martedì 30 giugno 2015

Stefano Di Liberto, Presidente e General Manager dell’Aircom Recco, dopo la fallita scalata all’Eccellenza non demorde, volta pagina e si affida anche ai giovani.
 “ E’ presto ovviamente trattare questo argomento – dice il massimo dirigente rivierasco – in quanto non sappiamo ancora quali avversarie avremo di fronte, e solo a metà luglio la Fir dovrebbe comunicarlo. Entro fine luglio poi si verrà a conoscenza anche del calendario per la futura stagione agonistica 2015/16 che ci vedrà di nuovo in lizza in un torneo di Serie A probabilmente, almeno sulla carta, impegnativo si ma comunque meno difficile di quello appena concluso. Noi daremo fiducia ai nostri atleti provenienti dalle giovanili, pertanto avranno spazio in prima squadra i vari  Quinteri, Barisone, Gaggero, tutti ragazzi d’interesse nazionale, con esperienze nelle Accademie, e logicamente arriveranno almeno tre o quattro rinforzi. Dovranno coprire le partenze dei due piloni Enrico Cafaro, ingaggiato dal Viadana, e Mirco Rapone che invece andrà a Mogliano. Anche il secondalinea  lecchese Matteo Orlandi farà le valigie per Viadana, tra i club piu’ importanti dell’Eccellenza. “
Anche Santiago Gonzalez, estremo di “razza”, ritornerà presto nella sua Argentina, mentre l’allenatore/giocatore Lisandro Villagra dovrebbe restare in casa degli “Squali”. Intanto è certo l’arrivo del cinquantasettenne Rocco Tedone che andrà a seguire tecnicamente l’Under 18 della Pro Recco che gareggerà nel girone di èlite. Tedone, ex pilone del CUS Genova negli anni 70/80, possiede una buona esperienza come allenatore avendo seguito proprio le giovanili del CUS Genova, per poi approdare in prima squadra, ottenendo nel 2013 la promozione in Serie A dopo ben undici anni di vero “purgatorio” tra i cadetti. E questo dopo che sia Ian Snook che Paul Martin, coach neozelandesi, non erano riusciti nell’intento. Il raduno d’inizio stagione si svolgerà come di consueto al campo Carlo Androne entro la penultima settimana del mese di agosto. Nella foto Rocco Tedone.

lunedì 29 giugno 2015

Dopo la prima stagione agonistica nel Campionato Nazionale di Serie C/1 il presidente del Savona Rugby, Dario Ermellino trae le prime conclusioni. “ Che non possono risultare che positive – dice lo stesso dirigente, oltre che ex rugbista dei biancorossi – in quanto prendere parte per la prima volta ad un torneo così competitivo e difficile sotto tutti i punti di vista, ed arrivare a gareggiare nella fase promozione ottenendo anche qualche importante affermazione (cadetti CUS Torino, Rivoli ed Alessandria n.d.r.) non è certo fatto da poco! Tra l’altro siamo stati costretti a subire numerosi infortuni, il piu’ importante quello patito dal trequarti Michele Tobìa, e la non completa disponibilità per problemi di lavoro dei due allenatori Sebastiano Chizzali e Paul Chiru, ci hanno costretto a rimboccarci le maniche e, grazie all’intervento di Loris Salsi, la conduzione tecnica della prima squadra è andata a buon fine. “   Ma a Savona il dubbio rimane ancora su chi guiderà dalla panchina il team del ponente ligure, e forse solo lunedì 17 agosto, alla partenza ufficiale della preparazione tecnico atletica della prima squadra. Si potrà conoscere il nome nuovo dell’allenatore, o magari la conferma dell’esperto Loris Salsi. 

“C’è grande soddisfazione in seno al club – prosegue Ermellino – per l’intensa attività offerta dalle nostre selezioni giovanili, sempre piu’ numerose e preparate. La nostra prima squadra è composta da atleti molto giovani, bisognosi di altre esperienze, ed il prossimo torneo di C/1 potrà offrire numerosi interessanti appuntamenti.   C’è grande soddisfazione in seno al club – prosegue Ermellino – per l’intensa attività offerta dalle nostre selezioni giovanili, sempre piu’ numerose e preparate. Non avremo piu’ Luca Ferrari alla conduzione della nostra Under 18, e sarà rilevato dal duo Michele Tobìa/Andrea Luvarà. L’Under 16 sarà allenata da Fabio Ferrari e Stefania Barisone, mentre l’U/14 avrà Alberto Baccino e Riki Ermellino a dirigere dalla panchina. Il minirugby, sempre piu’ importante per l’attività di un qualsiasi club di rugby, sarà seguito da Sara Essaber e da Ulisse Becher, attuale Tecnico Regionale FIR.” Nella foto sottostante compaiono alcuni tifosi del Savona Rugby.

