campo alla tavola,
ma alla luce dei recenti fatti si è deciso di devolvere parte del ricavato della cena a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Umbria, Lazio e Marche.


Sabato pomeriggio appuntamento di spicco ad Asti al campo Censin Bosia per un interessante test tra due club di Eccellenza. Petrarca Padova, pluricampione d’Italia, e Mogliano, che nel 2012 ha conquistato l’unico alloro nazionale, saranno di fronte a contendersi il IX Memorial Christian Cataldo e la seconda  Canterbury Cup. Il test è programmato per le 16,30 ed arbitrerà Stefano Bolzonella di Alba, con i due giudici di linea Gabriele Platania di Novi Ligure e Cristiano Secci di Acqui Terme.


 Il Torneo è intitolato allo sfortunato Christian Cataldo, mancato prematuramente a soli 25 anni di età, nel 2007, causa un incidente con la sua autovettura. Cataldo, figlio d’arte, aveva seguito il classico percorso rugbystico nelle giovanili dell’Asti Rugby per esordire nel 2004 in Serie B sotto la guida di Loris Salsi, allora allenatore del team biancorosso.

Si comunica che si terrà un Corso di Aggiornamento valevole per gli Allenatori di tutti i livelli:


MERCOLEDI’ 14 SETTEMBRE 2016  dalle ore 20,00 c/o lo Stadio Carlini di Genova in via Vernazza, zona San Martino. Tema: Le nuove regole di gioco (docenti Stefano Pennè ed Alessandro Bottino).

martedì 30 agosto 2016















A RECCO si preannuncia un week end molto ricco, che si vivrà al campo Carlo Androne sabato 3 e domenica 4 settembre, e che vedrà concentrarsi, in soli due giorni, due test precampionato e il Palio del Fuoco.
Sabato 3 settembre sarà la squadra Cadetta la prima a scendere in campo, intorno alle ore 16,00 per disputare una partita amichevole contro l’Amatori Genova. Entrambe le squadre si stanno preparando al campionato di serie C Territoriale, il Recco per la C2 i genovesi per la C1.
Alle 18,30 la Prima squadra del Recco giocherà il primo degli incontri precampionato in programma e, come ormai da tradizione, anche quest’anno l’avversario arriva dalla Francia. Lo Stade Nicois, squadra di Nizza che si appresta a disputare il campionato Fèdèrale 2, è ospite a Recco per la prima volta e costituisce di certo un test molto impegnativo per gli “Squali”, reduci dalla primissima ed atleticamente piu’ intensa parte della preparazione alla nuova stagione agonistica. Si tratterà di una verifica importante per Villagra, Galli e tutti i loro ragazzi, che potrà dare indicazioni molto utili per proseguire ed impostare nel modo migliore il lavoro in vista dei prossimi impegni e del campionato di serie A 2016/17.

(una immagine del torneo di Touch Rugby del 2014)



DOMENICA 4 settembre, invece, il Carlo Androne ospiterà la terza edizione del PALIO DEL FUOCO, torneo di Touch rugby che assegnerà nuovamente il Trofeo “Roberto Besio”. La manifestazione s’inserisce nel panorama di eventi collegati alla Sagra del Fuoco ed infatti protagonisti con la palla ovale saranno i rappresentanti dei diversi quartieri di Recco, supportati e spronati dai giocatori biancocelesti.

(Il Trofeo Roberto Besio nelle mani del figlio Tommaso  consegnata dalla mamma Ivana)


 Il Touche Rugby, che non implica lo scontro fisico, è adatto a chiunque voglia divertirsi e provare a destreggiarsi con la palla ovale, ed infatti il Palio è aperto a tutti gli abitanti dei quartieri, uomini e donne, dai sedici anni in su. Sono i benvenuti anche i piu’ piccoli, che potranno provare qualche passaggio e divertirsi mentre i grandi  si sfidano nel Palio. L’appuntamento è a partire dalle ore 9,00 verranno formate le squadre e s’inizierà a giocare!
Nell'intervallo previsto per le 12,30 a sostegno della popolazione del Centro Italia colpita dal terremoto, è previsto un menu con pasta all'amatriciana ed acqua con offerta libera a partire da 5 Euro.










