mercoledì 30 settembre 2015

Imperia Rugby in grande fermento, sarà un’annata particolare per il club della Riviera dei Fiori, e quest’anno avrà a disposizione di una Under 14 quasi del tutto rinnovata. 
(nella foto di R.R., Luigi Ardoino)

Lo affermaLuigi Ardoino, dirigente del club, oltre che ex rugbista del Delta Rugby: “ La fascia di età della franchigia del capoluogo – dice lo stesso – si presenta con una panchina nuova, e di grande qualità. Avremo infatti in Carlo Giardino quale tecnico e valido preparatore, e l’esperto Flavio Perrone a cooperare. 

(nella foto di CLAUDIO VALENTE, l'U/14 dell'Imperia Rugby in attacco)

Quest’ultimo è ricordato per avere forgiato la base del gruppo della squadra seniores, l’Union Riviera neopromossa nella Serie C/1 Nazionale. Lavoro certo finalizzato dal francese Sylvain Masson che, con Massimo Zorniotti, hanno immesso nuova vitalità ad un settore giovanile molto ben organizzato. Ne consegue che il momento formativo dell’Under 14 – prosegue Ardoino – sia basilare e per questo la Società ha riservato a questi giovanissimi un livello tecnico rilevante.”
L’esordio dell’Under 14, quindi, è fissato per questa domenica (4 ottobre) alle ore 11,00 al campo “Pino Valle” in località Baitè; avversarie le Province dell’Ovest, franchigia genovese con la quale esistono da anni rapporti di franca collaborazione. C’è dunque tanta attesa per i ragazzi e per i genitori, e già durante i primi allenamenti si è potuto notare un gioco aperto e spettacolare.


In collaborazione con Alessandro Giacobbe. 

SE DIVENTI RUGBISTA... LO SEI SEMPRE!
L’Alessandria Rugby comunica i suoi progetti stagionali e, per quanto riguarda il SETTORE PROPAGANDA, che interessa le categorie Under 6 – 8 – 10 – 12, l’appuntamento è per mercoledì e venerdì dalle ore 17,30 alle 19,00. In questo settore si prova per conoscere il gioco, ma anche le proprie capacità fisiche, le potenzialità. Non c’è un vero campionato, ma minitornei in ambito regionale e qualche esperienza internazionale. S’impara la base del gioco e a conoscere il proprio corpo.
UNDER 14 – Qui ci sono i primi veri tornei in ambito piemontese e ligure. Si comincia a capire se ti piace e se hai stoffa. Per gli U/14 i giorni prestabiliti sono martedi, mercoledi e venerdi dalle 17,30 alle 19,00.

(una under dell'Alessandria l'anno scorso al torneo di Ge/Prà)

UNDER 16 – E’ la categoria del passaggio, del lancio, è quella in cui si cresce di piu’, La categoria della valorizzazione delle potenzialità. Giorni martedì, mercoledì e venerdì dalle 18,30 alle 20,00.
UNDER 18 – A un passo dalla prima squadra. Ci si prepara ad entrare nel rugby dei grandi; bisogna completare il bagaglio di capacità, ed essere pronti per l’emozione finale. Martedì, mercoledì e venerdì dalle 18,30 alle 20,00.
FEMMINILE – Il rugby è un gioco da ragazze. Quel tocco di femminilità che rende tutto più bello. Un gruppo di ragazze che sanno soprattutto divertirsi. Mercoledì e venerdì dalle 18,30 alle 20,00.
TOUCH RUGBY – Eì la versione soft del suo fratello maggiore rugby. Si gioca senza placcaggi, bensì con un semplice tocco. Si corre tanto, ci si diverte di piu’. Mercoledì 20,00/21,30 e domenica 18,30/20,00.

SQUADRA SENIORES C/1 – Eì il gioco maturo e si gioca per un obiettivo, ma si gioca anche per il piacere e l’emozione di farlo. La prima squadra è il tuo punto di arrivo!

martedì 29 settembre 2015

Domenica 11 ottobre al campo Branega di Prà si svolgerà il “ I° Trofeo del          Pesto”  di Minirugby, riservato agli Under 12. Il club organizzatore, le Province dell’Ovest di Massimo Poggio, Paolo Barchi e Paolo Ricchebono, conserva buone tradizioni in quanto negli anni precedenti ha già portato avanti con vero successo l’altro Torneo del Miele, sempre riservato ai bimbi piu’ piccini, Under 6/8/10.