domenica 28 giugno 2015

E infin fu un vero trionfo di stelle! E’ indubbiamente molto difficile narrare l’intensa giornata di rugby vissuta tra Pasturana e Francavilla Bisio, giocata prima nel pomeriggio sotto un caldo sole pienamente estivo, per concludere le finali del III° Trofeo di sevens “Birra Pasturana”  sotto uno splendido cielo stellato. Sette ore di rugby a sette atleti, con ben dodici squadre impegnate, per un totale di circa 140 rugbisti di varie età, sui due campi comunali del basso Piemonte, con l’attenta organizzazione dei dirigenti del Novi Rugby, celano tanti piccoli avvenimenti, tanta gioia per chi alla fine ha conquistato l’ambìto trofeo, ma tanta soddisfazione anche per chi non ha potuto scalare la classifica finale, confrontandosi però con nuove realtà. Qualche momento critico si è avuto nelle fasi finali della manifestazione, forse dovuto più a veri malintesi che altro, ma in conclusione della lunga giornata è arrivata la conferma del team meneghino del 3.5 G, atleti dell’Amatori Milano, Grande Milano, Rozzano e Cologno, che per il secondo anno consecutivo ha messo le mani sul trofeo seven’s consegnato direttamente dalle mani di Alessandro Vernetti, tra i principali organizzatori dell’evento sportivo. Buono il comportamento dello stesso Novi Ligure, club di C/2, messo a confronto con selezioni di atleti di serie superiore, confortanti le prove per i Lions Tortona e soprattutto per il team dei Los Ignorantes dell’Alessandria. Le squadre impegnate al torneo seven’s hanno preso parte all’evento con nomi da battaglia, come i milanesi dell’ A.S.R. Milano dei Tops of The Props (Il meglio dei piloni), i Barberans, ovvero la seconda squadra novese, mentre tra i “Polpi” liguri del Tigullio Rapallo c’è stato l’importante innesto dell’ex nazionale sevens Chruistian Becerra, nonchè di Andrea Breda, Gianrossi, Balducci, Mina, Epis, Soliz, Lucerti, Kozul, Lucas Tagliavini, Bolgiani, Lerda. I 24 test in programma sono stati diretti in alternanza dagli arbitri piemontesi Gabriele Platanìa, Filippo Barrafranca, Diego Fasciolo e  Domenico Alaimo.
I RISULTATI DELLE FASI FINALI:

Collegno/B – Barberans Novi  5/17, Tre Rose Casale – Lions Tortona 7/24, Siriom Ivrea – Bulls CUS Torino 14/12, Novi – Polpi Rapallo 10/14, Tops of Props – Collegno/A 20/7, 3.5 G – Los Ignorantes Alessandria  12/0. Classifica finale: 1. 3.5 G., 2. Los Ignorantes Alessandria, 3. Topf of Props Milano, 4. Collegno/A, 5. Polpi Tigullio Rapallo, 6. Novi, 7. Sirio Ivrea, 8. Bulls CUS Torino, 9. Lions Tortona, 10. Tre Rose Casale Monferrato, 11. Barberans Novi, 12. Collegno/B.  Le foto nell'ordine, dall'alto in vasso. Los Ignorantes Alessandria, Novi Rugby 7'S, Polpi, Tortona e 3.5 G Milano vincitori del trofeo.

sabato 27 giugno 2015

Fiocco rosa nel nostro Comitato Regionale della Liguria. ! Questa notte all’Ospedale di Villa Scassi di Genova Sampierdarena, la signora Tatiana, consorte del nostro solerte Segretario Matteo Gambino, ha dato alla luce una bella bimba di nome Elisa, che raggiunge così la sorellina Daniela di tre anni.

Sinceri auguri di felicità da parte dello stesso Comitato e di tutte le
Società del rugby ligure.

venerdì 26 giugno 2015

E' una storia lunga quarant'anni quella del CFFS Cogoleto rugby, ed alcuni fondatori del club gialloblù, in primis Giuliano Ibba e Furio Merlo, hanno organizzato un evento molto particolare. A Cogoleto, nei locali della ex Pro Loco, davanti alla Parrocchia del centro rivierasco sul Lungo Mare Santa Maria, si svilupperà "NON SOLO FOTO", una mostra non strettamente fotografica ma con veri e propri cimeli del passato storico delle "Wasps".  Maglie e scarpe da gioco, borse e kway diventati ormai storici per la Società del ponente che ha formato molti atleti di livello, saranno esposte nell'ampio locale a disposizione. L'orario della mostra è limitato alle ore serali dalla 17,00 alle 19,00 e sicuramente da non perdere è la proiezione delle foto digitali che narreranno con le immagini una storia lunga tanti anni. La mostra inizierà mercoledì 8 luglio e sarà visionabile sino al giovedì successivo 16 luglio.

giovedì 25 giugno 2015

Alessandro Vernetti, principale organizzatore del Terzo Torneo della Birra Pasturana, per formazioni a sette atleti, che si svolgerà sabato 27 giugno dalle 15,00 con finale alle 21,00, ha comunicato la composizione dei gironi eliminatori del torneo. Si giocherà al campo Comunale di  Pasturana i test del girone 1 con i Bulls CUS Torino, i milanesi Top of the Props, i Lions Tortona e del girone 4 con i “Polpi” del Tigullio Rapallo, con i milanesi dei 3.5  G. E i Barberans Birra Pasturana. Due gironi si confronteranno, invece, al Comunale di Francavilla Bisio con Gruppo 2 i padroni di casa del Novi Ligure di Michael Pierse, Collegno 1, Tre Rose Casale, girone 3 con Los Ignorantes di Alessandria,Collegno 2 ed Ivrea. Al termine delle partite di qualificazione le prime due squadre di ogni girone, pertanto otto formazioni, si contenderanno il passaggio alle semifinali e finali in programma al Comunale di Pasturana, mentre le squadre rimanenti spareggeranno a Francavilla Bisio. Nella foto a sinistra la linea di touche del Novi Rugby.

