lunedì 31 dicembre 2018



RUGBYTOTALE ha chiuso un’annata vissuta intensamente. Un 2018 ricco di CRONACA, in quanto questo blog punta soprattutto fare semplicemente della cronaca. E’ stato un’anno di  avvenimenti agonistici, di exploit performanti, di alcuni momenti indimenticabili, e molti di questi  vissuti in prima persona da chi scrive su queste pagine.
E oltre a noi del blog, anche chi ha collaborato  su queste pagine, inviando i relativi Comunicati, gli addetti stampa o come meglio credete gli addetti alla comunicazione dei Vostri Club e dei vari Comitati Regionali, che per dodici mesi hanno  offerto ai lettori una serie di articoli, di post, di splendide fotografie, anche di stampo sociale di grande interesse, e che hanno coinvolto direttamente il movimento rugbistico nazionale, saranno giunti alla conclusione di aver fatto del loro meglio, e comunque  con l’obiettivo di incrementare le relative pubblicazioni.   Noi del blog abbiamo cercato di seguirVi con molta semplicità e conservando un certo stampo editoriale di marca “artigianale”, mantenendo l’impronta della totale indipendenza e priva di qualsiasi abbinamento commerciale, e puntando si sulla cronaca, ma anche sulle news di stampo sociale e sulle attività nelle categorie giovanili.
Crediamo almeno che con le Società con le quali siamo in aperta e continuativa comunicazione, ed anche se con notevoli diversità divulgative, per conseguenza di partecipazioni obbligatoriamente ed estremamente differenziate si è aperto un simpatico rapporto, e ci auguriamo che tutto cio’ proseguirà nel migliore dei modi. C’è chi invia metodicamente i Comunicati Stampa in modo del tutto professionale, e da noi questo metodo è in assoluto il preferito, ed altri che preferiscono modi meno impegnativi, ma tutti in ogni caso con il preciso scopo di propagandare le attività del proprio club, e del rugby in generale. Tutto sommato siamo convinti che la riuscita degli intenti ha riscosso una buona risposta, se non altro confermata dalle statistiche che inevitabilmente a fine anno  si consultano, e che riportiamo di seguito.
Un poco di statistiche, dunque, di RUGBYTOTALE. Nel 2015, anno di nascita del blog, le pagine lette solo  da luglio a dicembre sono state 48.664. Nel 2016, secondo anno di attività, le pagine lette da gennaio a dicembre, sono state 161.919, mentre nel terzo anno, cioè il 2017 si era saliti a 234.686 e quest’anno chiudiamo a 234.963. Le visualizzazioni di queste pagine per sistema operativo sono risultati il 40 % con Android, il 24 % con Windows e il 19 % con iPhone. Per browser invece il 60 % è risultato Chrome, e al 9% Mobile, FireFox e Safari. Per quanto riguarda le letture dai Paesi ovviamente domina l’Italia, seguita nell’ordine da U.S.A., Germania, Russia, Portogallo, Nazione Sconosciuta non segnalata ufficialmente dalle statistiche di Google, e poi Francia, Ukraina, Argentina, Regno Unito. In netta minoranza ma presenti anche altri Paesi come l’Australia, il Canada, il Giappone, la Romania etc. etc.