(nella foto Roberto Regestro)

“ Infatti -  afferma Roberto Regestro, organizzatore dell’evento – la nostra Società ha deciso di riservare agli Under 12 questo torneo, mentre quello del Miele si svilupperà nel giorno delle  Palme, e saranno interessate le classe dei bimbi piu’ piccini. Organizzare un simile torneo, per varie ragioni, era missione difficile indubbiamente, e ci duole non avere a disposizione una Club House, ma direi che per il torneo ormai siamo quasi a posto. Oltre alle Province dell’Ovest saranno in gara anche Acqui Terme, Alessandria, Lainate, Cernusco, Novi Rugby, Jr Asti, Parco Sempione e Delebio. Non sono state invitate le altre Società liguri in quanto durante la futura e lunga stagione agonistica 2015/16 le incontreremo in piu’ occasioni. “
(pesto e focacce al torneo di Genova/Prà)

Cinque squadre piemontesi, quattro lombarde ed una ligure al campo Branega di Prà, un impianto  sportivo nuovo di zecca, inaugurato di recente, sarà teatro di un’attività in grande espansione in tutto il Paese, ed in ogni modo movimenterà numerose persone.
“ Il nostro staff è ben preparato a questo evento – ribadisce Roberto Regestro – saremo  presenti sul campo  ovviamente, nella cura e preparazione dei terzi tempi, con specialità liguri come focaccia al formaggio e l’immancabile e gustoso pesto di Prà, ed anche nei punti critici cittadini per agevolare l’arrivo e relativo  posteggio per gli autobus ed auto provenienti da Piemonte e Lombardìa. Con centocinquanta bimbi della gara e vari accompagnatori, saremo presenti  al Branega almeno con  duecentocinquanta presenze. Il  torneo sarà composto da tre gironi da tre Società ciascuno, ogni club metterà  a disposizione per la direzione dei test un educatore, i bimbi saranno impegnati come da regolamento non piu’ di un’ora complessiva di attività mentre il Direttore del Concentramento sarà il nostro Fabio Temporini. “
(foto a sin. Fabio Temporini, Direttore Torneo)


In ogni caso per chi uscisse dal Casello di Genova Voltri per recarsi al Branega di Prà, occorrerà a fine strada al semaforo girare a sinistra, percorrere via Prà per circa 1 Km,  dopo il distributore di benzina ENI ex AGIP, presente sulla sinistra, al  semaforo adiacente girare sempre a sinistra. Lo staff del  club sarà presente per le ultime indicazioni per i posteggi. 

lunedì 28 settembre 2015

DUMA MUNFRA’ ! Andiamo Monferrato ! La nuova franchigia del Monferrato Rugby, che accorpa in parte i  movimenti rugbistici di Asti, Alessandria ed Acqui Terme, prosegue a ritmo serrato gli allenamenti con la squadra seniores, e domenica scorsa a Piacenza ha affrontato in amichevole le Riserve dei Lyons Piacenza.

(a sin. Giuseppe Caponiti, pilone alessandrino del Monferrato Rugby)


“ Un’avversario certo non alla nostra portata – conferma Giuseppe Caponiti, pilone alessandrino del Monferrato – loro sono formazione di sostegno ad un club di Eccellenza, noi formiamo un team di Serie C/1 che gioca insieme da poco piu’ di due mesi. Il  risultato nettamente favorevole agli emiliani conta poco logicamente, era importante invece consolidare il nostro nuovo gruppo, e questa nuova esperienza non puo’ che averci fatto bene. Prossimo appuntamento amichevole con il VII Torino.”
In seno al club del Monferrato c’è molto entusiasmo per un risultato che era tra i primari obiettivi della nuova franchigia, l’accesso al  girone di elite della propria Under 18. Mauro Ardissone, Presidente del club non puo’ che essere felice per questo esito:

(foto a sin. l'Under 18 del Monferrato in festa, con in basso il  presidente Ardissone)


 “ Infatti – dice il dirigente di Asti – il nostro  primo obiettivo era proprio questo risultato. Abbiamo ottenuto l’accesso   al girone elite grazie ad una prestazione a dir poco maiuscola del team, e ben sappiamo quanto sia difficile uscire vincenti in casa del CUS Torino, dove abitualmente si opera ad alto livello con le attività delle Accademie. Raggiungere questo primato in precedenza – afferma Ardissone -  non era riuscito all’ Alessandria ne all’Acqui, e questa affermazione motiva un poco tutti, facendoci intuire di camminare su di una buona strada. Under 18 tutto O.K. dunque, e domenica prossima avremo ancora l’opportunità  di andare avanti nel   turno di ripescaggio con l’Under 16 ricevendo ad Asti ( campo Lungo Tanaro ore 12,30 n.d.r.) ll Cernusco.”
Monferrato Under 18, quindi, in attesa solo del calendario del futuro campionato di elite con avversarie tecnicamente di grande prestigio, come CUS Milano, Viadana, Calvisano, VII Torino, A.S.R.  Milano, Pro Recco, CFFS Cogoleto & Province dell’Ovest.

