mercoledì 9 maggio 2018



Un altro anno è passato. Un altro anno pieno di emozioni, gioia, dolore, sacrifici e chi più ne ha più ne metta! 
Abbiamo iniziato l’anno con una buona promozione in C1, fieri di quello che avevamo fatto il destino ha deciso di riservarci qualche sorpresa e pronti via a Settembre scopriamo il girone: Lazio-Abruzzo, Capitolina Frascati Roma L’Aquila Civita Castellana e noi.
Ci davano già tutti per sconfitti, non ci credeva nessuno, o almeno nessuno tranne noi.
Andiamo un weekend per stare insieme a Castel Del Monte, ci alleniamo ci divertiamo e abbiamo la possibilità di conoscere meglio ‘Ciccio’ nuovo allenatore, brava persona, solare, divertente e preparata! 
Non abbiamo troppo tempo per spassarcela che via inizia il campionato prima a L’Aquila, poi in casa con Frascati e Capitolina, arrivano subito tre sconfitte seppur con onore. È Ottobre ci svegliamo una Domenica mattina che dobbiamo affrontare la difficile trasferta di Civita, ci siamo tutti pronti a partire, manca solo Ciccio, Carlo ci rassicura aveva avuto un contrattempo. 
Il tempo è brutto, nuvoloso, sembra uno di quei giorni che deve piovere forte. Partiamo e lungo il viaggio io e il Capitano seduti vicino sul pulmino leggiamo l’articolo che Ciccio ci ha lasciati nella notte, decidiamo di tenercelo per noi fino al campo di Civita quando nel giro di campo prima del match diamo la triste notizia a tutta la squadra. Non dimenticheremo mai il suo sorriso, il modo in cui parlava con noi, le raccomandazioni e le sicurezze che ci dava! 
Inizia la partita ma di giocare non c’è voglia, non segnamo neanche mezzo punto, bruttissima sconfitta, ma del risultato non ci interessa nulla. Ci uniamo in un forte abbraccio a fine partita vicini sopratutto al nostro Carlo!
Il campionato va avanti perdiamo in casa con Roma, pareggiamo sempre in casa con L’aquila, poi di nuovo sconfitte con Capitolina e Frascati fino al giorno forse della svolta, viene il Civita da noi ci divertiamo, giochiamo bene e in rimonta vinciamo! Prima vittoria in C1, il destino forse ha voluto che proprio contro il Civita ci fosse la nostra prima vittoria!
Vittoria che comunque ci aiuta a poco perchè subito dopo arriva la sconfitta a Roma che con varie penalizzazioni ci fa chiudere da ultimi il primo Poule.
Si riformano i gruppi, poule salvezza: Civita, L’Aquila Segni Anzio Tivoli e noi.
Iniziamo di nuovo a Civita è il 74’ stiamo vincendo di due punti, blackout perdiamo di 12. 
Inizia male, poi la svolta, battiamo L’Aquila in casa e qua capiamo che siamo forti. Non ce n’è per nessuno, pareggiamo ad Anzio poi in ordine Vittoria a Segni, Vittoria in casa con Tivoli e Civita, Vittoria fuori a L’Aquila e siamo ufficialmente salvi con tre giornate d’anticipo !!
Ma il campionato non è finito e quindi di nuovo vittoria in casa con Segni e Anzio.
L’ultima in casa del Tivoli dove non ha vinto nessuno.. loro hanno voglia più di noi, ed è giusto che ci battano 23-21 per loro.
Il campionato è finito qua, sembra sciocco ricordare un annata cosi in questo modo, però in pochi possono capire quello che abbiamo condiviso: gioie, dolori, lacrime e poi litigate sorrisi abbracci e tanto tanto altro, emozioni uniche, forse anzi sicuramente, dell’annata più bella di sempre! 
Perchè oltre che insieme, non c’è altro posto dove vorremmo stare
.

Nessun commento:

Posta un commento

E’ in programma presso il percorso verde di Pian di Massiano da lunedì 11 giugno a venerdi 10 agosto Arriva il "Campus dello Sp...