lunedì 5 ottobre 2020

ALESSANDRIA RUGBY - Festosa presentazione del club.

 

Grande entusiasmo sabato pomeriggio a “L’Agricola”dove si è tenuta la presentazione delle formazioni dell’ Alessandria Rugby e in particolare della prima squadra che si appresta a disputare il prossimo campionato di Serie C2, ritornando sulla prestigiosa scena dello storico campo “dei Ferrovieri”.

    (Tutto il club riunito per la presentazione - foto RR)

Davanti ai tanti appassionati, il presidente del sodalizio Eugenio Baroni, ha ringraziato i giocatori, i dirigenti e i genitori dei ragazzi del Settore giovanile per aver voluto rilanciare il rugby ad Alessandria, continuando la tradizione nell’imminenza dei settantacinque anni di vita. 


   (Da sin. Ezio Zucconi ed Eugenio Baroni - foto Mario Bocchio))

Che hanno visto anche la Serie A. Una realtà unica che ha sempre visto in prima linea Ezio Zucconi, per tutti “lo Zio”, questa volta particolarmente commosso. “Mi fate piangere. Vi dico grazie, perché avete realizzato il mio sogno, riportare questo sport dove è nato” ha affermato.

    (La squadra senior alessandrina - foto RR)

In rappresentanza delle istituzioni, erano presenti i rappresentanti de Consiglio regionale del Piemonte e del Comune di Alessandria, che non hano mancato di fare il proprio in bocca al lupo alla società, augurandosi che la squadra possa rappresentare al meglio il nome di Alessandria sui campi d’Italia.

    (Alcuni dirigenti del club - foto           MarioBocchio)

Per gli storici Grigi della palla ovale ha poi preso la parola il Direttore sportivo Diego Baldovino:  “Stiamo cercando di costruire una realtà professionale, perché crediamo sia necessario tracciare il percorso che parta dall’ultima categoria del vivaio e arrivi sino alla prima squadra. Spero che i tifosi e gli appassionati possano darci una mano, perché abbiamo bisogno dell’affetto e della vicinanza di tutti”.

    (Presenti anche alcuni amministratori locali - foto MarioBocchio)

Sono pii state presentate le formazioni giovanili, dall’Under 16 (la franchigia Marengo, insieme Lions Tortona, Novi e Le Tre Rose,) all’Under 8.

 

Durante la presentazione è stata anche spiegata la collaborazione con Andrea “Ciro” Sgorlon, icona del rugby italiano e tecnico di altissimo livello, che si occuperò soprattutto della formazione dei vari allenatori.

    (alcuni dirigenti della Marengo - foto M. Bocchio)

- Alessandria Rugby -

Alla festosa   presentazione del club piemontese era presente anche RUGBYTOTALE, e la prima impressione che ci ha destato è stata la vitalità con la quale si è sviluppato questo momento, indubbiamente estremamente significativo. 

La grande voglia di ritornare in campo per giocare a rugby, dopo il terribile lockdown e la pausa delle attività anche durante l’estate, da parte degli atleti, dagli Under 6 agli Old, si è subito evidenziata, ma anche tutti i dirigenti e tecnici presenti  nei locali dell’Agricola Alessandrina di via SanGiovanni Bosco hanno chiaramente fatto intuire che la ripartenza in casa dei “grigi” è enorme! Al termine dell’evento il Presidente dell’Alessandria Rugby, EUGENIO BARONI, ci ha confermato la grande volontà di ripartire nel migliore dei modi.

    (I giovani della Marengo - foto MarioBocchio)

“ Ci siamo tolti dalla Franchigia del Monferrato   in quanto nostra intenzione è quella di crescere con le proprie forze, continuando ad avere una risposta importante, ed in questo caso grazie alla nostra città di Alessandria. Proveniamo da cinque anni senza aver messo in campo una nostra squadra senior, ma niente ci deve fare paura, non dobbiamo temere di non riuscire a fare subito risultato, ma ora abbiamo l’accordo con un’altra franchigia ancora molto piu’ importante che a mio parere ha piu’ valore, essendo formazione questa giovanile, che quella con gli adulti. 

La Franchigia Territoriale del Marengo, infatti, possiede un valore aggiunto in quanto coinvolge tutta la provincia di Alessandria con dei valori piu’ importanti, la crescita dei nostri ragazzi. Questa franchigia, la MARENGO, è composta da Società piemontesi ormai storiche come  le Tre Rose di Casale Monferrato, i Lions Tortona Rugby, il Novi e ovviamente l’Alessandria. Non c’è nessun’altra Società della provincia di Alessandria che abbiano avuto la voglia di lavorare per i  ragazzi, per noi Alessandria Rugby Marengo significa crescita!”

(Roberto Roncallo)   

Nessun commento:

Posta un commento

PESARO RUGBY - Stop ai Campionati, ed ora si ritorna agli allenamenti privi di contatto!

  Si torna agli allenamenti senza contatto. Campionato rinviato per la Pesaro Rugby. Tutto da rifare. La Pesaro Rugby vede allontanarsi la...