(foto a destra G.C.Casarin nello staff tecnico del Monferrato U/18)


“ Il risultato ci conforta proprio tutti – ammette Gian Carlo Casarin, dirigente alessandrino che ha sempre creduto nella Franchigia – arrivare a questo punto puo’ già ritenersi una grande affermazione, ma soprattutto cio’ che fa morale è che si è raccolto questa promozione dopo solo due mesi di allenamenti congiunti fra tre selezioni di scuole di rugby comunque differenti. ”
Quest’anno la Serie C/2 sarà composta da solo squadre piemontesi e, ai nastri di partenza, ci sarà ancora il Novi Rugby. I biancoverdi di Michael Pierse, dopo un mese di allenamenti a Francavilla Bisio, hanno preso parte ad una prima partita amichevole a Collegno, con il XV locale. Si sono giocati tre tempi da 25 minuti ciascuno, con un Novi decisamente piu’ ficcante e organizzato nel reparto veloce, e i torinesi superiori nel pacchetto di mischia. Primo tempo molto equilibrato con continui rovesciamenti di fronte. I novesi sono apparsi un po’ in difficoltà nelle fasi statiche ed hanno quindi dovuto, per impostare il  loro gioco, improvvisare su tutti i palloni di recupero. In compenso con palla in mano, hanno dimostrato una confidenza ed una fluidità nettamente superiore. La segnatura di Ivaldi chiude in pareggio, una meta per parte  il   primo tempo. Nel secondo tempo il Novi prende confidenza e dopo un paio di azioni multifase veramente efficaci svanite per errori nella finalizzazione, segna due mete con Matias Landri, che del team piemontese è anche preparatore atletico, ed Okacha. Parziale tre mete a due per Garino & C. Nel terzo tempo, complice la fatica, i torinesi hanno preso il sopravvento  e, dopo          una fase iniziale sostanzialmente equilibrata, hanno imposto la propria maggior prestanza fisica segnando per ben due volte con azioni vicino al pack portando il risultato finale di 4 a 3 per i subalpini.

(Alessandro Vernetti, coach novese)

“E’ stato un test molto interessante – ha dichiarato il coach Alessandro Vernetti – che ci ha permesso di mettere minuti nelle gambe, e verificare lo stato  della preparazione fisica e del livello di gioco. Alla luce del pesante lavoro atletico effettuato fino alla scorsa settimana è ovvio che i ragazzi non potevano essere brillantissimi, e per il tipo di rugby che vogliamo sviluppare la brillantezza sarà molto importante. Sul piano del gioco poi abbiamo appena iniziato, abbiamo avuto solo due allenamenti di tecnica di reparto, e quindi i margini di miglioramento sono notevoli.”

(foto a destra Matias Landri, atleta e preparatore atletico del Novi,         autore di una meta)

Domenica prossima il Novi sarà di scena a Voghera in un quadrangolare con il club locale, le Riserve della Pro Recco, e gli Amatori Vanzago; sarà un’altro importante test per migliorare l’amalgama ed il ritmo.
“Dovremo recuperare un gran numero di titolari – ha aggiunto Vernetti – e vedere in campo quella che dovrebbe essere la formazione titolare che andrà ad iniziare il campionato.  Confortano inoltre le prime prestazioni del minirugby novese con gli Under 8 ed U/10 nel torneo di Strevi, e la mista Under 18 Tortona/Novi in quel di Alessandria con il Monferrato/B.”

La formazione del Novi Rugby sceso in campo a Collegno: Rogoz, Sacchi, Ivaldi, Marchesotti, Fiorenza, Vernetti R., Catalfo, Garino, Tambussi, Fontana, Bortas, Ricca, Rava, Okacha, Iapicca. In seguito Landri, Vecchione e Vita.
Non era facile. Dopo la sconfitta di Biella l’Under 16 dell’Imperia Rugby, impegnata negli spareggi per accedere al girone elite, incrociava      un club blasonato come quello dell’Amatori & Union Milano. Di fatto era un incontro di cartello, perchè  la franchigia meneghina è l’erede naturale dell’Amatori e della Amatori Junior, come dire la piu’ antica  squadra di rugby italiana, 18 titoli nazionali ed un recente passato con grandi campioni come Ella e Campese con il finanziamento Mediolanum.     

(nella foto da sin.     Luigi Ardoino con Oscar Tabor)


“Terminati i fasti mediatici – afferma Luigi Ardoino, dirigente Imperia Rugby ed Union Riviera – l’Amatori si dedica ai giovani e nasce così l’accordo con la Union Milano. Di fatto 400 tesseratia tutti i livelli. Partendo, ovviamente dalle giovanili. Non avevano fatto i conti però con la dimensione in crescita di Imperia e dintorni. Questo perchè l’ambiente ligure è formativo e coordinato con un pool di ottimi tecnici. Tecnici che in questo caso hanno avuto la capacità di assemblare i veterani della Under 16, non moltissimi, già protagonisti dello splendido terzo posto interregionale della precedente stagione, con i molti Under 14 saliti di categoria. L’impegno nella preparazione, tra ripresa atletica e ricerca alchemica dell’amalgama,      è stato massimale. Sotto la supervisione paterna di Massimo Zorniotti e l’acuto intelligenza tattico/formativa di Alessandro Castaldo, i risultati si sono visti.”
(l'Under 16 dell'Imperia Rugby)


Un copione che si ripete. 26 a 0 per Imperia e i milanesi tornano a casa con una lezione di rugby, ed un poco di sole della Riviera dei Fiori. Per il rugby giovanile ligure questa ultima domenica è stata un vero trionfo. Ha vinto il GenovaLevante sul Biella (24/7), hanno vinto le Province dell’Ovest (19/10) sul Varese e lo stesso Imperia ha ottenuto un risultato altisonante.
“Ed ora dalla poule ripescaggio si sale – dice Ardoino – e si pensa già ad un prossimo incontro con il Fiumicello. I bresciani sono temibilissimi, perchè provengono da un’area dove lo sport della palla ovale è in grande crescita. Vedremo!”