Il Centumcellae Civitavecchia continuerà il suo torneo di B, girone 2, con il fardello dei 4 punti di penalizzazione. Tale penalità, relativa al ritiro nella scorsa annata dal campionato under 18 di una propria rappresentativa (sia pur 'inserita' in una franchigia), non può essere annullata con l'oblazione di mille euro. Non è mai bello 'gioire' delle disgrazie (sportive) altrui, più che mai se tali 'disgrazie' sono relative a vicende 'extra-campo'. Però è innegabile che per le squadre in lizza (con il Civitavecchia stesso) per un posto al sole (leggi per la promozione in A) la notizia non dispiaccia affatto... 
Dopo le prime 9 giornate, questa la situazione nella parte alta della classifica: Romagna 42 p.; Florentia 41; Civitavecchia* 35; Livorno 31. *Civitavecchia sconta 4 punti di penalizzazione. Tagliate fuori dalla lotta per il salto di categoria tutte le altre formazioni. Alla fine della regular season (lunga in tutto 22 turni), la prima festeggerà il gran balzo in A. Il campionato di B sta osservando un mini-letargo di tre settimane in omaggio alle festività di fine anno. Il 13 gennaio, alla ripresa, si giocherà un derby toscano delicatissimo. Il Florentia, secondo, ospiterà il Livorno Rugby, quarto. I biancoverdi, che dopo le sfortunate sconfitte incassate nelle prime due giornate, hanno messo il turbo nel proprio motore (tra il terzo ed il nono turno otto vittorie e, in tutto, trenta punti conquistati), si presenteranno in terra gigliata senza il valido trequarti De Donato, che per motivi di studio, il 4 gennaio, si trasferisce negli Stati Uniti. In forte dubbio, per l'incontro di Firenze, il terza linea Piras, alle prese con uno strappo al polpaccio sinistro. Sempre in terza linea, problemi per Basha, che lamenta dolori alla caviglia: si spera possa giocare regolarmente. In questo scorcio iniziale del 2019, i labronici giocheranno quattro gare importantissime. Dopo la sfida con il Florentia, è in programma, il 20 gennaio l'incontro casalingo con la 'mina vagante' Parma'31 (squadra di spessore, attualmente sesta e con i mezzi per creare problemi alla formazioni di altissima classifica) e poi, il 27 gennaio e il 17 febbraio (nelle prime due uscite del girone di ritorno) le partite rispettivamente con il Romagna (al 'Montano') e con il Civitavecchia (fuori casa). Con un buon bottino di punti nelle prime quattro gare del nuovo anno, la giovanissima squadra biancoverde potrebbe cullare sogni davvero importanti....  (FabioGiorgi)


Il XV del Comitato Pugliese, un grande giorno per il movimento rugbistico femminile della regione della Puglia. Erano ben trentaquattro le atlete  provenienti dai club di tutta la Regione impegnate al raduno tenutosi in giornata a Capurso, nel barese.
 Un progetto  difficile, ambizioso, ma al contempo affascinante e gratificante, che mira a poter schierare  in Serie A una squadra “rosa” tutta pugliese. All’importante raduno erano presenti il prof. Maurizio Assenti, Tecnico Regionale, ed i Tecnici di club Fabio Manta, Giuseppe Trapani e Giuseppe Masi. (con la collaborazione di Carmine Volpetti)







































"Sostieni la RAC", continua la campagna per la ricostruzione dell'area terzo tempo
fine ottobre 2018 il maltempo che ha imperversato sul litorale laziale ha divelto l'area terzo tempo del nostro impianto sportivo. Quella che utilizzavamo soprattutto per ospitare i raggruppamenti delle categorie giovanili.
Il Rugby Anzio Club ha in progetto di ripristinarlo con una struttura più robusta, ma per fare questo ha bisogno del sostegno di tutti, tifosi e appassionati della palla ovale.
L'idea è quella di acquistare un tendone all'avanguardia, di dimensione 10x10 metri, sostenuto da una intelaiatura di acciaio ancorata al terreno. I danni provocati dal maltempo sono stati diversi, con questa raccolta il Rugby Anzio Club spera di poter ripristinare al meglio le strutture danneggiate.
Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti! Sostieni anche tu il Rugby Anzio Club contribuendo alla ricostruzione dell'area terzo tempo.
Per farlo, è possibile rivolgersi presso la segreteria dell'impianto sportivo, in viale Ardea (ad Anzio Colonia), oppure in via telematica sul sito Buonacausa alla pagina buonacausa.org/cause/sostienilarac nel quale è possibile effettuare la donazione anche in via telematica, con carta di credito o paypal.