mercoledì 24 giugno 2015

Intanto, rimanendo nelle attività locali, al campo sportivo Comunale di Pasturana, nel novese, sabato pomeriggio  (ore 15,00) si svilupperà il Terzo Torneo seven’s della “Birra Pasturana” organizzato dal Novi Rugby di Michael Pierse.  E’ un torneo a sette atleti in fase di crescita, e va a sostituire altre manifestazioni seven’s che per varie ragioni non si fanno piu’. Le partite saranno dirette dagli esperti arbitri piemontesi Gabriele Platanìa, Domenico Alaimo, Filippo Barrafranca, Matteo Piu e Diego Fasciolo. Molti i club piemontesi e lombardi iscritti a questa manifestazione, che vedrà la partecipazione anche dei “Polpi” del Tigullio Rugby Rapallo della Serie C/2. La formazione rivierasca tra l’altro dovrebbe presentarsi con un gruppo competitivo, con atleti che hanno anche avuto qualche esperienza nella Pro Recco di Serie A. I convocati liguri sono: Gabriele Epis, Giovanni Bolgiani, Igor Balducci, Marco Lucerti, Simone Mina, Lucas Tagliavini, Dejan Kozul, Miguel Soliz, Andrea Breda, Ignacio Lerda, Giulio Gianrossi, con Luca Nese e Andrea Massone accompagnatori. Le formazioni in gara, iscritte con nomi di “fantasia” sono il Novi Ligure, le milanesi Top of the Props ed i 3.5 g, poi Ivrea, Los Ignorantes di Alessandria, Collegno, Rivoli, Acqui Terme, Bulls CUS Torino, Lions Tortona, Tre Rose Casale e Berberans Francavilla Bisio. Nel torneo femminile seven’s in gara Novi Ligure, Tortona, CUS Torino e Sirio Rugby.
 
Solitamente è la stagione estiva il momento migliore per praticare il rugby seven’s, ed anche quest’anno nonostante le attività agonistiche a XV siano ferme da tempo, il movimento a sette atleti è impegnato su piu’ fronti. A livello nazionale gli azzurri, allenati dal sudafricano Andy Vilk, dovranno sostenere tra il 18 e 19 luglio, a Lisbona, lo spareggio per poter accedere alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro. In preparazione a questo importante quanto decisivo torneo, la Nazionale 7’s azzurra sarà in gara ad Exeter, in Inghilterra, l’11 e 12 luglio nel Grand Prix Series. A questo torneo parteciperà anche l’australiano Steven Castle, tesserato per l’Eco Eridania CUS Genova. Purtroppo la qualificazione alle future Olimpiadi sono a rischio, in quanto molte nazioni negli ultimi sei anni si sono premunite svolgendo intensa attività in questo particolare settore. Portogallo, Spagna, Germania, Ukraina, solitamente inferiori all’Italia nel rugby a XV, nel settore seven’s spesso riescono a superare i nostri atleti. Tra i convocati azzurri, in ogni modo, spicca il nome di Mirco Bergamasco e quello di Moses Tavutunawailala, figiano ex atleta del Med Italia Recco, ora accasato al club romano dell’Arvaila di C. Intanto spicca la convocazione di Leonardo Quintieri, “squaletto” della Pro Recco, nella Nazionale Under 18. La selezione degli azzurrini sarà impegnata in un fantastico tour estivo in Argentina, con partecipazione tra gli altri impegni al 4 Nazioni Under 18 in programma a Cordoba. In gara saranno oltre all’Italia la selezione Cordoba Under 19, l’Uruguay U/19 ed i Pumitas argentini.

lunedì 22 giugno 2015

Il Centro di Formazione di Recco, capitanato dal Tecnico federale Alessandro “Sancho” Bottino e dal preparatore atletico Gian Luca Cartoni, con Riccardo Matulli dirigente, riprenderà l’attività nella mattinata di lunedì 6 luglio. Al CdF di Recco, che di recente ha primeggiato nella Fase Finale del Campionato dei Centri di Formazione, presenterà ben quarantadue atleti dei quali 17 ragazzi nati nel 2000 e 25 nel 2001. Ecco la lista completa:Alessio Rappa, Andrea Dianti, Daniele Damonte, Jacopo Pesce, Luca Arrighi, Federico Barbieri, Taddeo Ferraris, Lorenzo Fracchiolla, Francesco Piccolo (Province dell’Ovest Rugby), Federico Olivieri, Davide Michelino, Filippo Iametti, Tommaso Leone, Nicolò Zoratti, Pietro Nicosìa, Leonardo Nacci, Filippo Calabrese, Giovanni Maria Pollio, Ruben Martino, Mattìa Cuccu, Yassir Horchi, Mattìa Campanini,Pietro Rapuzzi, Andrea Ayra, Francesco Vimercati, Lorenzo Poggi, Filippo Barone, Ludovico Ferrari, Emanuele Farina, Matteo Campi (Genova Rugby), Marco Marchisio, Bladimiri Leandro Armijos Vargas, Lorenzo Romano (classe 2001), Edoardo Cartoni, Giulio Giovanni Giuffrè, Lorenzo Romano (classe 2000), Ermanno Barisone, Daniele Noto, Michael Matulli, Loris Chiapolino, Alessandro Prampi, Riccardo Fossa (Pro Recco Rugby). La foto ritrae una meta di mischia realizzata dal Centro di Formazione Recco nello scorso torneo.
 