L’U/16 dell’Imperia ha giocato con: Archimede, Ardoino (1 m), Benda,                                   Bestagno, Bianco, Boniello, Braccini, Bravo (1 m), Calzìa,  Cappa, Crisantemi, D’Intino, Landini (1 m), Marasco (3 trasf.), Mitolo, Oblak, Ramella (1 m), Sega, Signorella.  

domenica 27 settembre 2015

La Franchigia giovanile del Genova Rugby Levante fa suo (24/7) il test dei barrages U/16 con il Biella, e si lancia verso la quarta fase del torneo per tentare di accedere al girone èlite.


“Temevo molto questo confronto con i piemontesi – ammette Dan Pavel, allenatore del GenovaLevante – in quanto sapevo che erano seguiti tecnicamente dall’esperto trainer Marco Porrino, inserito nello staff del Centro di Formazione – ma i ragazzi hanno saputo gestire molto bene la partita e, anche se dobbiamo ancora migliorarci, ritengo che il passaggio alla prossima fase, che potrebbe anche essere quella decisiva, sia piu’ che meritata.”

(foto a sin. Dan Pavel)

Partita iniziata benissimo per i liguri, grazie ad una meta iniziale di mischia (2’) del tallonatore recchelino Barisone, e contrassegnata da una veemente reazione dei biellesi i quali, subìta l’altra meta di Vimercati (21’) accorciavano le distanze con il  possente terzacentro Spagnolo, con relativa trasformazione di Marcuccetti (12/7). Il risultato restava in bilico per molto tempo e, dopo l’espulsione temporanea (13’) del rivierasco Giuffrè (placcaggio in ritardo su uomo senza ovale), il Biella sbagliava un penalty, e dopo pochi minuti veniva espulso anche Spagnolo, determinante per il gioco di squadra dei gialloverdi di Pietro Salino, che cercavano invano di reagire. Arrivavano invece le marcature decisive a favore dei liguri con Iammetti (22’), poi lo stesso atleta (30’) offriva l’opportunità a Vimercati di bissare la sua meta iniziale, ed il trequarticentro ringraziava e finalizzava con trasformazione di Prampi.

(foto a destra Lorenzo D'Angelo)

“Abbiamo sofferto, ma la squadra alla lunga ha meritato l’affermazione – dice il ventenne Lorenzo D’Angelo, il co allenatore del Genova Levante – e questo nonostante l’arbitro di turno ci ha dato un poco fastidio con decisioni dubbie nei punti d’incontro. Sono veramente soddisfatto della prova e del mio secondo anno di collaborazione.”

Il Genova/Levante ha utilizzato: Romano L.  I, Iammetti, Vimercati, Armijos, Odone, Ayra, Prampi, Olivieri, Bianchi, Giuffrè, Campi, Matulli, Farina, Barisone, Nacci. Inoltre Martino, Noto, Pugliese, Solaro, Zoratti, Anselmi e Gallo. Ha diretto  l’arbitro Fabio Franchini.



CURIOSITA’ – La Franchigia Genova Rugby Levante utilizza atleti del Genova Rugby e della Pro Recco Rugby, ma al momento non ha ancora a disposizione una nuova muta di maglie, che saranno pronte a giorni.  Siamo riusciti a osservare, in anteprima, due foto delle due nuove tenute da gioco, molto belle ed accattivanti, per correttezza non possiamo dire altro!
 Nel frattempo l’U/16 Genova/Levante ha utilizzato le gloriose casacche da gioco della selezione regionale ligure dai colori bianco/rosso/celesti. 

sabato 26 settembre 2015

Eco Eridania sugli scudi nel test amichevole del Carlini con il Pataro’ Lumezzane, anch’essa formazione di Serie A, che però gareggerà nel                                                                             girone Nord Est. Il team universitario ha superato l’ostacolo bresciano      (20/13) sviluppando un gioco armonico e concreto, anche se inizialmente sembrava che il pack lombardo avesse la meglio. Novità principale nella formazione genovese l’inserimento di capitan Pallàro in terzacentro, con Giorgio Perini hooker, Espasa e De Gregorio piloni.  Dopo poco piu’ di mezzora il Lumezzane era in vantaggio (0/6) grazie a due penalty del giovane mediano d’ apertura Andrea Cosio ma, la riscossa dei genovesi si evidenziava proprio con l’arrivo sulla zona di San Martino di un inaspettato temporale. Intanto a Barry Fassouma                                                                      non veniva concessa una mèta, forse in questo caso ci sarebbe voluto proprio il T.M .O. per decidere! 

