domenica 22 luglio 2018



Ultima tornata di regular season del Campionato Italiano di Beach Rugby 2018.
Ecco i risultati di Senigallia:
1. Pirati di Nisida
2. Terrones
3. Forastici
4. Le amiche di Tummasi
5. Magnitudo Beach Rugby
6. I cercatori
7. Perizoma
8. Abnormals

(I laziali dei Belli Dentro - foto di Paolo Cerino)
E questa la classifica di Fregene:
1. Belli Dentro
2. Crazy Crabs
3. Crazy Rats
4. Razzi
5. Rockets
6. Belli de notte
7. Sabbie Mobili
8. Ironhill
9. BdZ
10. Mare e monte

Ecco le 10 squadre maschili e le 6 femminili che si giocheranno il titolo di Campioni d'Italia del 21° Campionato Italiano di Beach Rugby:
Maschile
1. Crazy Crabs
2. The Monsters
3. Belli Dentro
4. Crazy Rats
5. The Rockets
6. Pirati di Nisida
7. Forastici
8. Sabbie Mobili
9. Belli de Notte
10. BarBariBeachRugby
(nel torneo femminile anche le ragazze del Salento si sono qualificate per il Master Finale)
Femminile
1. Sabbie Mobili
2. AllBluff
3. Spavalde
4. Le Nutrie
5. Sabbiette
6. Salento Rugby
Ringraziamo le 56 squadre maschili e le 12 femminili che hanno partecipato alla Regular Season 2018 per un totale di più di 800 giocatori scesi in campo quest'anno!
Un ringraziamento particolare anche a tutti gli Organizzatori delle tappe che hanno permesso la realizzazione di questo splendido e combattuto Campionato.
L'appuntamento per il Master Finale è ad Alba Adriatica il 28 luglio, vi aspettiamo!



Francesco “Yao” Minto è un giocatore della Toscana Aeroporti I Medicei
Il presidente Lucibello: «Il progetto va avanti, sono convinto che il nostro movimento apprezzerà quello che stiamo facendo per il rugby a Firenze»



Firenze – Alla vigilia della ripresa degli allenamenti, in programma domani 23 luglio al Ruffino Stadium Mario Lodigiani, la Società guidata dal presidente Lucibello sfodera un pezzo da novanta. Francesco Minto detto Yao – classe 1987, 194 cm per 108 kg – terza linea con 48 presenze in Nazionale, per le prossime due stagioni indosserà la maglia gigliata della Toscana Aeroporti I Medicei.
Minto, a 31 anni porta a Firenze un considerevole bagaglio di esperienza nel rugby internazionale tra presenze in azzurro - esordio con gli All Blacks nel 2012 - e Celtic League, 110 con il Benetton Treviso. Man of the match contro l’Australia e protagonista della storica vittoria dell’Italia all’Artemio Franchi di Firenze del 2016 sul Sudafrica, contro il quale è stato in formazione nel test match del novembre scorso a Padova. Le sue caratteristiche non hanno bisogno di presentazioni per chi segue il rugby di alto livello. Il suo migliore biglietto da visita sono le percentuali da record sui placcaggi, 94% riusciti su 51, nell'ultima Coppa del Mondo di rugby in Inghilterra del 2015. 

Il presidente Giacomo Lucibello commenta le operazioni messe in atto in questa fase di preparazione alla prossima stagione sportiva: «L’operazione Minto fa parte del percorso di crescita de I Medicei come da progetto che ci siamo dati. Sono contento dell’ingresso che avremo di nuovi sponsor il che conferma quanto di buono stiamo facendo e quanto Il nostro territorio sia attento a questa crescita. 
Anche le strutture a disposizione della squadra stanno migliorando in questa ottica. Il campo sintetico che sarà pronto i primi di settembre, gli accordi per la nuova palestra vanno in questa direzione. Nuovo personale in fisioterapia, riconferma dell’accordo con Villa Donatello come medical partner, e la video analisi affidata a Daniel Lo Valvo nostro tecnico della squadra cadetta, sono alcuni degli interventi con cui supporteremo l’attività sportiva. Arrivando alla squadra, quest’anno abbiamo cercato di costruire una gruppo con maggiore esperienza. Manteniamo una linea molto giovane ma inserendo dei giocatori di grande qualità vogliamo far crescere non solo la squadra ma anche la Società grazie alla loro autorità e competenza. 
In questo senso vanno gli ingaggi di De Marchi, Giovanchelli e Minto. Considero  in particolare Minto un grande colpo. Firmando con lui un biennale ci siamo assicurati un grande giocatore che metterà a disposizione di Presutti il suo background tecnico e personale e la sua voglia di partecipare alla crescita del nostro Club.»