sabato 20 giugno 2015

Il Genova Rugby ha fatto poker ! A conclusione di una stagione agonistica ad alto livello, il club biancorosso con la propria Under 14 allenata da Franz Nasti, ha fatto il pieno allo stadio Carlini aggiudicandosi la finale regionale del Trofeo CONI . Alla finale nazionale in programma a ottobre a Lignano Sabbadoro andrà il Genova Rugby che ha superato (55/10) il team delle Province dell'Ovest di Carlo Fossati. 
U/14 GENOVA RUGBY     55
U/14 PROVINCE OVEST  10
Marcatori p/t. 2' Iametti, 4' Ceschi, 6' Nicosìa, 11' Olivieri, 13' Dianti, 23' Fadda. S/t: 3' Zoratti, 10' Rappa, 11' Iametti, 2' Zoratti, 8' Melani, 9' Magnani, 10' Zoratti.
GENOVA RUGBY U/14: Calabrese, Ceschi, Cuccu, Granzella, Iametti, Leone, Magnani, Michelino, Nicosìa, Olivieri, Petronio, Zoratti, Buffa, Campanini. In seguito si sono alternati anche Capozzi, Cerruti, Corradino, Costa G. e M., Di Somma.
PROVINCE DELL'OVEST U/14: Garofalo, Quinto, Largo Rodriguez, Ricchebono, Rappa, Dianti, Lauciello, Paganelli, Fracchiolla, Barbieri, Pesce, Borgagni, Zanni, Ferraris, Locci.
 Nella foto sopra Filippo Iametti del Genova Rugby segna la prima meta. Sotto la squadra genovese al gran completo.
All’inaugurazione del campo Branega di Genova Pra, oltre al Sindaco di Genova Marco Doria, hanno partecipato il suo vice Stefano Bernini, l’assessore alla viabilità Anna Maria Dagnino, l’assessore allo sport del Comune di Genova Pino Boero, i consiglieri regionali Giovanni Lunardon e Sergio Rossetti. Sono intervenuti all’evento anche Tiziano Pesce, presidente UISP, Pippo Parodi direttore ASL 7 Pippo Parodi e don Emanuele Zanardi, curato di Palmare che ha impartito la solenne benedizione al nuovo impianto sportivo del ponente genovese. La manifestazione, curata nei minimi particolari da Salvatore Caratozzolo, è stata allietata dalla partecipazione della banda musicale di Palmaro, con il classico taglio del nastro beneaugurante da parte del Sindaco Marco Doria, e l’altrettanto classico alzabandiera, e il simbolico passaggio tra le passata gestione e quella del nuovo consorzio.
Sono intervenuti iol presidente dell’Olimpic Pra Palmaro, Alessandro Reverberi, il vice presidente delle Province dell’Ovest Rugby Paolo Barchi ed il presidente del Consorzio stesso, ing. Massimo Poggio.
“Questa per noi tutti è stata una bella giornata – ha dichiarato lo stesso Poggio durante l’ufficializzazione dell’inaugurazione – che ricompensa chi ha messo in campo tanti sacrifici. Per arrivare a questo abbiamo dovuto combattere con il tempo, con i debiti ed alcune situazioni anche ai limiti della legalità, ma alla fine grazie anche gli sforzi di molti genitori dei ragazzi siamo riusciti ad appianare il tutto. Ha vinto la sinergia presente tra le due società, ed il mio sentito ringraziamento pertanto va assegnato alle famiglie che hanno preso parte a questo importante progetto.”
Anche Oscar Tabor, presidente del Comitato Regionale Rugby della FIR, si è chiaramente espresso a favore di questa iniziativa che ridona un impianto sportivo ad una delegazione stretta fra palazzi ed autostrada.

“ Sono indubbiamente emozionato per questo evento – dice proprio Tabor – in quanto su questo terreno di gioco negli anni sessanta giocavo e mi allenavo con il Nevada Rugby Pegli. Su questo terreno, una volta ghiaioso, ci ho lasciato tante sbucciature di pelle, tanti piccoli infortuni, ma nei miei ricordi rimane indelebile lo spirito di sacrificio, l’amicizia che si era instaurata in quel periodo  e che prosegue nei tempi attuali. Intanto posso confermare ufficialmente che il campo Branega è stato scelto ufficialmente come sede della Festa Regionale di Minirugby per il 2016. “

 
Oggi si è inaugurato ufficialmente l’impianto sportivo  Branega di Genova Prà. A sancire questo evento è stato Marco Doria, Sindaco di Genova, che ha avuto parole di elogio per tutti, comprese le due Società dell’Olimpic Pra Palmaro e delle Province dell’Ovest Rugby, club che compongono di fatto il Consorzio Branega, che gestirà il tutto.

“Un sentito grazie a tutti – ammette il Sindaco della Superba, Marco Doria – a tutti quelli che hanno lavorato su questo progetto. Tutti ci ricordiamo in quali condizioni era questo terreno di gioco, e pertanto tutti ci rendiamo conto del cammino che si è fatto. Il terreno di gioco era completamente abbandonato e ricoperto di sterpaglie, ora è un vero gioiello. Si è lavorato sodo, in molti ci si è rimboccato le maniche, evitando una volta tanto il mugugno. Società sportive, comunità del territorio ed amministrazione hanno lavorato intensamente e con profitto. Noi in ogni modo abbiamo concesso fiducia ai cittadini, condividendo il progetto, assegnando la stessa struttura a due società di diverse discipline sportive, lavorando in perfetta sinergia. Del resto lo sport sia amatoriale che agonistico può contribuire a migliorare la nostra società, e la relativa trasmissione dei valori non è da sottovalutare. Lo spirito di squadra, nel rispetto dello sport, conserva un certo fascino fascino, ed il confrontarsi costantemente nel rispetto dell’avversario su questo nuovo terreno sintetico abilitato ufficialmente sia al calcio che al rugby, rappresenta un importante passo avanti nel mondo dello sport cittadino.”
Nelle foto alcune immagini dell'inaugurazione con il Sindaco di Genova Marco Doria.


venerdì 19 giugno 2015

Questa sera, venerdì 19 giugno ore 21,00 allo Stadio Carlini continua il programma "Risate in touche", con sul palco allestito per l'occasione i comici genovesi Enzo Paci, Carlo Denei, Gabri Gabra, Antonio Ornano.

