venerdì 24 agosto 2018



I CENTURIONI RUGBY: dalla Sardegna, in arrivo Mattia Aru
Attesa a Lumezzane per l’inizio della preparazione l’apertura proveniente da Capoterra 
GM Raza: «Colpiti dalla sua prestazione contro di noi lo scorso campionato. Mattia ha sposato il nostro progetto, cambiando maglia per la prima volta nella sua carriera»

I Centurioni Rugby Lumezzane annunciano un importante rinforzo per la prossima stagione, la seconda in serie B. Da Capoterra arriva Mattia Arumediano di apertura e estremo, classe 1994. Ha iniziato a giocare a rugby nel club di casa a sette anni e con la formazione cagliaritana è cresciuto, sino all’esordio in serie A a 18 anni. Titolare per i tre anni nel quale il Capoterra ha disputato il campionato cadetto, vi è rimasto anche all’indomani della retrocessione. La chiamata da Lumezzane non è la prima offerta che ha ricevuto da altri club, ma Mattia ha scelto la società valtrumplina per questo importante cambiamento nella sua carriera rugbistica. 


(in foto Mattia Aru proveniente dall'Amatori Capoterra con la maglia da gioco dei Centurioni di Lumezzane)

«Siamo molto soddisfatti dell’arrivo di Aru perché siamo convinti che possa contribuire significativamente a rinforzare la nostra linea arretrata – commenta il General Manager rossoblu Luca Raza -. Riteniamo che sia un giocatore che rispecchia appieno la nostra idea di squadra. Giovane, molto talentuoso e desideroso di crescere. Mattia arriverà a Lumezzane, dove lavorerà presso una società di proprietà di un nostro consigliere, così come stanno già facendo altri nostri giocatori. Crediamo, infatti, che la nostra categoria debba prevedere, oltre ad una seria e qualificata offerta rugbistica e ad una grande cura alle condizioni fisiche e atletiche dei propri giocatori, anche opportunità professionali per lo sviluppo a tutto tondo dell’uomo, oltre che del giocatore, nell’ambito delle realtà che ci stanno vicine. La nostra filosofia non cambia: cerchiamo una crescita sportiva attraverso linee sostenibili e in grado di dare alla nostra società e alle comunità nelle quali operiamo una progettualità ponderata e con un ampio orizzonte temporale».  
L’attenzione alle qualità di Aru era massima già dalla scorsa stagione, in particolare in occasione del match contro la formazione sarda nel girone di ritorno, ad aprile. Allora, nonostante la rimonta entusiasmante dei valgobbini che vinsero per 38-35 nello scontro diretto per la quinta piazza, l’apertura sarda schiacciò due mete, frutto di pregevoli spunti individuali, oltre a mostrare un’ottima gestione del match e del gioco al piede. E la sfida in maglia rossoblu contro la squadra di origine, per Aru sarà servita già alla prima di campionato, domenica 14 ottobre.
«Si tratta di un giocatore che è stato fortemente voluto dalla società, da me e dall’intero staff tecnico – commenta il direttore tecnico Francesco Filippini -. L’ho visto in campo più volte e in occasione dell’ultima, al termine del match, mi sono complimentato personalmente con lui per la sua ottima prestazione. Si tratta di un’apertura che completa al meglio il nostro reparto grazie alla sua velocità. Inoltre, migliorerà il nostro possesso grazie alla sua propensione a giocare alto, vicino alla difesa, aggredendola. Nonostante abbia solo 24 anni è un giocatore già molto maturo e con una preziosa dose di imprevedibilità».
Il mediano di apertura arriverà a Lumezzane per l’inizio dell’attività prevista per lunedì 27 agosto, con la formula del prestito annuale. (Fiorenza Bonetti)

Nessun commento:

Posta un commento

La  XXIII edizione  del  “Salento Beach Rugby Cup”  si terrà presso il Lido Onda Marina di  Torre San Giovanni . La ...