(La quadre senior dell'Anzio - ph. Claudio Maruffa)

Il campionato per la prima squadra riprenderà domenica 13 gennaio. Dopo tre vittorie di fila che hanno proiettato la RAC al sesto posto in graduatoria la formazione di Nocerino se la vedrà in trasferta nel derby contro il Latina. A scendere in campo quella domenica anche l'Under 6, sempre a Latina, l'Under 12 in un raggruppamento con altri pari età, e l'Under 18 a Frascati contro il Rugby Union. .

domenica 30 dicembre 2018



Domenica 16 dicembre con l’ultimo impegno sportivo dell’anno, si è concluso il 2018 della squadra Corgom Seniores Rugby Corato.
Nelle quindici gare disputate nell’anno sono arrivate cinque vittorie e dieci sconfitte, un percorso che non si discosta molto dai binari previsti a settembre 2017 al momento di intraprendere la partecipazione al campionato seniores: una squadra che sta maturando esperienza cercando di crescere partita dopo partita.

(la CORGOM SRL è lo sponsor ufficiale del club coratino)

Dopo quindici mesi ne è stata fatta di strada, tra un sesto posto (su nove partecipanti) nella classifica finale della stagione 2017/2018, affrontata da <<matricola>> debuttante nel campionato seniores e, un terzo posto nella classifica intermedia della stagione 2018/2019 che ha appena mandato in archivio la sesta giornata.
Confrontando le statistiche della stagione passata e delle prime sei giornate di quella in corso, nel 2017/2018 sono stati schierati 36 giocatori diversi, mentre, in quella attuale, con i rientri di Luciano Petrone e Alessandro Caputi nell’ultima gara, si sono alternati 32 giocatori.
Tra i sempre presenti spiccano Francesco Campanale, Michele Lamura, Claudio Strippoli e Marco Gadaleta, se per i primi tre si tratta di veterani del Rugby Corato, Gadaleta si segnala come una sorpresa per impegno e costanza. Tra i debuttanti in questa stagione anche Angelo Ambregna, Michele Lupo, Giuseppe De Palo e Gabriele Stringari figurano tra i dieci giocatori più presenti.

(una immagine da Taranto dal test fra i locali dell'Amatori ed il Corato - ph. Francesco Marangio)

Nelle prime sei giornate della stagione 2018/2019 la Corgom Seniores Rugby Corato ha affrontato quattro trasferte, comprese quelle di Rende, Potenza e Taranto, le tre più distanti previste dal programma.
Intanto nel mese di gennaio saranno riaperte le liste trasferimenti e la rosa della Corgom Seniores Rugby Corato potrebbe essere arricchita con nuovi giocatori provenienti dal rugbymercato.
Il primo impegno del 2019 vedrà il Corato di scena a Trani sul campo della ‘Polisportiva “Ponte Lama” ‘ per la partita con la capolista Rugby Foggia per la gara valida per l’ultima giornata del girone di andata. Nelle restanti otto gare del campionato sono previste cinque gare “casalinghe” e tre trasferte.
Il termine casalinghe sebbene previsto dal calendario come per qualsiasi sport di squadra, suona beffardo per la Rugby Corato ASD, associazione dilettantistica costretta a giocare lontano da Corato da tempo, l’ultima gara di rugby ufficiale disputata sul campo in manto erboso del Campo Sportivo Comunale di Corato risale all’aprile 2017 quando la Under18 del Rugby Corato ha disputato l’ultima gara della Stagione 2016/2017.
Tra i coratini praticanti il gioco della palla ovale le speranze e i desideri dell’anno nuovo sono inevitabilmente concentrati sul campo in manto erboso del Campo sportivo Comunale di Corato, sul poter tornare a giocarvi e sul termine di questo esilio sportivo che ha contraddistinto il 2018 che volge al termine. 




Stagione 2018-19, Categorie Under 6,8,10,12 Settore Propaganda Amatori Rugby Genova: lo stato dell’arte.

Il Settore Propaganda dell’Amatori Rugby Genova si occupa dei bambini con età compresa tra 4 e 12 anni, è l'ingresso nel mondo del rugby e per Amatori è principalmente GIOCO e non agonismo in quanto le nostre finalità principali sono lo sviluppo psico-motorio dei bambini attraverso coinvolgimento, partecipazione, socializzazione e rispetto. 