Nome: Francesco
Cognome: Minto
Soprannome: Yao
Data di nascita: 20 maggio 1987
Luogo di nascita: Mirano
Nazionalità: italiana
Altezza - cm: 194
Peso - kg: 108
Ruoli giocati: seconda linea, terza linea
Ruoli preferiti: terza linea
Club di provenienza: Benetton Treviso Rugby (2010/2018) , Overmatch Rugby Parma (2006/2010) Mirano rugby (~2006)
Honours: Naz U 18/20, Naz A, Naz Maggiore
Caps: 48


 Roma – Il Consiglio Federale, riunito venerdì a Bologna sotto la presidenza di Alfredo Gavazzi, ha deliberato la composizione e le formule dei Campionati Nazionale 2018/19: 
Campionato Italiano di Serie A 2018/19 (Campione in carica: Verona Rugby)
Al via il 14 ottobre 2018 e valido per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia di categoria, il Campionato Italiano di Serie A 2018/2019 garantirà due promozioni nel Top12 2019/2020 e quattro retrocessioni in Serie B. 
La formula prevede tre gironi all’italiana da dieci squadre ciascuno, composti su base geografica e meritocratica, con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone.
Le prime classificate di ciascun girone si qualificano automaticamente alle semifinali unitamente alla vincente del turno di barrage tra le tre seconde classificate di ciascuna pool.
Il turno di barrage, con partite di sola andata tra le tre seconde classificate, si disputerà tra il 5 e 19 maggio e qualificherà la prima classificata del girone a tre alle semifinali, che si disputeranno con gare di andata e ritorno il 26 maggio e 2 giugno 2019 secondo il seguente schema:
(il CUS Milano neopromosso in Serie A dopo un torneo che lo ha visto primeggiare soprattutto nella fase finale)

Vincente Barrage v 1° classificata Girone 1
1° classificata Girone 3 v 1° classificata Girone 2
Le vincenti del doppio turno di semifinale saranno automaticamente promosse nel Top12 2019/2020 e si contenderanno il titolo di Campione d’Italia di Serie A nella Finale in programma il 9 giugno in gara unica in campo neutro.
Retrocederanno direttamente in Serie B le squadre classificate al decimo posto di ciascun Girone e la squadra peggio classificata del girone di play-out che, tra il 5 e il 19 maggio, vedrà partecipare le squadre che avranno concluso  al nono posto di ciascun girone la stagione regolare. 
(Neopromosso in Serie A anche l'Amatori Catania, nella foto premiato dal Sindaco di Catania, avv. Enzo Bianco)
Parteciperanno alla Serie A 2018/19 le seguenti squadre:
Girone 1:Pro Recco Rugby, Cus Genova, Cus Torino, VII Rugby Torino, Biella RC, ASR Mlano, Cus Milano, Rugby Parabiago, ASR Lyons, Accademia “Ivan Francescato”
Girone 2: Junior Rugby Brescia, Rugby Colorno, Rugby Noceto, Rugby Vicenza, Valpolicella Rugby, Rugby Petrarca, Ruggers Tarvisium, Rugby Paese, Rugby Udine Union, Amatori Badia
Girone 3: Cavalieri Prato Sesto, Toscana Aeroporti I Medicei, Pesaro Rugby, Rugby Perugia, Unione Rugby L’Aquila, L’Aquila Rugby (iscritta sub-judice), Primavera Rugby, UR Capitolina, Rugby Benevento, Amatori Catania