(meta non meta di Barry Fassouma)
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      Era il ventenne Mario Ciranni a violare l’area bresciana (40’) mentre Max Borzone trasformava (7/5), vantaggio ligure che non sarebbe stato piu’ rimontato. Nel secondo  tempo un vero tourbillon di cambi mutava l’assetto tecnico/tattico dei due club, ed il CUS passava quasi subito (4’) con Pallàro che fiondava in meta di forza. Gioco equilibrato, con migliori iniziative dei genovesi di Bordon e Bernardini, che passavano (28’) su penalty di Borzone, molto meglio ieri che nel precedente test con il  Parabiago. Nel finale (31’) Francesco Invernizzi, da vero centometrista,s’involava in meta a velocità supersonica e completava il bottino, mentre il terzalinea bresciano Bellandi riduceva il distacco nel punteggio, con trasformazione di Farelle. Buona la direzione di Carlo  Pastore, con giuidici di linea Alessandro Torazza e Alberto Olivieri. Il CUS ha utilizzato: Salerno, Zaami, Barani, Borzone, Ciranni, Alberghini, Serpico, Pallàro, Imperiale F., Barry Fassouma, Bertirotti, Dell’Anno, Espasa, Perini, De Gregori. Inoltre sono subentrati Imperiale P., Cattaneo, Torchia, Maccàri, Del Terra ed Invernizzi. Test amichevole fruttuoso  per la squadra universitaria, condite da tre belle mète che hanno riscosso l’approvazione del pubblico del Carlini.

(foto a destra Francesco Bernardini)

“L’amichevole con il Lumezzane – afferma Francesco Bernardini,                                      head coach di Stefano Bordon – era programmata da tempo e, il  gioco che sa esprimere questa formazione era ben nota da noi, e proprio Bordon aveva fortemente voluto confrontarsi con simili compagini per prepararci ai futuri impegni. I ragazzi hanno risposto nella maniera giusta alle esigenze della squadra, ed ora ci potremo confrontare in un torneo triangolare a Verona con i goliardi scaligeri e il Primavera Roma. Sarà un impegno fisico notevole per il nostro gruppo che sta svolgendo un proficuo lavoro.”
Intanto il Comitato Lombardo ha comunicato la composizione del Girone 1 del Campionato Riserve che vedrà      ai nastri di partenza anche i Cadetti del CUS Genova, quest’anno allenati da Piero Zaami e Gian Renato Nicosìa, i Cadetti del Recco, Lyons Piacenza, Colorno, A.S.R. Milano, Varese, Biella, VII Torino e Monferrato Rugby. L’altra sera le Riserve del CUS si sono confrontati in amichevole con l’Amatori Genova di C/1, allenati da Achille Borzone, e rinforzati da alcuni ruggers del CUS Genova.

(foto a sin. Piero Zaami allenatore Riserve CUS)


“Dopo le mie esperienze da allenatore nelle categorie giovanili, sempre con il CUS Genova – precisa appunto il trainer delle Riserve del CUS, Piero Zaami – quest’anno sarò affiancato da Nicosìa. Con gli Amatori abbiamo giocato una buona amichevole, impostando la partitasulla velocità e mettendo in campo ben ventitre atleti.Ci stiamo preparando intensamente per questo torneo  piuttosto impegnativo, anche se non porterà ne promozioni ne retrocessioni, si giocherà per il divertimento, ma soprattutto per tenere in forma un gruppo di giocatori che potrebbe essere utilizzato anche con la prima squadra.”

venerdì 25 settembre 2015

Anche a Recco, come a Genova, c’è  molta e comprensibile attesa per l’inizio del campionato nazionale di Serie A che, nella prima fase vedrà ai nastri di partenza Tossini Recco, Eco Eridania CUS Genova, Accademia FIR di Parma (Ivan Francescato), Unione Prato Sesto, A.S.R. Milano,  Junior  Brescia. La prima giornata d i  domenica 18 ottobre ha in programma il derby del Carlini tra CUS Genova e Recco.  Domenica 4 ottobre il club biancoceleste presenterà ufficialmente la stagione agonistica 2015/2016 sul Lungomare Bettolo (ore 16,00) con la partecipazione della prima squadra e settore giovanile. In caso di eventuale pioggia l’evento si svilupperà, come di consueto, nei vani del Comune di Recco.  Intanto la trasferta toscana di Prato è stata cancellata dai programmi.
(nella foto a sin.  Lisandro Villagra)

“ Così è, infatti – ammette Lisandro Villagra, allenatore/giocatore del Recco -  in quanto dopo le durissime prove  con i francesi dell’Olympique Grasse e con i fiorentini dei Medicei, l’infermeria è cresciuta di numero. Insomma siamo un poco acciaccati, e tutto  sommato è meglio evitare ulteriori problemi di ordine fisico, in vista soprattutto dell’imminente ed importante esordio nel campionato  di Serie A.”
In ogni caso Lisandro Villagra, Guglielmo Torchia e Jacopo Tassara, infortunati nel test amichevole con i transalpini, hanno quasi recuperato integralmente, e presto dovrebbe essere di nuovo a disposizione il pilone Corbetta, reduce da fastidioso stiramento.
“ Meglio non correre altri rischi -  conferma Villagra – del resto la squadra è corta, e non possiamo permetterci di perdere giocatori in amichevoli. Per nostra fortuna comunque i numerosi ragazzi provenienti dalle nostre giovanili piano piano stanno dimostrando d’inserirsi pienamente nel gruppo.” 