giovedì 18 giugno 2015

Domani sera, venerdì 19 giugno alle 18,00 allo Stadio Carlini di Genova San Martino, il Genova Rugby di Patrizio Parente e Massimo D'Angelo premierà ufficialmente tutti gli atleti ed i dirigenti del club che chiudono la stagione agonistica con la conquista della Coppa Walter Piccoli, e del Torneo di Settimo Torinese. L'alloro principale, quello vinto sul campo neutro di Voghera contro l'U/16 dell'Oltremella Roncadelle, permetterà al team biancorosso di prendere parte ai futuri barrages   di qualificazione per i gironi di èlite, in programma il prossimo settembre, con una posizione ottimale nel classico ranking d'inizio stagione. Nella foto le due mischie U/16 di Genova Rugby (a sin.) e l'Oltremella.
Pro Recco Rugby in festa e, domani sera (ore 18,00) si svilupperà la consueta festa di fine stagione agonistica. Un'annata indimenticabile per il club biancoceleste che per il secondo anno, non consecutivo, è riuscito ad accedere alla finale scudetto della Serie A. La serata inizierà con un maxi confronto  al "tocco" a squadre miste, e con tutte le categorie impegnate. Per la Società di Stefano Di Liberto sarà occasione per radunare tutti gli atleti rivieraschi, comprese tutte le categorie giovanili e del minirugby, ed i numerosi genitori che hanno seguito con tanto interesse le vicende delle varie selezioni.
Il Consorzio Branega comunica il programma completo della cerimonia d'inaugurazione del campo sportivo sintetico con doppia tracciatura (calcio e rugby) del Branega di Genova Prà. Sabato 20 giugno alle 10,15 si presenteranno, con fantasioso schieramento, tutte le squadre dei settori giovanili della GSD Olimpic Prà Palmaro e delle Province dell'Ovest Rugby. Alle 10,30 è previsto l'arrivo degli ospiti, con taglio ufficiale del nastro e benedizione, alla presenza delle Autorità cittadine, compreso il Sindaco di Genova Marco Doria. Seguiranno i discorsi del Presidente del Consorzio Branega e quello delle Autorità intervenuto all'importante evento, nonchè la cerimonia del passaggio di consegne tra passate e nuove generazioni. Di seguito si svolgeranno in alternanza partite di calcio e rugby, e dalle 12,30 a tarda sera saranno attivi numerosi stand gastronomici, che avranno quale piatto forte la classica focaccia al formaggio e gli immancabili hot - dogs. Dalle 19,00 si svilupperà la premiazione di tutti gli atleti del club delle Province dell'Ovest ed in conclusione un confronto di rugby dedicato allo sfortunato Andrea Donati, ex rugger del CUS Genova e trainer delle giovanili delle Province dell'Ovest.

 

martedì 16 giugno 2015

Il CUS Genova Rugby avrà a disposizione un settore giovanile tutto suo! Il club universitario continuando gli impegni con la seniores in Serie  A ed una squadra Cadetta, proseguirà l’attività con l’Under 18 nel torneo interregionale ma, dalla prossima stagione agonistica sarà impegnato direttamente anche con le squadre giovanili dall’Under 8 agli U/16. E’ un passo importante per la Società che gestisce direttamente lo Stadio Carlini e la sua splendida Club House, e con l’arrivo in seno alla Società biancorossa di Achille Borzone (Chicchi per gli amici) l’attività giovanile sembra poter spiccare il volo. Lo stesso è il responsabile del settore giovanile, coadiuvato dal Comitato Organizzatore composto da Agrone, Biggi, Bruno, Roncallo, e lo stesso Stefano Bordon, Director of Rugby ed allenatore della prima squadra. Lo staff medico per il settore giovanile sarà seguito dal dott. Rodolfo Grondona, mentre il preparatore atletico e per la motricità sarà sempre a disposizione Alberto Cànneva. Lo staff tecnico sarà così suddiviso: Under 18 affidato a Dan Pavel (all. 3° liv FIR), Under 16 tecnico Achille Borzone (3° liv. FIR), Under 14 affidata a Sebastian Quiroga (1° liv FIR) e Fabio Marzano (educ. 1° momento FIR), Under 12 con allenatore Checco Berlinghieri (educ.1° mom. FIR e Paolo Pezzana (educ. 1° mom. FIR), Under 10 con Bobo Omoboni (Scienze motorie e master) ed Edoardo Repossini (Educ. 1° mom. FIR), Under 8/6 con CUS Genova e Rugby Tots.

Con la primavera sono terminati anche i campionati tradizionali e, con l’avvento della stagione estiva, fioriscono i vari tornei tra seniores, veterani, seven. Anche il Rugby Novi conserva la tradizione, e sabato 27 giugno al Comunale di Pasturana (dalle ore 15,00) è in programma la terza edizione del Torneo Birra “Pasturana”, di rugby a sette atleti. Il club biancoverde, presieduto da Michael Pierse, in questi quattro anni è ripartito con le varie attività arrivando a tesserare da zero a centocinquanta atleti e, vero fiore all’occhiello, è proprio questo torneo che presenterà in campo oltre ad una formazione novese, anche i “Dodos” di Rozzano, I “Polpi” del Tigullio Rapallo, “Los Ignorantes” di Alessandria, il Collegno, il Rivoli, l’Acqui Terme, il CUS Torino, i Lions di Tortona, due selezioni dell’hinterland milanese cioè i Top of Props e i 3.5 g. Nel pomeriggio il torneo si svilupperà con una fase a gironi, per concludersi in tarda serata con le finali.