(anche a Biella ci sono stati grandi festeggiamenti per la promozione in Serie A del team gialloverde)




Campionato Italiano di Serie B 2018/19
Al via il 14 ottobre 2018 con quarantotto squadre divise in quattro gironi geografici da dodici squadre ciascuno, il Campionato Italiano di Serie B 2018/19 prevede quattro promozioni in Serie A e otto retrocessioni in Serie C. 
La formula prevede partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone, con promozione diretta in Serie A per ciascuna squadra classificatasi al primo posto del proprio girone.
Retrocederanno in Serie C – Girone 1 le ultime due classificate di ciascun girone al termine della stagione regolare. 
(Storica la promozione in Serie B dell'Amatori Rugby Genova, qui nella foto dal test decisivo d'Ivrea)
Questa la composizione dei Gironi:
Girone 1
Amatori Novara, Monferrato Rugby, Rugby Sondrio, Amatori & Union Milano, ASR Lecco, Rugby Lumezzane, Rugby Rovato, Piacenza Rugby, Rugby Bergamo 1950, Amatori Genova, Amatori Alghero, Amatori Capoterra
Girone 2
Romagna RFC, Rugby Parma 1931, Amatori Parma, Modena Rugby 1965, Reno Rugby Bologna, Rugby Jesi 1970, Florentia Rugby, Livorno Rugby, Vasari Rugby Arezzo, Cus Siena, Arieti Rieti, Civitavecchia Centumcellae
Girone 3
Venjulia Trieste, Rubano Rugby, Cus Padova, Villorba Rugby, Mogliano Rugby, Rugby Casale, Rugby Mirano 1957, Riviera Rugby 1975, Verona Rugby, Rugby Viadana 1970, Cus Ferrara, Rugby Bologna 1928
(Partenope Napoli ritorna in Serie B dopo solo un anno fra i cadetti - nella foto di Dario Carotenuto in azione Marcos Reyna, allenatore/giocatore)
Girone 4
Polisportiva Paganica, Avezzano Rugby, Rugby Roma Olimpic, Frascati RC 2015, Rugby Frascati Union (sostituisce Colleferro Rugby 1965 Rugby ai sensi art. 4 Reg. Organico), Arvalia Villa Pamphili, UR Capitolina, Rugby Napoli Afragola, Partenope Rugby, Arechi Rugby, Cus Messina, Cus Catania


Campionato Italiano di Serie C 2018/19
Al via nel week-end del 14 ottobre, la Serie C 2018/19 determinerà otto promozioni in Serie B e tredici passaggi nel Girone 2.
La struttura del Campionato di Serie C Girone 1 prevede:
1. sei Gironi a dodici squadre (A-B-C-D-E -G) ognuno suddiviso in due Pool Territoriali da sei squadre, con sviluppo in due fasi. Ogni singolo Girone promuove una squadra in Serie B, mentre due squadre per ogni singolo Girone passano al Girone 2 della Serie C
2. Un Girone (F) a quindici/sedici squadre, diviso in due Pool territoriali con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuna Pool. Finale con partite di andata e ritorno tra le vincenti delle singole Pool per determinare una promozione nella Serie B 2019/2020.
3 . Un Girone (H) a diciotto squadre suddiviso in tre Pool territoriali (6 squadre nella Pool campana, 6 nella Pool pugliese/calabrese, 6 nella Pool siciliana/calabrese). Seconda fase con girone a sei con le prime due di ciascuna Pool per una promozione diretta in Serie B.
Di seguito la composizione dei Gironi e le formule in dettaglio:
Girone A-B-C-D-E-G
Formula:
prima fase con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuna Pool. Le prime tre classificate di ciascuna Pool si qualificano ad una Pool Promozione con partite di andata e ritorno la cui vincente sarà promossa in Serie B 2010/2020.Le squadre classificate dal quarto al sesto posto di Pool 1 e Pool 2 accederanno ad una Pool Passaggio con partite di andata e ritorno. Quinta e sesta classificata della Pool Passaggio parteciperanno nel 2019/2020 alla Serie C Girone 2.
Girone A – Pool 1
Pordenone Rugby, Lafert San Donà, Rugby Udine Union, Rugby Conegliano, San Marco Rugby Venezia Mestre, Rugby Portogruaro
Girone A – Pool 2
Rugby Belluno, Rugby Bassano, Rugby Feltre, Rugby Monselice, Rugby Villadose, Rugby Piave.