LA VISITA IN CAMPANIA DEL PRESIDENTE FEDERALE GAVAZZI.
Il Presidente di Comitato Senatore: “ Soddisfatto per il clima disteso del dibattito.”
NAPOLI – Si è tenuto lunedì sera 29 agosto tra il Presidente della Federazione Italiana ALFREDO GAVAZZI e le Società della Regione Campania Fabrizio Senatore, nel prestigioso Circolo Nautico Posillipo, che ha ospitato l’evento. Programmato per la consueta relazione annuale sullo stato del movimento nazionale alle Società affiliate alla nostra Regione, l’incontro è stato occasione di confronto fra le diverse realtà che animano il movimento regionale ed il massimo dirigente di rugby italiano. Il Presidente di Comitato Senatore ha fatto gli onori di casa accogliendo nel celebre circolo partenopeo il Vicepresidente Federale Antonio Luisi, il Segretario federale Claudio Perruzza, il Responsabile dell’Area Tecnica federale Franco Ascione ed i Consiglieri federali Michele Manzo e Paolo Vaccari. Prima di aprire i lavori Senatore ha voluto ricordare con un applauso la memoria di Tonio Margiotta, noto dirigente salernitano scomparso lo scorso 20 agosto. Così come per le precedenti stagioni, anche quest’anno la relazione del primo dirigente federale ai club campani è stata lunga e corposa. Numerosi i punti chiave in particolare modo sulle politiche , i campionati e i Centri di Formazione.

(nella foto il Presidente CR Campania, Fabrizio Senatore, e il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi)





Gavazzi ha fatto luce in particolare modo sulle politiche avviate con gli
Enti Territoriali per la gestione dei Centri di Formazione parmenente e per le accademia, che si uniformeranno gradualmente al lavoro predisposto dal nuovo staff tecnico da poco insediatosi. Sul fronte programmatico il massimo dirigente federale ha ricordato alle Società campane due progettualità a lungo termine che sono  state avviate in quest’ultima stagione e sui cui la FIR sta concentrando ulteriormente gli sforzi: le politiche sociali e la riorganizzazione della struttura. Gavazzi ha ricordato infatti per la prima volta sia stato redatto  un bilancio sociale; così come ha sottolineato l’avviamento necessario di un iter che crei una struttura manageriale interna di tipo aziendale, che sia capace di reperire maggiori risorse commerciali per il movimento e che funga soprattutto da supporto ai comitati in materia di impiantistica ed europrogettazione. Doveroso il passaggio da parte di Gavazzi sul bid per la Rugby World Cup 2023: 

“Non potevamo fare a meno di inserire Napoli tra le città che ospiteranno le gare della competizione iridata” – ha commentato il numero uno dell’Italrugby – “Dopo il successo sertificato anche da Rugby World nell’organizzazione dei Mondiali Under 20 dello scorso anno, siamo sempre piu’ convinti nel portare avanti il processo di candidatura dell’Italia.”
Felice per il buon esito della serata il Presidente del Comitato Regionale Senatore:”Il clima disteso e cordiale del dibattito tra il Presidente Gavazzi e le Società del terriotrio mi ha soddisfatto. Con estrema serenità ci si è confrontati su numerose tematiche, su tutte la richiesta di maggiori risorse da parte dei club, non solo finanziarie ma anchegestionali.”


La serata si è conclusa con una cena conviviale tra tutti i presenti, dove i dirigenti ed i presidenti delle Società campane hanno avuto modo di potersi confrontare ulteriormente con i vertici federali.


Da GianClaudio Romeo addetto comunicazione C.R. CAMPANIA.

2002 - 2003  RUGBY RETRO





























2002 - 2003 RUGBY RETRO


domenica 28 agosto 2016




FOTO IN VACANZA
Silverio, Antonella e Massimiliano dei Draghi Rugby Telese in vacanza a Porto Cesareo, il rugby non ha età!

LA COMPAGINE UNDER 18 del CUS Ad Maiora Rugby 1951 ha un nuovo coach. Si chiama Roberto Marchiori e fungerà anche da secondo di Lucas D’Angelo in prima squadra.
Il 45enne argentino di Mendoza ha già alle spalle parecchi anni di attività in Italia come atleta.
(Nella foto Lucas D'Angelo quando giocava con il CESIN CUS TORINO)