(al centro del cerchio Paolo Bocca)

I nostri tecnici sono prima di tutto educatori per accompagnare i bambini nel loro percorso di crescita, a questo uniscono le competenze tecniche necessarie per trasmettere tecnica e conoscenza del gioco. Di primaria importanza è il livello di preparazione di tutte le figure coinvolte nel progetto minirugby i cui responsabili sono Paolo Bocca e Michele Pedemonte. Proprio per questo motivo quest’anno il settore è stato completato da due primarie figure il Responsabile tecnico Settore Propaganda: Sebastian Quiroga (tecnico FIR 2 livello) ed il preparatore atletico: Luca Cordano (Laureando in Scienze Motorie.
Sebastian Quiroga proveniente dal club cittadino del Palermo Bajo Rugby dove esordi in prima squadra ai 18 anni, Quiroga si trasferì in Italia nel 2000, dopo il Tour Invernale con il suo Club in Europa (Inghilterra, Scozia, Wales, Francia e Spagna). Ingaggiato dal Pro Recco Rugby, con cui esordì in Serie B contro I Cavalieri Prato.

(Sebastian Quiroga)

Qualche anno dopo nella stagione 2002-2003 la società ligure si regala una storica promozione in Serie A. Dopo sette stagioni come giocatore si ritirò definitivamente dall’attività per intraprendere la carriera tecnica a Recco e con il CUS Genova (U8-U16).
Luca Cordano ha ottenuto la Laurea breve presso Università degli studi di Genova, Scuola Scienze Mediche e Farmaceutiche, attualmente in Corso di laurea in scienze motorie Sport e Salute ha il compito di seguire e guidare lo sviluppo delle competenze motorie dei nostri piccoli atleti del settore propaganda. 
L’obiettivo principale di questo progetto tecnico-educativo della stagione 2018-2019 è unificare criteri, conoscere gli strumenti per lo sviluppo e stabilire un ordine nella formulazione degli obiettivi per la crescita e formazione degli allenatori e dei giocatori, dal suo inizio di attività rugbistica fino ad arrivare in prima squadra.
Il progetto tecnico sarà sviluppato sulla base delle seguenti linee guida:
· definizione delle acquisizioni motorie e tecnico-tattiche per fascia d’età
· definizione di un modello tecnico di riferimento uniforme per tutti
· specializzazione degli allenatori per fasce d’età
· formazione interna ed esterna degli allenatori
· condivisione tecnica e metodologica tra allenatori
Molto importante per la nostra società è anche e soprattutto l’obiettivo educativo, attraverso il Rugby vogliamo formare non solo atleti ma soprattutto persone rispettose delle regole, delle persone, delle cose.
Ragazzi capaci di stare in relazione con gli altri, di controllare le proprie reazioni e fiduciosi nelle capacità proprie e della squadra e desiderosi di migliorarsi e capaci di accettare le sconfitte e ripartire per migliorare. protagonisti in questa categoria sono i bambini che devono trovare gioco, spontaneità, serenità,
emozioni, allegria e clima positivo.

(Art. AMAPRESS – FOTOGRASPA)



Da inizio stagione non ci siamo fermati, il tempo sembra non bastare mai, Si corre sempre, ognuno fa il suo con il massimo dell'impegno sacrificando il proprio tempo per stare insieme a qualunque costo...
Oggi però ci fermiamo tutti intorno allo stesso tavolo per ringraziare chi questo tempo lo dedica alla nostra maglia...
Grazie davvero a tutti i tecnici ed i dirigenti del nostro IXV il nostro cammino senza il vostro prezioso aiuto non sarebbe possibile ma sopratutto dobbiamo ringraziare tutti i nostri ragazzi che con grande sacrificio stanno affrontando questa stagione consapevoli ogni giorno di più della grande forza e dello spirito di questo gruppo che mira sempre di più alla conquista di nuovi obiettivi ambiziosi...
Grazie davvero ragazzi a voi che siete la linfa vitale di questo club che da oltre 70 anni rappresenta la storia del rugby siciliano.
BUON ANNO A TUTTI!
“Il segreto sta nel circondarsi di persone con il tuo stesso obiettivo.”