(foto a destra Alberto Neri, livornese del Recco)

Alberto Neri, livornese, ma in forza al Tossini Recco dove ricopre abitualmente il ruolo di ala, è stato convocato tra i dodici atleti che difenderanno la       maglia Azzurra della Nazionale italiana seven’s al torneo “Safari Seven’s” in programma sabato 3 e domenica 4 ottobre a Nairobi in Kenia. 

(nella foto a destra Roberto Bozzo, Consigliere Pro Recco Rugby)                                                 


“Intanto buone nuove dal campo Carlo Androne colpito dalle intemperie di qualche settimana fa – ci informa Roberto Bozzo, Consigliere del Recco Rugby - con conseguente tracimazione del rio che scorre a fianco dello stesso strato sintetico. Addetti della Società Autostrade, e tutti gli atleti della prima squadra rivierasca, si sono messi di buzzo buono per risistemare il terreno di gioco, e già domenica scorsa si sono già potuto disputare due test amichevoli, oltre tutta l’altra attività giovanile.  Piu’ in la lo stesso terreno sintetico sarà sistemato definitivamente da una ditta specializzata.”
Il Gruppo Arbitri Liguri organizza due corsi per Arbitri Regionali, aperti sia a tesserati giocatori, dirigenti e tecnici, sia  a non tesserati. I corsi si svolgeranno come da locandine allegate:

-        A Genova presso la Casa delle Federazioni in Viale Padre Santo, 1 (Zona Corvetto) nelle giornate di sabato 1° e domenica 11 ottobre 2015.
-        Ad Imperia presso il campo Pino Valle in Regione Baitè nelle giornate di lunedì 12 e sabato 17 ottobre.



Il Gruppo Arbitri Liguria segnala inoltre la disponibilità a concordare l’organizzazione di Corsi Arbitri presso le Società stesse.                                                                                                                           


ARBITRI LIGURI



giovedì 24 settembre 2015

Il Savona, in preparazione ai futuri impegni nel Campionato Nazionale di Serie C/1, ha affrontato in amichevole i Cadetti del Recco, ed il Varese, neopromosso nel campionato di Serie B. I ragazzi allenati di Paul Chiru e Andrea Chiarini, coadiuvati dalla preziosa esperienza di Loris Salsi, sono scesi in campo con una formazione non esattamente completa, a causa               di alcune defezioni, ma la prestazione è risultata di buon livello, soprattutto considerando che era il primo impegno stagionale per lo stesso team. I biancorossi tornano a casa con una sconfitta con i lombardi, ed una vittoria sui recchelini, e sabato pomeriggio (ore 18,00) sul campo della Fontanassa riceveranno in un’altra amichevole il VII Torino.
(foto a destra: Giuseppe Dogali, pilone e addetto stampa Savona Rugby)

 Prima di questo confronto (ore 16,00) le due selezioni Under 18, quello ligure è allenato da Michele Tobìa ed Andrea Luvarà, degli stessi club si sfideranno per un altro test preparatorio ai futuri  impegni. Dell’Under 16 ne abbiamo già parlato l’altro giorno, e consola la bella vittoria di Como, con conseguente qualificazione  al terzo turno/poule ripescaggio, che li vedrà in gara a Leno con la Bassa Bresciana.
Intanto sono ripresi gli allenamenti di tutte le formazioni savonesi. Per tutti i ragazzi Under 14, che desiderassero provare l’attività sportiva, il Savona Rugby offre un periodo di due mesi di prova del tutto gratuita. Per tutti coloro che volessero tentare l’approccio al rugby, gli orari degli allenamenti, che si svolgono per tutti al martedì, mercoledì e venerdì gli orari prestabiliti dal club sono:
UNDER   6 – 8 – 10 – 12   ore 18,30
UNDER 14 e UNDER 16    “    18,00
U/18 e Seniores                “     20,00
(foto a sin. un cimelio del Savona Rugby: un pallone da rugby omaggiato e firmato dagli All Black al RWC del 2011 in N.Z.)


La formazione femminile ha ripreso a sua volta gli allenamenti, che si svolgono il lunedì a partire dalle ore 19,30. Per l’inizio della stagione gli allenamenti sono “open” in attesa del prossimo tesseramento di tutte coloro che volessero proseguita l’attività  agonistica. Per iniziare, quindi, è sufficiente presentarsi in orario per gli allenamenti della rispettiva categoria; per ulteriori informazioni è possibile contattare la Società utilizzando la pagina di facebook CUS SAVONA RUGBY.
ACHILLE BERTONCINI è il supervisore a capo dello staff tecnico della nuova Franchigia del Monferrato Rugby, e già l’anno passato collaborava con l’Asti di C/1. Quest’anno avrà l’importante compito di guidare in panchina i Lyons Piacenza, neopromossi in Eccellenza. E domenica prossima a Piacenza si affronteranno in amichevole i Lyons con il Monferrato.
Ma Achille quale panchina sceglierai?
“ Forse non sarò ne sulla panchina dei Lyons – afferma sorridendo il coach piacentino – ne su quella dei piemontesi, in quanto tra i miei impegni c’è anche l’incombenza di seguire le giovanili del Monferrato, vedremo domenica. Intanto vorrei precisare che saranno i cadetti dei Lyons ad affrontare la franchigia piemontese, e non la prima squadra, questo per evitare un esagerato ed inutile divario tecnico tra le due squadre.”
(foto a destra Achille Bertoncini)