“ Ci siamo incontrati – ricorda D’Angelo – nell’estate del 2004, quando stavo andando via da Asti alla volta di Roma e lui è arrivato per svolgere alcuni allenamenti di prova, in vista dell’ingaggio per disputare il campionato di Serie B con il team allenato da Loris Salsi. Fra noi è subito sorto un buon feeling. Negli anni successivi abbiamo condiviso i tornei estivi di rugby seven con i Clandestinos, il team che raggruppava tutti i ragazzi argentini che militavano nei vari club in Italia e in Europa. Roberto ha giocato ad alto livello in Argentina con la selezione della sua Provincia, affrontando tutte le nazionali piu’ forti del mondo. Ha un’ottima esperienza come allenatore dei giovani e prima di venire da noi stava collaborando con il Cedar, il Centro di Alto Rendimento. E’ bravo a trasmettere ai ragazzi la passione e avendo vissuto momenti agonistici importanti, sa cosa ci voglia per arrivare a quegli standard.”
Marchiori ha iniziato a praticare il rugby a otto anni, complice un amico che glielo ha fatto conoscere. “Ho giocato in prima squadra con i Los Tordos – ricorda – dal 1989 al 1999. Per dieci anni sono anche stato nella selezione provinciale di Mendoza, che era molto forte, e ho avuto tre presenze nell’Argentina A. Abbiamo affrontato i neozelandesi dell’Otago e battuto la Francia. Con la selezione provinciale abbiamo sconfitto l’Inghilterra e la Scozia.”
(Roberto Marchiori nuovo coach Under 18 del CUS Torino e allenatore avanti prima squadra)

 Nel 1999 Roberto è arrivato in Italia: “Sono andato all’Overmach Parma in serie A e in prestito ho disputato le partite dei playoff di B con il Reggio Emilia, conquistando la promozione. Sono poi stato a Livorno in A e nel 2002 al Mogliano in Top 10. Sono seguite una stagione a Parabiago e due ad Asti in B. Ad Asti allenavo anche gli avanti. In tutti gli anni della mia permanenza in Italia, per tre mesi ho continuato a giocare in Argentina. Sono tornato a casa nel 2007 e ho ancora calcato i campi fino al 2011, quando ho deciso di smettere a 40 anni. Nella mia carriera sono sempre stato seconda linea o terza, come 7 o 8.”
Poi Marchiori ha cominciato ad allenare: “Ho guidato la prima squadra dei Los Tordos nel 2012 e nel 2013 e in entrambe le occasioni abbiamo vinto il campionato. Sono poi stato inserito nel settore giovanile e l’ultimo lavoro è stato al Centro di Alto Rendimento, fino a una settimana fa.” Il contatto con il CUS Torino è nato grazie al suo procuratore Sergio Cerioni. “Ho parlato con il responsabile di sezione Marco Pastore – spiega il tecnico – e il progetto mi è subito piaciuto. La società è molto seria e lavora bene. Sono anche felice di ritrovare Lucas D’Angelo, con il quale siamo amici da tempo. Seguiro’ l’Under 18 e con Lucas la compagine di Serie B, nella quale mi occupero’ degli avanti. In Under 18 potro’ contare su un ottimo gruppo e punteremo a salire in Elite. L’idea mi stimola moltissimo. Mi piace allenare i giovani e prepararli a entrare in prima squadra. Mio figlio Juan Cruz, che è nato a Venezia nel 2002 e gioca a rugby da quattro anni, farà invece parte dell’Under 16. E’ una terza centro.” Roberto è infatti venuto in Italia con tutta la famiglia, che comprende anche la moglie Maria e la figlia Amparo di 5 anni.



“Gli allenamenti della prima squadra – dice Lucas D’Angelo – che è composta da trentadue atleti, sono iniziati da una settimana, ed in questi giorni con il rientro dalle ferie avremo l’intero gruppo a disposizione. Sicuramente prima dell’inizio del campionato di Serie B arriverà come rinforzo per la mischia un pilone, ma sarà dei nostri anche un nuovo centro, e ben quattro ragazzi provenienti dalla giovanile entreranno a far parte della squadra senior. Segno positivo questo inserimento di giovani; positivo per gli stessi ragazzi, per la prima squadra, ma soprattutto per la Società che puo’ puntare a crearsi un parco giocatori fatti in casa. Sono finiti i tempi delle vacche grasse, quando anni addietro molti club anche di Serie B si potevano permettere sei o sette giocatori stranieri. Bisogna lavorare seriamente con le proprie forze, e l’arrivo di Marchiori giunge a proposito.”