Grazie anche a mastro Gigi Vitale che ci ha ospitati a casa sua in questa splendida giornata...




(E intanto gli allenamenti continuano)

Dedicato a tutti i tifosi e gli appassionati. Ecco alcuni bellissimi scatti del nostro fotografo Daniel Cau che raccontano la straordinaria progressione del Valorugby Emilia in questa prima parte del campionato che ha portato la nostra squadra, questo bellissimo gruppo di giovani, ad essere momentamente capolista del TOP12.
 Una bella sorpresa, un risultato che va oltre le aspettative. Un successo che in questi giorni meritiamo di goderci. Consapevoli che il traguardo è ancora lungi dall'essere raggiunto, che serviranno mente e cuore al 100% dei nostri ragazzi ad ogni partita, dentro e fuori dal campo, e che dovremo, tutti, tendere al costante miglioramento per il buon funzionamento della squadra e del club. Intanto però grazie a tutti per la passione e l'impegno: ai nostri atleti, allo staff tecnico, ai bimbi e ai ragazzi del vivaio rossonero, alle loro famiglie, alla proprietà e alla dirigenza, ai partner di maglia (CONAD, CFT Group, Car Server, Zarotti, Elettric80, Bema) e a tutte le aziende che ci sostengono, agli Old, agli Scandianazz, ai volontari. Questo successo è un poco di tutti noi!































Una settimana intensa e ricca di emozioni per la femminile seniores delle Iniziative Villorba Rugby, iniziata domenica 16 con la bellissima e importante vittoria sul Colorno campione d’Italia, con una prestazione importante e matura che ci ha catapultate in vetta al campionato da imbattute. Una vittoria sul campo, seguita da un'altra importante vittoria fuori dal campo.
Durante il match sono stati raccolti 400 euro che siamo stati destinati all’associazione “Margherita c’è”, fondata da Marco Mion, padre di Margherita, e che sostiene importanti progetti e il quotidiano dei reparti di oncologia pediatrica di Treviso e Padova. L’energia e la positività di Marco ha coinvolto le ragazze durante il pre-partita alla consegna delle maglie. A conclusione di tutto, durante la cena di Natale, abbiamo avuto il piacere di consegnare direttamente a Marco l’assegno con i soldi raccolti, che andranno a sostegno di un importante progetto di sostegno a ragazzi e famiglie impegnati nella lotta ai tumori.
Un grazie speciale a Marco per la sua partecipazione, a tutte le persone che partecipando domenica hanno sostenuto non solo le ragazze in campo, ma anche la raccolta fondi.
Un augurio sincero di buona fine e di buon inizio dalle Iniziative Villorba femminile.
(Federico Zizola)

sabato 29 dicembre 2018




I LEONI CONQUISTANO ANCHE IL DERBY DI RITORNO BATTENDO LE ZEBRE 28 A 10


Marcatori: 6’ p. Allan, 9’ p. Allan, 13’ p. Canna, 27’ meta Bigi, 46’ meta Ruzza tr. Allan, 70’ p. Allan, 79’ meta Lamaro tr. McKinley, 80’ meta Canna tr. Canna

Note: 35’ giallo a Biagi, 61’ giallo a Pettinelli, 62’ giallo a Tavuyara

BENETTON RUGBY:
15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara (75’ Tommaso Benvenuti), 13 Ignacio Brex, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan (75’ Ian McKinley), 9 Dewaldt Duvenage (58’ Tito Tebaldi), 8 Marco Barbini (C) (40’ Giovanni Pettinelli), 7 Abraham Steyn, 6 Michele Lamaro, 5 Federico Ruzza, 4 Alessandro Zanni (48’ Irné Herbst), 3 Marco Riccioni (58’ Tiziano Pasquali), 2 Luca Bigi (50’ Tomas Baravalle), 1 Derrick Appiah (40’ Cherif Traore)