lunedì 15 giugno 2015

Sarà Stefano Bordon, Director of Rugby del CUS Genova, a presentare il nuovo settore giovanile del club universitario. L'appuntamento è fissato per domani sera (ore 18,00) allo Stadio Carlini, vera "culla" della palla ovale genovese. Il rodigino Bordon, classe 1968, diplomato ISEF all'Università di Padova nel 2002 (votazione 100/110), oltre alla carriera sportiva legata principalmente al Rugby Rovigo dove ha disputato ben dodici campionati in Serie A, ottenendo due scudetti tricolore (1988 - 1990) ed inoltre a Piacenza, in Francia nel Tolone ed a Pieve di Cento, ha vestito la maglia azzurra della Nazionale B, quella Seven, la Universitaria e ben 29 cap con la Nazionale Maggiore. In seguito ha svolto con successo la carriera di allenatore nel CUS Verona, Modena, Colorno, Amatori Alghero, Roma Olimpic, Zhermack Badìa e dal gennaio 2014 al CUS Genova. 
Il movimento regionale ligure si prende una grande soddisfazione vincendo, a Piacenza, la Fase finale del Campionato dei Centri di Formazione. Il CdF di Recco, allenato da Alessandro Bottino e con la collaborazione dell’educatore fisico Gian Luca Cartoni, e che nell’occasione era composto da atleti Under 16 della Pro Recco, del Genova Rugby, Province dell’Ovest, R.C. Spezia, oltre ad aver lavorato intensamento dal luglio scorso ad oggi, ha preso parte a questa finale a gironi, mettendo in riga le scuole di rugby di Calvisano (21/0), di Rho (14/5), pareggiando (7/7) con il Cdf Milano e superando infine (14/5) il Centro di Torino. Intanto in questi giorni si dovrebbero conoscere i convocati liguri per la futura iscrizione all’Accademia di Torino. Molto probabilmente la nuova attività del Centro di Formazione di Recco dovrebbe ricominciare a luglio. A Piacenza il CdF Recco ha utilizzato: Cambiaso, Liguori, Olivieri, Migliorini, Pendola, Gherardi, Ferradini, Casella, Di Vietro, Parodi, Calabrese, Vimercati, Ferrari, Ayra, Campi (Genova Rugby), Repetto e Piccolo (Province dell’Ovest), Romano St., Mitri, Baldassarri, Rossi, Barisone, Romano L., Matulli, Prampi (Pro Recco), Vergassola (R.C. Spezia).  

domenica 14 giugno 2015

Per l’Under 18 delle Province dell’Ovest di Paolo Ricchebono questa è stata una domenica da incorniciare nell’album dei ricordi. La limpida affermazione (16/3) nella finale sul neutro di Voghera con il tanto temuto Junior Asti, ha sancito il passaggio dei liguri al girone di èlite del futuro campionato 2015/16. Gli “Orsi”, ora legati societariamente al CFFS Cogoleto, hanno emulato l’U/18 della Pro Recco che proprio l’anno scorso vinse sul neutro di Alessandria la finale con il Parabiago, conquistando la Coppa Franco Clavarezza. Nel pantano del campo Giovani le due formazioni non si sono certo risparmiate e, dopo un inizio a sorpresa dei piemontesi passati subito in vantaggio (4’) su penalty di Pizzolato, è arrivata la reazione dei bianconeri. Azioni vorticose con i trequarti, su tutti si ergeva Leveratto, tra l’altro autore di due piazzati (13’ e 16’), coraggiosi placcaggi della linea difensiva, e poi le due splendide azioni alla mano dei trequarti liguri che finalizzavano in meta in due occasioni. Prima era Tricoli (18’) su passaggio di Reggio, a segnare in velocità, poi (24’) arrivava l’altra spettacolare mèta di Ricca, che riceveva un invitante ovale da Zini, e non si faceva pregare troppo per mettere a segno l’ultima marcatura della giornata. Il seguito del test vedeva il disordinato arrembaggio degli astigiani, che cozzavano inevitabilmente sulla coriacea difesa sestrese, infine ci si metteva anche un forte temporale che abbattendosi su Voghera, rallentava inevitabilmente le velleità degli stessi piemontesi, ed il secondo tempo si chiudeva addirittura sullo zero a zero. Buono l’arbitraggio di Fabio Taggi di Colleferro, ma del gruppo lombardo come i due giudici di linea Matteo Locatelli ed il croato Davor Vidackovic. L’U/18 del CFFS Cogoleto & Province dell’Ovest ha utilizzato: Leveratto, Tricoli (36’ L. Simcich, 68’ Olivieri), Valla, Ricca, Morabito,  Zini (41’ Agostino), Mozzi, Regestro, Pressenda, Eleonori, Panizza, Scarpa, Reggio, Bortoletto (68’ Fossati), Rifi (60’ Colella).
Nella foto l'U/18 del CFFS Cogoleto&Province dell'Ovest, oggi a Voghera, ed una immagine del test sotto il nubifragio.


venerdì 12 giugno 2015

Tutto è pronto per la finale zonale Nord Ovest Under 18 tra CFFS Cogoleto & Province dell'Ovest e lo Junior Asti. Due squadre che si conoscono molto bene, in quanto reduci dallo stesso campionato giovanile, con una affermazione per parte. Equilibrio nella regular season, pertanto si prevede un'altro test al cardiopalmo! Il test si giocherà domenica 14 giugno alle 16,30 al Campo Giovani di Voghera, arbitrerà il milanese Fabio Taggi. l'anno scorso, sul neutro di Alessandria, fu la Pro Recco a superare il Parabiago, conquistando la Coppa Franco Clavarezza, in palio per questo confronto che assegnerà anche un posto nel futuro girone di èlite. La squadra perdente usufruirà di una ulteriore possibilità di passare all'èlite spareggiando a settembre. Intanto i rispettivi trainer delle compagini, Paolo Ricchebono per i liguri, il sudafricano Chris De Meyer per i piemontesi, preparano il proprio team alla delicata partita di finale. La foto ritrae alcuni ragazzi della giovanile delle Province dell'Ovest in allenamento al passato campus di Vara Inferiore. 
 