SUPERMECATI BASKO PER LA PRO RECCO RUGBY.
L’azienda sarà main sponsor del settorte giovanile. I supermercati BASKO, realtà di primissimo piano in Liguria e in Piemonte e in forte espansione anche verso Lombardia ed Emilia, hanno scelto di diventare main sponsor del settore giovanile della Pro Recco Rugby per la stagione 2016/2017. Il logo di BASKO sarà protagonista sulle maglie di tutte le nostre squadre giovanili e comparirà anche sulla divisa della Prima Squadra. Per sottolineare ancora di piu’ l’attenzione dell’azienda all’importanza e ai valori educativi dello sport per i piu’ giovani, BASKO sosterrà anche il progetto “A scuola di rugby”, promosso dalla società biancoceleste per far conoscere e provare il rugby ai ragazzi delle scuole medie del territorio. Dopo il positivo test della stagione passata, nel prossimo anno scolastico il progetto sarà piu’ articolato e composto da un maggior numero di incontri. Tutti i dettagli dell’iniziativa verrano resi noti durante la presentazione ufficiale della stagione 2016/2017.



“Siamo felici e onorati di annunciare la nostra partnership con la Pro Recco Rugby” afferma Antonio Mantero, direttore generale di BASKO: “La particolare cura dedicata al settore giovanile, del quale Basko sarà Main Sponsor per la stagione sportiva 2016/2017, e l’attenzione ai valori che ben si esprimono nel progetto “A scuola di Rugby” che coinvolgerà moltissimi giovani, rispondono pienamente a quelli che sono i valori della Basko, impegnato da sempre nel sostegno delle famiglie, del territorio e delle sue risorse piu’ importanti. Siamo orgogliosi di fare un ulteriore passo in questa direzione accanto a una società così prestigiosa, punto di riferimento indiscusso per tutto il Tigullio e il Levante genovese.”

sabato 27 agosto 2016




***ATTENZIONE***
Aggiornamento Raccolta Fondi per popolazioni colpite dal Sisma 24 Agosto 2016
Il Rugby Noceto F.C. vuole ringraziare tutte le persone che fino ad ora hanno contribuito per la raccolta fondi.
La risposta è stata incredibile e al momento ha congestionato il nostro magazzino.
Ieri abbiamo avuto un incontro con i ragazzi di Delinquenti prestati al mondo della palla ovale che ci hanno confermato che da tutta Italia hanno risposto in maniera positiva al loro appello congiunto con Asd Arieti Rugby Rieti 2014.
Al momento, in loco, non hanno spazio per ricevere altro materiale.
Pertanto tutte le spedizioni, anche la nostra spedizione, dovranno slittare a metà o fine settembre per poter essere consegnate e gestite al meglio.
Fatte queste premesse comunichiamo che da oggi non possiamo ricevere ulteriori donazioni finché non avremo potuto suddividere, imballare e stoccare il materiale che ci avete inviato e che ci consegneranno anche le altre società che hanno aderito alla nostra iniziativa.


Se volete contribuire potete aiutarci in queste fasi di organizzazione del materiale arrivato, mettendo a disposizione tempo e braccia.
***Stop alla consegna di abbigliamento.***
Vi aggiorneremo nei primi giorni di settembre su eventuale spazio ancora disponibile e di quali prodotti vi sarà ulteriore bisogno.
Non ci resta che dirvi GRAZIE perché se Unione e Sostegno sono due dei pilastri su cui si fonda il nostro sport.. tutta la famiglia del Rugby Noceto e di tutta Parma in generale ne ha dato una grande dimostrazione!
GRAZIE!
Staff organizzazione raccolta fondi
Rugby Noceto FC

2002 - 2003 R U G B Y   R E T R O 





IERI SERA, allo Stadio Carlini, il CUS Genova ha iniziato ufficialmente gli allenamenti per la futura stagione agonistica 2016/2017. Erano presenti numerosi atleti del club universitario, alcuni arriveranno a giorni, e in campo a dirigere la preparazione tecnica ha esordito il coach inglese Tony “Tosh” Askew, e Gigio Zanga dirigente cussino della nuova generazione elogia questo importante passo.

