lunedì 22 gennaio 2018



Si chiude come meglio non si poteva il girone di andata per il CUS Potenza Rugby che, dopo soli sette giorni dalla sconfitta patita a Cosenza, vince battendo con un perentorio 41 a 10 un’audace Amatori Rugby Taranto. Nonostante il risultato largo, il gioco dei potentini per larghi tratti è stato confusionario e poco fluido, aspetto su cui lo staff tecnico dovrà lavorare.
Il match inizia con un Potenza subito in palla che dopo solo 6 minuti va a segno con Rocco Di Melfi al termine di una bella azione nero verde, Stefano Pergola non trasforma, 0 a 5. I Cussini continuano a pressare la difesa di casa che cerca di difendersi come può; al 15’ però il muro rossoblu nulla può nell’azione che porta Pasquale Ianniello alla marcatura, meta non trasformata e punteggio che va sullo 0 a 10. Con il passare del tempo il gioco dei nero verdi, però, comincia ad essere confusionario e i padroni di casa cominciano prendere fiducia. Lotito e compagni cercano comunque di innalzare il ritmo delle proprie giocate e al 32’ trovano la meta con Giuseppe Esposito che deposita la palla in meta sugli sviluppi di una mischia, Alfonso Lombardi trasforma, 0 a 17. Prima della fine del tempo i padroni di casa al 37’, trovano la meta che chiude il primo tempo sul 5 a 17.
 All’intervallo coach Passerella chiede più concentrazione ai suoi per chiudere la partita e trovare la 4 meta che da il punto di bonus in classifica. Detto, fatto. I leoni in meno di 5 minuti, al 41’ e al 44’, vanno a segno con Stefano Pergola e Gabriele Giordano, Alfonso Lombardi trasforma un solo calcio e punteggio che va sul 5 a 29. Le premesse per un secondo tempo più ordinato da parte dei leoni ci sono tutte ma l’arrivo di un forte acquazzone fa nuovamente piombare il gioco dei lucani nella confusione e nella disorganizzazione. Nonostante tutto al 63’ i leoni vanno a segno con Pasquale Mussuto, Lombardi trasforma nuovamente e risultato che va sul 5 a 36. Gli ultimi 15 minuti vedono un Potenza in controllo del match che però si fa infilare al 77’ con la seconda meta del Taranto, salvo poi reagire segnando allo scadere con uno scatenato Alfonso Lombardi, meta non trasformata che fissa il punteggio sul 10 a 41.
“Era necessario rialzarsi subiti dopo la sconfitta di Cosenza – ha dichiarato a fine partita coach Giovanni Passerella – La vittoria è un toccasana per il morale dei miei ragazzi ma dobbiamo lavorare molto per non complicarci la vita durante le partite. Oggi abbiamo avuto momenti di black out che hanno influito sul nostro gioco su cui dovremo lavorare molto in settimana, domenica prossima sarà fondamentale essere concentrati per 80 minuti se vorremo affrontare al meglio il Foggia.”

Questo il Potenza sceso in campo:

Mussuto (1) – Lombardi M. (2) – Pace (3) – Bitella (4) – Mazzilli (5) – Ianniello (6) – Di Melfi (8) – Esposito (7) – Giordano (9) – Pepe D. (10) – Scavone (11) – Lotito V. (cap.) (12) – Pergola S. (13) – Mottola (14) – Lombardi A. (15)
A disposizione: D’Andrea (16), Gerardi D. (17), Marsico (18), Romaniello L. (19), Rinaldi (20)*, Benedetto (21), Basilio A. (22).  

Risultati e classifica dopo l’ottava giornata:
Rugby Bitonto – ASD Foggia Rugby: 0-34 (0-6) ’
Kheiron Francavilla – Panthers Rugby Modugno: 27-5 (5-1)
Amatori Rugby Taranto – CUS Potenza Rugby: 10-41 (2-7)
Cus Cosenza – Draghi BAT: 73-0 (11-0)
Riposa Rugby Corato

Cus Cosenza Rugby: 36 pt. (pen. -4)
CUS Potenza: 35 pt.
ASD Rugby Foggia: 29 pt.
Rugby Bitonto:19 pt. (pen. -4)
Rugby Corato: 14 pt.
Amatori Taranto: 12 pt. (pen. -4)
Draghi BAT: 12 pt. (pen. -4)
Kheiron Francavilla: 5 pt.

Panthers Modugno: -4 pt. (pen. -4) (Biagio Sampogna)

Nessun commento:

Posta un commento

  GUINNESS PRO14, DA MILANO PARTE LA STAGIONE 2019/2 L’ITALIA AL DECIMO ANNO NEL TORNEO,...