Head Coach: Kieran Crowley

ZEBRE RUGBY CLUB
15 Edoardo Padovani (67’ Francois Brummer), 14 Paula Balekana, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello (C), 11 James Elliott (76’ Guglielmo Palazzani), 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Renato Giammarioli (64’ James Brown), 7 Apisai Tauyavuca, 6 Maxime Mbandà (58’ Jimmy Tuivaiti), 5 George Biagi (58’ Samuele Ortis), 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini (50’ Eduardo Bello), 2 Luhandre Luus (48’ Massimo Ceciliani), 1 Andrea Lovotti (61’ Daniele Rimpelli)

Head Coach: Michael Bradley

Commento e cronaca: Il secondo derby italiano di Guinness PRO14 tra Benetton Rugby e Zebre Rugby Club si è concluso in modo analogo al primo atto giocato a Parma, con la vittoria del XV della Marca che ha superato la franchigia federale davanti ai quasi 5000 di Monigo.
 Primo tempo molto equilibrato come da aspettative con le due squadre che faticano a trovare metri in avanzamento grazie all’ottima prova delle due difese capaci di registrare oltre il 90% di placcaggi positivi. E’ l’indisciplina a decidere la prima frazione con Treviso che sfrutta due falli della difesa bianconera per allungare sul 6-0 con due piazzati di Allan, ai quali risponde Canna al 14° per il 6-3. I padroni di casa riescono ad andare oltre il break con la loro arma prediletta, la maul, ad inizio gara ben arginata due volte da Castello e compagni, ma abile a varcare la linea di meta al 27° col tallonatore Bigi, oggi al rientro dopo aver saltato la sfida del Lanfranchi. L’ottavo fallo delle Zebre al 36° costa il giallo a Biagi con le Zebre che non sfruttano il piazzato di Canna prima dell’intervallo. Ad inizio ripresa Treviso allunga sfruttando un placcaggio rotto di Tavuyara che serve l’ex Ruzza che segna alla bandierina sinistra. Sul 18-3 al 46° con le squadre in parità numerica un break di Giammarioli prova a dare la carica alle Zebre che possono sfruttare la superiorità per il giallo a Pettinelli all’ora di gioco e quello a Tavuyara un minuto dopo per un in avanti volontario.
La franchigia di base a Parma non riesce a trovare punti per il tabellino, fermata dai propri errori e dalla difesa di casa. E’ addirittura Treviso che va vicina alla terza meta in inferiorità numerica, trovando tre punti con Allan sotto i pali grazie alla penalità ottenuta in mischia chiusa al 72°. Nel finale le Zebre riescono a trovare la loro prima meta della sfida con una segnatura di forza di Canna che, con la sua trasformazione, fissa il finale sul 28-10. Treviso tiene così vive le proprie aspettative di playoff in vista della gara di sabato in casa contro Glasgow al giro di boa del torneo celtico, mentre le Zebre non colgono punti a Monigo ed inseguono al settimo posto del Girone A i sudafricani Cheetahs, prossimi avversari dei bianconeri domenica 6 Gennaio al Lanfranchi e il 26 al Toyota Stadium di Bloemfontain.

Arbitro: Lloyd Linton (Scottish Rugby Union)
Assistenti: Andrea Piardi e Matteo Liperini (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Alan Falzone (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Allan (Benetton Rugby) 4/5 , McKinley (Benetton Rugby) 1/1, Canna (Zebre Rugby Club) 2/3, drop Canna (Zebre Rugby Club) 0/1
Man of the match: Ruzza (Benetton Rugby)
Punti in classifica: Benetton Rugby 4, Zebre Rugby Club 0
Note: Cielo sereno. Temperatura 8°. Campo in buone condizioni. 4920 spettatori.

SUPERCHALLENGE U14: CHE SPETTACOLO A NAPOLI Per la prima volta nella sua storia il  Superchallenge U14  ha fatto tappa al Sud e, p...