(da sin. Flavio Arnulfo, Tony Askew e l'Ammiraglio Antonio Cairo)

“ La squadra ha effettuato numerosi  acquisti, tra l’altro tutti giovani e tecnicamente molto promettenti. Sarà una formazione che punterà ad obiettivi di livello, pur avendo poco tempo a disposizione. Il nuovo allenatore ha vissuto nel mondo del rugby anglosassone, ha competenza estrema avendo guidato la nazionale giovanile dell’Inghilterra e il team dell’Accademia dei  Leicester Tigers. La nostra idea era quella di cambiare diametralmente quella impostata in precedenza, ricreare cioè tutta la struttura simile a quella di dieci anni fa con gli allenatori neozelandesi.”
In quel periodo, prima con Ian Snook, poi con Paul Martin, il CUS Genova seguì le direttive appunto di due tecnici certo non di stampo nazionale.
Lo stesso Tony Askew è soddisfatto di essere a Genova: “ In tutti questi anni sono stato molto fortunato – dice il coach inglese – a poter lavorare tecnicamente nell’alto livello, ed anche ora mi ritengo fortunato  nell’essere arrivato qui a Genova, bella città apprezzata anche dalla mia consorte. Per me tutto appare fantastico, e fantastiche sono le persone che sostengono direttamente le sorti del club, spassionatamente, senza alcun compenso economico. Per riportare il CUS Genova al posto che gli compete bisognerà lavorare sodo fuori campo, ma soprattutto sul campo, tutti insieme. “

Anche l’Ammiraglio Antonio Cairo era presenta al raduno d’inizio stagione del CUS, ed ha espresso parole di conforto per la squadra universitaria, e per i suoi atleti che potranno aggregarsi ai propri copmpagni di squadra, di uno sport accattivante e socializzante. “Il rugby è questo, è una disciplina sportiva da onorare pienamente, noi lo abbiamo fatto in passato, ora lo farete voi.”
Antonio Cairo ha esteso gli auguri di buona attività a tutto il club che da quest’anno nella sezione rugby ha quale vicepresidente Flavio Arnulfo, il quale vuole precisare alcuni particolari sul cambio di timone del CUS Genova con l’avvento alla Presidenza di Maurizio Cechini.
“E’ cambiata un’epoca – ammette FLAVIO ARNULFO, vice presidente con Domenico Vitetta – sarà una gestione piu’ in linea con la qualità non solo del mondo sportivo. Non sarà piu’ possibile avere avere un Presidente del CUS come Mauro Nasciuti o Pillo Scarpiello a tempo pieno. Bisognerà maggiormente delegare, ognuno dei membri del Consiglio avrà incarichi speciali particolari, anche a seconda delle loro competenze. Ci sarà un Consiglio dei rappresentanti di sezione in modo da gestire questa Società in modo piu’ articolata, comunque meno accentrata. E così avremo una visione d’insieme piu’ completa, senza nulla togliere alla precedente gestione di Mauro Nasciuti.”


Il nuovo Consiglio Direttivo del CUS Genova oltre ad avere Mauricio Cechini come Presidente avrà nel Consiglio Flavio Arnulfo, Marco Ghia, Elena Gollo, Vincenzo Ieracitano, Denise Marcon, Mario Picasso, Andrea Puglisi, Marco Testa, Paolo Vexina, Domenico Vitetta. 

Al raduno iniziale erano presenti i nuovi tra cui Luca Venditti, Erik Dho, Gabriele Leveratto, Luca Zini, Luca Ricca, l’imperiese Tom Ghiglione, mentre dovrebbe arrivare a giorni il mediano australiano Jack Lubrano, ed un pilone argentino, tesserato in questi ultimi giorni. 

SI PARTE. E’ iniziata a pieno ritmo (o quasi) l’attività della LDM COLLEFERRO RUGBY 1965: tra le squadre che iniziano la preparazione c’è anche l’Under 16 che tenterà l’assalto alla categoria èlite con un gruppo nato dalla forte collaborazione con il Segni.
Il giovane gruppo rossonero conosce già il programma delle gare: si parte l’11 settembre con sfida esterna alla Lazio, poi i match casalinghi contro i siciliani del Ragusa (18 settembre) e Lanuvio (25). Solo la prima classificata accederà alle finali del prossimo 2 ottobre che assegneranno un posto nella categoria elite.



“Non c’è alcuna pressione di risultato sui nostri ragazzi – dice il vicepresidente della LDM Colleferro Rugby 1965 Roberto Benedetti – dovranno solo pensare a divertirsi com’è ovvio a questi livelli. Se dovessero riuscire nell’impresa, giocheranno in una categoria prestigiosa come l’èlite, ma se le cose non dovessero andare al meglio si disputerebbe un campionato regionale che è cresciuto molto nel tempo e che rimane sicuramente un banco di prova importante per la crescita di questi ragazzi. Abbiamo un organico di buona qualità anche se un po’ “corto” a livello numerico, per questo invitiamo tutti i ragazzi di quell’età con la passione per il rugby a venire a conoscere il nostro club e i nostri tecnici conclude Benedetti.