(neopromossa in C1 la Castellana di Castelfranco Veneto, qui in un test con i Cadetti del Verona)

Girone B – Pool 1
Rugby Mantova, Ranger Vicenza, Valsugana Rugby Padova, West Verona Rugby Union, Femi-CZ Rovigo, Castellana Rugby
Girone B – Pool 2
Rugby Fiumicello, Patarò Calvisano, Rugby Bassa Bresciana, Rugby Franciacorta, Botticino Rugby Union, Rugby Desenzano
Girone C – Pool 1
Chicken 2012 Rugby, Cus Milano, ASR Varese, Rugby Rho, Rugby Parabiago, Rugby Lainate
Girone C – Pool 2
Rugby Cernusco, RC Stezzano, ASR Milano, ASR Monza, Crema RC, Rugby Lyons
Girone D – Pool 1
Stade Valdotain, Ivrea RC, Cus Torino, Rivoli Rugby, VII Rugby Torino, Amatori Verbania
Girone D – Pool 2
Savona Rugby, Union Rugby Riviera, Rugby San Mauro, Cus Genova, Cus Pavia, Moncalieri Rugby
Girone E – Pool 1
Highlanders Formigine, Imola Rugby, Rugby Castel San Pietro Terme, Rugby Bologna 1928, Faenza Rugby, Ravenna Rugby
Girone E – Pool 2
Rugby Forlì 1979, UR San Benedetto, Banca Macerata Rugby, Abruzzo Rugby, Cus Ancona, Fano Rugby
Girone G – Pool 1
Amatori Tivoli, Lazio Rugby 1927, Pol. L’Aquila Rugby, Rugby Roma 1947, Pescara Rugby, Arnold Rugby
Girone G – Pool 2
Rugby Anzio, Roma Urbe, Rugby Frascati Union, Amatori Civita Castellana, UR Viterbo 1952, RC Latina
Girone F
Formula:
gare di andate e ritorno tra le componenti delle singole Pool. La Pool Toscana/Umbria disputerà una fase unica con gare di andata e ritorno, mentre la Pool Sardegna disputerà una doppia Fase di andata e ritorno.
Le vincenti delle due Pool si affrontano in una Finale promozione con gare di andata e ritorno (28 aprile/5 maggio) per determinare una promozione in Serie B.
Passerà nella Serie C Girone 2 la decima classificata della Pool Tosana/Umbria.
Girone F – Pool 1
Rugby Emergenti Cecina, Lions Amaranto, Polisportiva Sieci, CUS Pisa, Sporting Etruria Piombino, Cavalieri Prato Sesto, Elba Rugby, Firenze 1931, Gispi Prato, Rugby Terni
Girone F – Pool 2
Rugby Sassari, 7 Fradis RC, Olbia Rugby
Girone H
Formula: 
gare di andate e ritorno tra le componenti delle singole Pool. Le prime due classificate di ciascun girone accedono ad una Pool Promozione, con partite di andata e ritorno, che promuove la prima classificata in Serie B. Le restanti 4 squadre di ogni Poule Territoriale giocheranno una Seconda Fase, gestite dai rispettivi Comitati Organizzatori, con la formula definita dal Comitato Organizzatore, allo scopo di individuare le squadre che disputeranno la Serie C Girone 1 nella stagione sportiva 2019/2020 .
Girone H – Pool 1
Rugby Napoli Afragola, Rugby Vesuvio, Amatori Torre del Greco, RC Santa Maria Capua Vetere, San Giorgio del Sannio, Due Principati

(neopromossa in Serie C1 la squadra calabrese del  CUS Cosenza)