mercoledì 10 giugno 2015

“Eccoci arrivati all’epilogo, la fine di una splendida stagione. Ancora 70 minuti di passione dopodichè vedremo arrivare a Cogoleto i pullman del Viadana e del Calvisano. E’ pur vero che li abbiamo già visti. Quando arrivavano nella mitica Rocca Grimaldi ‘sti pullman megagalattici che facevano fatica ad arrivare al campo e restavanotutti allibiti nel vedere la nostra struttura rispetto ai loro sette campi uno di seguito all’altro.
Una struttura minimalista, coi genitori che toglievano le porte da calcio per mettere quelle da rugby davanti agli sguardi meravigliati degli ospiti. Sembrava la partita dei Grandi Campioni contro gli Scappati di Casa nel campo dei Genitori Sperduti. Ma era una struttura con un cuore grande cosi’, viva, vissuta, amata rispetto a quelle fredde ed impersonali delle grandi squadre. Luogo magico, terzi tempi memorabili, all’addiaccio, in tutte le condizioni di tempo. Una struttura che ha permesso di creare un grande gruppo che domenica, con qualche perdita ma anche con preziosi acquisti concluderà un ciclo ma solo per aprirne un altro. Come si fa a non ricordare la splendida vittoria all’ultimo momento con la capolista Cus Milano a Recco con quella folle formazione messa in campo da Andrea? Indelebile, indimenticabile, che bello. Vogliamo altri momenti cosi’, ne abbiamo proprio bisogno.
Saluteremo i ‘96 e daremo il benvenuto ai ‘ 99. Abbiamo la necessità di vincere. Siete molto forti, anzi siete i piu’ forti. Siete amici, anzi siete molto amici. L’Asti e’ una bella squadra ma voi siete di piu’, molto di più. Domenica rappresenterete 300 bambini, la Società tutta. Giocate anche per loro che vi vedono come dei marziani, giocate come sapete con la tranquillità dei piu’ forti ma con la grinta dei piu’ deboli. Calciate la palla ad inizio partita ed andatevela a prendere, la dovete mangiare, la dovete abbracciare, la dovete mettere a disposizione dei vostri compagni. Se quella palla gira non ce n’e’ per nessuno. E quando la palla gira noi sugli spalti godiamo e ci entusiasmiamo come dei bambini. Ubriacate gli avversari con il vostro gioco, poi noi faremo altrettanto al cowboy ranch con le nostre birre. Forza ’96, congedatevi dai vostri compagni/amici lasciandogli in eredità il campionato italiano. Forza ’97, vincete perché siamo stufi di andare a Imperia o Savona. Vogliamo andare a Calvisano dove i genitori fanno oh. Forza ’98, pensate a quanto siete cresciuti quest’anno e quanto potreste crescere confrontandovi con squadre ai massimi livelli. L’ultima settima, l’ultimo sforzo. Tutti ad allenamento e portiamo a casa la coppa. Il 20 al Branega festeggeremo tutti insieme, ne sono sicuro. “Standing Ovation per Voi….””

Così si esprime su FB Roberto Regestro, uno dei numerosi ed attivissimi dirigenti del club CFFS Cogoleto&Province dell'Ovest, in merito alla finale U/18 di domenica prossima al campo Giovani di Voghera alle 16,30. 
Inedito appuntamento allo Stadio Carlini di Genova San Martino, la vera "culla" del rugby genovese. 

martedì 9 giugno 2015

Il Genova Rugby continua a fare faville! L’Under 16 guidato dalla panchina da Dan Pavel e Lorenzo D’Angelo, ha conquistato il il Trofeo Beefed, inserito nel Torneo Giovanile della Torre di Settimo Torinese, e la Pro Recco Carispezia si è piazzato al terzo posto. La squadra genovese sta trascorrendo momenti magici, soprattutto dopo l’affermazione di Voghera sempre con la U/16, contro l’Oltremella di Roncadelle, nella finale U/16 della Coppa Walter Piccoli. Importante affermazione dei genovesi, considerando che in questa categoria sono stati messi in riga Settimo Torinese, Viadana, Recco, Biella, CUS Torino, Tirreno, Rivoli, Chieti, Parabiago. Tra gli U/14 il Genova Rugby è riuscito a regolare i transalpini del Canton Pradet, il Collegno ed Il Padova. Intanto domenica prossima, a Voghera alle ore 16,00 si svolgerà la finale Under 18 della Coppa Franco Clavarezza tra il CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest di Paolo Ricchebono e lo Junior Asti. La squadra vincente prenderà parte al futuro Campionato girone elite, la perdente andrà ai barrages di qualificazione.
Nella foto la mischia del Genova Rugby U/16 (a sin.) impegnata nella recente finale con l'Oltremella Roncadelle.
 

domenica 7 giugno 2015

Grande giornata di minirugby al campo Denis Pieroni di La Spezia e, con la Festa Regionale dedicata agli Under 10, ed U/8, si chiude definitivamente la stagione agonistica per queste categorie. Felicissimo si è dimostrato Giuseppe Sturlese, presidente del R.C. Spezia, organizzatore con la Scuola di Rugby Spezia di Mariano Vergassola di questa manifestazione.
 “Al di la di chi ha vinto e chi ha perso, non trovo proprio parole per esprimere pienamente la gioia che riescono a trasmettere questi bimbi giocando a minirugby – ammette il dirigente spezzino -  E’ stata una giornata divertente sia per i giovani impegnati in campo (circa 250 ragazzi ndr) che per i numerosi genitori ed accompagnatori presenti sugli spalti del campo della Pieve L’organizzazione è stata curata direttamente dalle nostre Società, ma non dimentico certo l’egida del Comitato Regionale FIR capitanato da Oscar Tabor, che ha scelto proprio il nostro campo per sviluppare questo evento.  Al Denis Pieroni non si era mai disputato un torneo di questo livello, basti pensare che tutte le Società liguri si sono presentate ai nastri di partenza, e tutti hanno dimostrato di aver apprezzato l’intensa giornata di minirugby.”
E questo nonostante la giornata di domenica è stata molto soleggiata, raggiungendo temperature quasi proibitive per l’attività agonistica. Determinante è stata la logica scelta di iniziare le partite già dal tardo mattino, eviotando le ore piu’ calde della giornata. I numerosi confronti sono stati diretti da Marco Sturlese, Andrea Actis, Karim Meddeb e Daniele Raimo, tutti ruggers senior del R.C. Spezia di Serie C/1 Nazionale. Medico il dott. Goubaa Abdellatif. Tra gli Under 10 ha prevalso la Pro Recco di Idro Pampani, che ha presentato in campo Albarello, Bianchi, Bonarini, Solari, Consiglio, Minetti, G.L. Mugnaini, T. Mugnaini, Romanu, Sberna, Garbarino mettendo in riga al secondo posto i coriacei “Orsi” delle Province dell’Ovest, seguiti dal Genova Rugby/1, dalla mista Cogoleto/Le Api/Busalla, poi Savona, Genova Rugby/2, Amatori Genova, Province dell’Ovest/2, R.C. Spezia. Tra gli Under 8 ha vinto il Genova Rugby di Patrizio Parente con Caneva, Corinni, Marcolini, Corona, Giusta, Margutti, Piombino, Pugliese, Femia, Velardi e Idone, superando in finale i tenaci bimbi della mista Imperia/SanRemo, terzo lo Spezia, poi la mista Le Api/Cogoleto/Recco, Amatori Genova e Pegli
Foto 1) Una azione di gioco, Foto 2) La Pro Recco U710 vincitrice.