Le Franchigie di solito rendono piu’ competitiva qualsiasi formazione, sarà così anche in questo caso? E quali sono stati i principali problemi?
“ L’anno scorso Asti ed Alessandria, dovendosi scontrare loro, si erano eliminate a vicenda; quest’anno almeno questo problema logicamente non lo avremo piu’. Le difficoltà che abbiamo incontrato ad oggi -   continua Achille Bertoncini, ex rugbista dei Lyons e tecnico di chiara fama con Grande Milano e Gran Parma – sono quelle che prevedevamo cammin facendo di incontrare. Tali difficoltà organizzative si risolvono a lungo raggio, e direi proprio che siamo già sulla buona strada. Tecnicamente ho trovato qualche difficoltà in piu’ con i rugbisti di Alessandria, ma solo per la diversa metodologia portata avanti negli allenamenti. Avendo guidato l’anno precedente l’Asti, era ovvio che con gli astigiani non avrei incontrato alcun problema. In ogni modo stiamo lavorando sodo e molto bene grazie, al valido sostegno dello staff tecnico a disposizione.”
Achille avrai un doppio impegno tecnico, in quanto dopo diciassette anni ritorni a Piacenza ad allenare quei Lyons che hanno strappato la promozione in Eccellenza ai danni dell’Aircom Recco!

(Una foto storico di Old con Bertoncini il primo in alto a destra con tanti amici del rugby liguri e piemontesi)


“ Negli ultimi tre anni la squadra emiliana ha preso parte ad una finale e a due semifinali, ritengo piu’ che matura e meritata la promozione in questa importante categoria – afferma Bertoncini – intanto sabato affronteremo in amichevole il Reggio Emilia, e questo sarà utile per cercare di amalgamare i nuovi acquisti, che sono addirittura sedici.”

Compito sicuramente impegnativo per l’allenatore emiliano, ma le credenziali sono piu’ che buone, e senza dubbio qualche test di Eccellenza al Walter Beltrametti lo potranno seguire anche molti appassionati della palla  ovale ligure e del Basso Piemonte.                                                    

mercoledì 23 settembre 2015

“In memoriis progressus”
E’ il motto del Club Italia Amatori Rugby, Associazione che ha lo scopo di promuovere e sviluppare interesse verso il rugby, affiancando il lavoro di propaganda e penetrazione della FIR. Esso persegue inoltre scopi culturali e di associazionismo sportivo.



E proprio in questi giorni è distribuito ai Soci un libretto di 64 pagine contenenti una ventina di fotografie, tanti ritratti di personaggi che del rugby ne hanno fatto quasi la loro vita, alcune statistiche inerenti allo stesso Club, lo Statuto ufficiale, ed una frase di Franco Cenobi, Presidente del CIAR: Il tempo sicuramente cambierà ancora i ricordi, ma dobbiamo riconoscere che senza il passato, senza i suoi personaggi, i loro sacrifici, il futuro sarà meno affascinante e la funzione del CIAR è quella di tener vivo il “passato” più a lungo possibile!  E noi di RUGBYTOTALE concordiamo.
RUGBY LIFE è un testo dedicato ai Mondiali del rugby in corso di svolgimento in Inghilterra, e non solo.  Il libro è stato presentato a Genova nel negozio “Genova In Touche” di piazza Sturla, dal giornalista Giorgio Cimbrico.

(gli autori del libro al negozio di Genova in touche)

 Sono intervenuti anche i due autori: Marco Turchetto, ex II linea con un intenso passato rugbistico con Benetton Treviso, Tarvisium, Mogliano, Fiamme Oro, CUS Perugia, CUS Roma, A.S.R. Milano  e Rho, e  Paolo Wihelm, giornalista di Radio 101e responsabile editoriale dei Onrugby.it. 

La prefazione è di Mauro Bergamasco, ed il sottotitolo del libro: Shopping, beer & food. Vita ovale nelle città dei Mondiali 2015 (pag. 96 Euro 12,00) parla chiaro sull’impostazione del medesimo, che rimarrà utile anche dopo che si sarà giocata la finale di Twickenham. 
Rugby Cuneo ripescato in Serie C/1, e se la vedrà con ben cinque avversarie liguri, un girone tremendamente difficile, ma in casa dei biancoblù c’è la consapevolezza di avere le carte in regola per ben figurare. Il Presidente del club piemontese, Vittorio Sommacal, noto avvocato di Cuneo, è arrivato a questa decisione dopo consultazione del tutto democratica.
(Vittorio Sommacal, maglia azzurra, con una squadra giovanile cuneese)