Girone H – Pool 2
Amatori Monopoli, Tigri Rugby Bari, Salento XV Trepuzzi, Rugby Union Santeramo Salento Rugby, Cus Cosenza
Girone H – Pool 3
CAS Reggio Calabria, Ragusa Rugby Union, Rugby Lions 1971 Messina, Amatori Catania, Palermo Rugby, Rugby I Briganti


Campionato Italiano di Serie A Femminile 2018/2019
Il massimo campionato femminile, al via il 7 ottobre 2018, conferma per la seconda stagione consecutiva la partecipazione di venti squadre, suddivise in due gironi da dieci su base territoriale, con girone all’italiana con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone. 
Le prime due classificate di ciascun girone accederanno direttamente al turno di semifinale del 26 maggio, mentre seconda e terza classificata di ciascun girone prenderanno parte il 19 maggio ad un turno di barrage di sola andata secondo il seguente schema:
Barrage 19 maggio
2° classificata Girone 1 v 3° Classificata Girone 2 (Barrage A) 

2° classificata Girone 2 v 3° Classificata Girone 1 (Barrage B)
Il turno di semifinale si disputerà secondo il seguente schema, con gare di sola andata, e qualificherà le due formazioni vincitrici alla Finale che nel week-end del 2/3 giugno assegnerà il titolo di Campione d’Italia di Serie A Femminile:
Semifinale 26 maggio
1° classificata Girone 1 v Vincente Barrage B
1° classificata Girone 2 v Vincente Barrage A
La composizione dei due Gironi di Serie  A Femminile verrà annunciata in un secondo momento.

(da sito FIR, le foto sono state inserite da RUGBYTOTALE)



Siamo giunti alla 12esima edizione del RUGBY CAMP a Pratolungo di Gavi organizzato dall’Amatori Rugby Genova.

(dal Camp 2017 - una foto ricordo dalla splendida escursione al Monte Tobbio)

Lo spirito del rugby camp conferma, come da molti anni ormai, i valori che si vogliono trasmettere in questa esperienza di camp estivo: spirito dell'amicizia e del piacere di stare assieme, divertimento per tutti i partecipanti, educazione e rispetto delle regole, attività fisica all'aperto e pratica del fantastico sport del Rugby con tanti coetanei, attività alternative all'aria aperta.
Il camp si svolgerà dal 9 al 15 settembre 2018.

Il Programma in breve: Mattina: Interamente dedicata al gioco del rugby: per i più grandi, ogni giorno viene approfondita una abilità specifica del gioco: skill individuali, tecnica di passaggio, gioco al piede, tecnica di placcaggi. Pomeriggio: Attività sportive propedeutiche al rugby. Sera: Attività ludiche di intrattenimento, tornei di ping pong, calcetto, proiezione film
Amatori Rugby: Amatori Rugby nasce nel 1984: opera da trent'anni nella diffusione del rugby giovanile: accoglie ogni anno oltre 200 ragazzi dagli under 6 agli under 18.

(Uno dei tanti momenti conviviali al Camp di Pratolungo, ridente località gaviese)

Iscrizioni: Per la procedura di iscrizione compilare l’apposito modulo ed effettuare il bonifico di metà della quota di iscrizione, il saldo avverrà il giorno di inizio Camp; ulteriori info potete richiederle alla casella email amatorirugbyge@yahoo.it




Quota: Il costo della settimana è di 250 euro.
Vuoi vedere le immagini delle attività  della passata edizione? Vai su: www.flickr.com/photos/51501904@N00/sets/











