 La LDM COLLEFERRO RUGBY 1965 ha anche messo in piedi importanti iniziative: a settembre, infatti, ci si potrà allenare e disputare le partite ufficiali dell’Under 16 in maniera totalmente gratuita, infatti, ci si potrà allenare e disputare le partite ufficiali dell’Under 16 in maniera totalmente gratuita per poi formalizzare l’iscrizione ad ottobre. “ Un’altra proposta in questo senso scatterà dal 29 agosto e fino al 14 settembre, con l’iniziativa denominata “Rugby gratis per tutti” dalle 9,00 alle 12,30, infatti, il club rossonero ospiterà gratuitamente ragazzi e ragazze nati tra il 2004 e il 2011 per far conoscere i propri metodi di insegnamento e le proprie strutture. Per informazioni ci si puo’ rivolgere al numero di segreteria 06 97241190 o alla mail info@colleferrorugby.it

(by Bruno Formicola CR LAZIO)


Sostegno a chi in pochi secondi ha perso tutto
Ancora una volta l’Italia trema, e anche questa volta i Veterans si stringono al dolore di chi in pochi secondi ha perso tutto.
Insieme all’Old Rugby di Fiorenzuola e in collaborazione con l’Old Rieti Rugby di Rieti è stata organizzata un’iniziativa per portare aiuto alle persone delle zone colpite dal terremoto del 24 agosto.
Chiunque volesse partecipare a questa iniziativa potrà recarsi alla Club House di Piacenza (Viale dell’Agricoltura, presso il Campo “Le Mose”) nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17.30 alle 21; in particolare servono medicinali (di cui in seguito verrà elencata una lista), prodotti per l’igiene personale e assorbenti, e anche contributi economici che verranno utilizzati per comprare beni di prima necessità.
L’Old Rugby di Fiorenzuola invece attrezzerà un banchetto al quale portare i beni per i terremotati durante la Festa del Rugby che si terrà venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 agosto in piazzale Darwin.
I medicinali più urgenti sono:
-TOTALIP 100 (scatola gialla)
-UNIPRIL 5 mg
-LOBIVON 5 mg
-GOLTOR 10/20 mg
-TEVEDENS
-DIAMICRON 60
-METFORMINA 850
-ENALAPRIL 5
-OMNIC
-CARDIOASPIRIN
-LANTUS
-CRESTOR 10-20-5
-SIMVASTATINA
-XANAX 0,25
-XANAX 2RP
-ZOLOFT
-EUTIROX 859
-EFEXOR 150
-OLEVIA
-RAMIPRIL 5
-INEGY 10/10
-LANSOPRAZOLO
-IPERTEN 20
-RINAZINA
-RINOSTIL
-MALOX
-FOSIPRES
-LOSAPREX
-MUSCORIL (punture)
-CONNETTIVINA
–ANTIDOLORIFICI

Vi invitiamo a partecipare a questa iniziativa, per dare una piccola mano a chi in pochi secondi ha perso tutto.

venerdì 26 agosto 2016




BANCA MACERATA RUGBY tramite CR MARCHE.
Vi invitiamo ad aiutarci nella condivisione della nostra iniziativa in oggetto di cui è possibile trovare tutti i dettagli a questo link: http://www.rugbymacerata.it/campus-rugby-gratuito-dal-5-al-9settembre-2016/
Età: 5/14 anni, Obbligatorio certificato medico di sana e robusta costituzione o certificato medico per attività sportiva non agonistica. Educatori sono gli animatori regionali FIR. Calendario dal 5 al 9 settembre.


Struttura: campo da Rugby – Villa Potenza.
Abbigliamento: comodo e sportivo; pantaloncini, maglietta, scarpe da tennis e cappellino.
ORARI CAMPO: 8,30/9,00 accoglienza dei bambini. 9,00/10,30 attività sportiva. 10,30/11,00 merenda. 11,00/12,00 attività sportiva/giochi. 12,00/12,30 Ritiro bambini.

INFO: Per garantire un adeguato servizio, proporzionato ai nostri educatori, il numero di posti disponibili per il campus è di MAX 50, pertanto confermare prima possibile la partecipazione attraverso i seguenti canali: Email: info@rugbymacerata.it   tel/WhatsApp Seegreteria: 3284526164.
















La  XXIII edizione  del  “Salento Beach Rugby Cup”  si terrà presso il Lido Onda Marina di  Torre San Giovanni . La ...