“ E’ stata una decisione presa all’unanimità – ammette Sommacal – tra il direttivo e tutti gli atleti. Vogliamo ritentare di gareggiare in questo torneo che in ogni modo è sicuramente di maggior livello di quello di C/2. Oltre tutto rientreranno in squadra alcuni giocatori, che per causa di forza maggiore non avevano potuto giocare l’anno scorso, e  l’innesto di alcuni ragazzi provenienti dalle nostre giovanili darà sicuramente uno stimolo in più all’intero gruppo. E proprio questi giovani, prendendo                                                                                          parte a questo torneo di livello nazionale, non potranno che trarne giovamento a livello tecnico. E’ implicito, come presumo sia per le altre Società partecipanti a questo girone, ottenere il passaggio alla fase promozione.”
(a destra il campo Piccapietra del Cuneo)

L’anno scorso il Cuneo, che anche quest’anno è allenato dall’argentino Sebastian Lobos Gonzales,  dopo un’annata poco fortunata, è retrocesso in C/2, ma da tempo la preparazione al torneo nazionale è iniziata sotto i migliori  auspici, con un ritiro a fine settimana in un centro montano della zona, e durissimo allenamento nei boschi. Il rugby cuneese conserva ormai buone tradizioni rugbistiche, anche se non ad altissimo livello, e forse che l’influenza occitana abbia influito su questo movimento?
“ Alcuni nostri atleti conservano le tradizioni Occitane – ammette Vittorio Sommacal – ed anche la nostra valle fa parte di questa nazione senza confini politici, e noi come Società organizziamo annualmente una tre giorni di rugby dedicata a loro, con viva partecipazione di squadre senior, femminili, giovani e Old. L’Occitania occupa principalmente il territorio della Francia del Sud, dove il movimento rugbistico è tra i piu’ importanti d’Europa, e forse non a caso abbiamo aperto questo sincero dialogo con queste tradizioni.”
L’Occitania è un’area storico geografica non delimitata da confini politici comprendende soprattutto la Francia Meridionale e zone limitrofe, comprese la Val d’Aran in Catalogna, i comuni di Olivetta San Michele e Triora con le frazioni di Rialdo e Verdeggia, in Provincia d’Imperia. Ma è anche Piemonte con le zone a ridosso delle Alpi Cozie e Marittime, compreso la Valle Gesso.

A’ LA BROUO (è occitano)
E’ il nostro grido di battaglia.
E’ uscire dalla città assediata per affrontare il nemico.
E’ scalare le nostre montagne per raggiungere le vette piu’ impervie.
E’ lottare e faticare per arrivare a meta.

E’ l’urlo con cui a fine partita salutiamo i nostri avversari, per far sapere loro che battagliamo sempre sino in fondo!                                                                           

La squadra femminile del CFFS Cogoleto &  Province dell'Ovest, allenata da Stefano Cavina, ha disputato una gara precampionato sul terreno di casa contro le ragazze del Chicken  Cus Pavia, avversarie nel prossimo campionato a 15 Nazionale Girone 1 (Nord - Italia) .

 La partita è servita per rifinire la preparazione del prossimo campionato che inizierà, con gara casalinga, il 4 Ottobre contro la formazione del Cus Torino. La formazione è composta dalle ragazze del Cogoleto, tra cui anche alcune della classe 1999, e da atlete del Savona, che hanno rinforzato i reparti della squadra. Siamo al primo campionato a 15 quindi l'obiettivo principale consiste nel giungere al termine della stagione, e nell'affrontare tutte le 16 gare cercando di fare esperienza ed aumentare la rosa delle atlete nel corso degli anni. Infatti si tratta di un impegno notevole, sia per i costi che per il valore delle avversarie.  Le formazioni del campionato sono, oltre al Cus Torino, le campioni nazionali del Valsugana Padova, il Benetton Treviso, il Casale sul Sile, il Riviera del Brenta, il Colorno, ed il Monza.


La partita è stata vinta dal Cogoleto per 27 a 10, con due mete della ragazza del 1999 Chiara Aloe.







(Post adeguato con la collaborazione e foto di Gian Carlo Satragno, add/stampa Cogo/Province Femm.)

martedì 22 settembre 2015

Il Comitato Regionale Piemonte ha comunicato la composizione del Campionato Regionale di Serie C/2 2015/2016. Nove le Società inserite in un girone unico con formula all'italiana e con partita di andata e ritorno (art. 30/A Reg.Attività Sportiva). I Club in gara saranno, quindi, oltre le tre Società del Basso Piemonte del Novi Rugby, Lions Tortona ed Acqui Terme, anche Volvera, Tre Rose Casale Monferrato, Collegno, MAC (Chieri e Carmagnola), Moncalieri e "La Drola" (dal dialetto piemontese faccia furba/bizzarra) curata dall'Associazione Ovale oltre le sbarre Onlus della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino. Le date del calendario che presumibilmente a giorni sarà disponibile sono 18 - 25 ottobre, 8 - 15 - 22 novembre, 13 - 20 dicembre, 17 - 31 gennaio, 7 - 21 febbraio, 6 - 20 marzo, 3 - 10 - 17 aprile, 1 - 8 maggio.

 

SUPERCHALLENGE U14: CHE SPETTACOLO A NAPOLI Per la prima volta nella sua storia il  Superchallenge U14  ha fatto tappa al Sud e, p...