La stagione 2018/19 coincide, per il movimento rugbistico femminile, con una significativa modificazione del format competitivo dell’area sviluppo e del settore giovanile, con una revisione del regolamento della Coppa Italia Femminile Seniores e la creazione della categoria U18, che va ad affiancare l’U16 per i Campionati Interregionali Juniores: le due categorie giovanili scenderanno in campo, a livello di macro-aree, nei nuovi Trofei Interregionali Femminili di categoria.
L’appuntamento unico di fine stagione con la Finale di Coppa Italia Femminile Seniores sarà sostituito da quattro “Feste del Rugby Femminile” su base territoriale, mentre una Finale su scala nazionale verrà istituita per l’U18 e l’U16, dando vita ad un grande festival del rugby femminile juniores.
Il regolamento di gioco, sia per la Coppa Italia Femminile Seniores che per i nuovi Trofei Interregionali, coincide con la formula di recente varata da World Rugby e denominata “X-Rugby”, nella cui creazione la federazione internazionale si è fortemente ispirata al gioco a sette che FIR da anni propone per lo sviluppo del rugby femminile in Italia.
Il nuovo regolamento “X-Rugby” conserva la formula a sette giocatrici su metà campo, ma vuole proporre un gioco più veloce, più sicuro, più coerente con i principii di gioco identificati dall’Area Tecnica federale per rendere Coppa Italia e Trofei Interregionali il più propedeutici possibile alla pratica del rugby a XV e alla futura partecipazione delle Società e delle atlete coinvolte al Campionato Italiano di Serie A Femminile.
Tra le modifiche sostanziali apportate al regolamento la mischia a tre giocatrici senza possibilità di spinta, l’obbligo di effettuare placcaggi solo a partire dalla linea delle spalle, il coinvolgimento di non più di due atlete per squadra su ogni punto di incontro e di non più di tre atlete per squadra in maul.
I calci durante le fasi di gioco aperto non potranno, in alcun caso, essere effettuati ad un’altezza superiore a quella delle atlete e non sarà possibile tentare di trasformare le mete: verrà istituita una “zona rossa” delimitata da appositi coni,  che garantiranno sette punti in caso di meta all’interno degli stessi, mentre le mete realizzate al di fuori di tale area avranno valore di cinque punti. 
La Coppa Italia ha sempre costituito uno strumento cruciale a disposizione dei Club per lo sviluppo del rugby femminile – ha dichiarato Cristina Tonna, Responsabile del Settore Femminile FIR – e continuerà a rivestire un ruolo primario in questo senso.
Con il continuo incremento delle tesserate e delle Società coinvolte abbiamo ritenuto necessario rivedere parzialmente la formula di gioco, per renderlo sempre più funzionale allo sviluppo delle giocatrici in chiave di una loro futura partecipazione al rugby a quindici, e siamo entusiasti del fatto che quanto World Rugby sta proponendo a livello internazionale sia manifestamente ispirato al lavoro che FIR ha svolto in questi anni per promuovere il gioco femminile”. 

“La decisione di inserire una categoria intermedia tra l’U16 e la Seniores – ha proseguito Tonna  - è la logica evoluzione del processo di crescita del settore, e garantirà non solo una transizione più adeguata tra il rugby giovanile e quello delle atlete adulte ma anche una competizione più bilanciata ad ogni livello”.

(le foto sono di Nando Murgia e sono state inserite da RUGBYTOTALE)

sabato 21 luglio 2018



Congratulazioni al nostro Giulio Ghiretti dell’under 14 che in agosto parteciperà al Talent Identification Camp dei Tigers a Leicester, in Inghilterra.
Il Talent Identification Camp delle tigri inglesi è un camp ad inviti riservato esclusivamente a giovani giocatori individuati e selezionati dai tecnici dello staff del Leicester Tigers con una propensione di crescita tecnica e la possibilità di arrivare un giorno a competere nel rugby di alto livello.
Dopo aver partecipato al Tigers Camp Italia che si è da poco concluso in Val Gardena, Giulio è stato selezionato dagli allenatori Louis, Peter e Chris, tutti coach del famoso club inglese che hanno diretto le sessioni di allenamento in Alto Adige, e quindi dal 19 al 24 agosto prossimi volerà in Inghilterra per una settimana di allenamenti in uno dei migliori rugby club dell’emisfero nord della palla ovale.
Una grande opportunità quindi per Giulio, bluceleste sin dal minirugby, ma soprattutto una nuova esperienza sia sportiva che di vita con la possibilità di essere a contatto con ragazzi provenienti da diversi paesi e con diverse esperienze sportive.

wzs
In bocca al lupo Giulio da tutta la grande famiglia Amatori!

Ultima tornata di regular season del Campionato Italiano di Beach Rugby 2018. Ecco i risultati di Senigallia: 1. Pirati di Nisida 2...