venerdì 5 giugno 2015

La stagione agonistica volge ormai al termine, e questa domenica il programma prevede un interessante appuntamento a La Spezia, dove i “pulcini” della palla ovale regionale si confronteranno sul terreno sintetico del Denis Pieroni. E’ la festa finale per la categoria dei piu’ piccoli atleti, che rappresentano il futuro del rugby ligure, e tutte le Società liguri prenderanno parte a questo torneo, che riserva sicuramente tanto divertimento sia per i bimbi impegnati in campo, sia per chi seguirà dagli spalti le numerose partite previste. L’organizzazione è curata dal R.C. Spezia e dalla Scuola di Rugby Spezia, e le categorie interessate sono quelle degli Under 10, U/8 e U/6. In gara saranno R.C. Spezia, Cffs Cogoleto, Pro Recco, Province dell’Ovest/Orsi, Le Api S.O.L., Amatori Busalla Vallescrivia, Genova Rugby, Savona, Amatori Genova, Imperia e San Remo.
Intanto l’Under 18 del CFFS Cogoleto&Province dell’Ovest di Paolo Ricchebono, ha superato il turno per la rinuncia al test di ritorno da parte degli Elepahnt Gossolengo. Nella partita di andata i liguri avevano vinto (33/0) sul terreno di gioco piacentino e così accedono alla finale di domenica prossima. Probabilmente le “Zena Wasps” giocheranno sul neutro del campo Giovani di Voghera, con la vincente tra Junior Asti e Amatori Verbania.

FESTA REGIONALE ATTIVITA’ DI PROPAGANDA
Under 10 – 8 – 6. (Org. R.C. Spezia e Scuola di Rugby Spezia.
Campo Denis Pieroni Loc. Pieve – La Spezia (ore 11,00)

UNDER 18 - II FASE INTERREG. TROFEO “FRANCO CLAVAREZZA”       secondo turno/ritorno
CFFS Cogoleto & Province dell’Ovest – Elephant Gossolengo 20/0 (a TAV. PER RINUNCIA GOSSOLENGO)

Andata 33/0 a favore Cogoleto/Province che accede alla finale.
Nella foto la Scuola di Rugby di La Spezia Under 16.

martedì 2 giugno 2015

Le Province dell'Ovest Under 18, collegate socetariamente al CFFS Cogoleto Rugby, hanno superato agevolmente la prima partita di semifinale con il Gossolengo, vincendo (33/0) sul
campo degli Elephant. I piacentini in precedenza avevano messo in riga, nel loro girone di qualificazione, Bergamo, Grande Brianza, Orobic, Cernusco, Crema, CUS Pavia, Cologno, Gerundi Mulazzano/Lodi e nel primo turno di qualificazione il Como. Le Province, invece, hanno ottenuto il pass per il secondo turno mettendo alle spalle Pedona Cuneo, Acqui Terme, Savona, Amatori Genovaed Union Rugby Riviera. Il CFFS Cogoleto e Province dell'Ovest ha utilizzato Ricca, Reggio, Regestro, Pressenda, Panizza E., Olivieri, Mozzi, Leveratto, Fossati, Eleonori, Colella, Bortoletto (Cap), Baiocchi, Agostino in seguito sono subentrati anche Rifi, Scarpa, Simcich L., Spadaro, Tricoli, Ugolini S., Valla e Zini. La squadra allenata da Paolo Ricchebono, fondatore delle Province dell'Ovest e del club di minirugby degli Orsi Sextum (Sestri Ponente), si è dichiarato soddisfatto della prestazione del gruppo e fiducioso di accedere ad una finale di estrema importanza per lo stesso club. "Probabilmente saremo ancora di fronte - dice il coach sestrese - ad un Junior Asti molto preparato e da noi già affrontato nel campionato interregionale. Sarà una gara aperta a tutti i risultati e sicuramente piacevole da seguire dal vivo!"
La probabile finale che assegnerà la Coppa Franco Clavarezza, riservata alla categoria Under 18 e che l'anno scorso fu conquistata dalla Pro Recco contro il Parabiago sarà disputata a Voghera al campo Giovani. Durante la prossima settimana si avra' conferma ufficiale. Intanto c'è da tenere presente che la vincente di questa futura finale accederà direttamente al campionato èlite 2015/2016 e la perdente nel settembre 2015 effettuerà uno spareggio con la settima classificata del girone èlite zonale 2014/15. La vincente di tale spareggio accederà al girone èlite 2015/2016. Ieri pomeriggio le Province dell'Ovest hanno festeggiato "in famiglia" con la Società collegata a loro il quarantennio del club ora diretto da Alexios Cena.

SUPERCHALLENGE U14: CHE SPETTACOLO A NAPOLI Per la prima volta nella sua storia il  Superchallenge U14  ha fatto tappa al Sud e, p...